BUSINESS & FLOTTE

NEWS

Auto aziendali, alla guida meglio le donne 

17 marzo 2017

Secondo una ricerca, le donne sono più sensibili alla sicurezza e scelgono la vettura aziendale con più attenzione a comfort e praticità.

Auto aziendali, alla guida meglio le donne 

MENO MULTE (E INCIDENTI) - Quando guidano un'auto aziendale, le donne sono più prudenti e attente alla sicurezza rispetto ai colleghi uomini; e quando scelgono un veicolo in benefit o, comunque, da usare per lavoro, privilegiano gli aspetti legati al comfort e alla praticità di utilizzo. A mettere in evidenza le differenze è lo studio “Donne e auto aziendali: un’opportunità per i fleet manager per rendere più efficiente la gestione della flotta”, effettuato dal Corporate Vehicle Observatory di Arval Italia in collaborazione con Econometrica. Il risultato della ricerca, basata sulle risposte di un campione di 200 fleet manager con parchi di 130 veicoli in media, non lascia dubbi circa le diversità di genere in relazione alla macchina: il tasso di incidenti da imputare alle donne per il 59% dei fleet manager è uguale a quello rilevato per gli uomini, mentre per il 35% è inferiore. Per quello che riguarda il numero di multe prese con la vettura di servizio, per il 45% del campione non vi sono differenze fra i due sessi, mentre per il 47% le donne risulterebbero più rispettose del Codice della Strada.

PREFERISCONO WAGON E SUV - Secondo i risultati dello studio del CVO, le driver rosa hanno anche gusti specifici in fatto di modelli: un terzo dei fleet manager intervistati ha sottolineato come le lady scelgano modelli differenti da quelli preferiti dagli uomini, puntando in prevalenza su station wagon, suv e compatte. Per le donne, elementi importanti sono la comodità (31%), la semplicità di utilizzo (28%) e la spaziosità dell'abitacolo (20%). In una scala da 1 a 100 viene da loro assegnata un'importanza pari a 79 alla sicurezza, a 68 al comfort di bordo e a 65 alle dimensioni del vano bagagli. Tra gli accessori ottengono un punteggio di 77 i sensori di parcheggio, di 67,5 la telecamera posteriore e di 64,2 i dispositivi di frenata automatica. Un'impostazione che il 45% dei gestori dei parchi veicoli sottolinea anche nella scelta del tipo di allestimento. Non emergono, invece, differenze significative per quello che riguarda le preferenze sul tipo di alimentazione e la disponibilità a utilizzare sistemi telematici di bordo.

Aggiungi un commento
Ritratto di bombolone
17 marzo 2017 - 18:55
Leggende, è notorio che guidano malissimo
Ritratto di Dicoluc
18 marzo 2017 - 00:34
3
Fa ridere il titolo della notizia associato alla foto in cui si vede la tizia tenere il volante a quel modo...
Ritratto di AMG
18 marzo 2017 - 02:21
AHAHAHAHAHAHAH!
Ritratto di AMG
18 marzo 2017 - 02:21
Analisi che paiono di dubbia fondatezza.. Le donne notoriamente guidano peggio degli uomini (non che ci siano anche uomini che NON sono capaci di guidare...) in ogni caso le statistiche non sono minimamente giustificate e non vi è nemmeno uno straccio di confronto con i dati "rilevati" da queste.. "analisi" tra donne e uomini. Di fatto sembra una notizia da giornalino scolastico quasi.
Ritratto di Fr4ncesco
18 marzo 2017 - 12:21
Aggiungerei anche gli anziani Sig. G.Mario. Soprattutto donne ed anziani sui SUV sono un mix micidiale, ergo tenersi alla larga (soprattutto nei parcheggi).
Ritratto di Fr4ncesco
18 marzo 2017 - 12:18
Concordo con gli utenti sopra, queste statistiche lasciano il tempo che trovano. A fatti reali i parcheggi più strampalati e le manovre più impedite le vedo fare alle donne.
Ritratto di basti73
18 marzo 2017 - 13:42
Hahaha una barzelletta veramente esilarante, se la gioca a pari merito con L' Italia è una Repubblica Democratica fondata sul lavoro e La legge è uguale per tutti.
Ritratto di caronte
4 giugno 2017 - 15:04
Ba........... ma smettiamola con queste sciocche statistiche.