Multa a casa. Tutto in regola?

1 settembre 2009
Legge e burocrazia
Chi invia la famigerata “busta verde” che contiene una contravvenzione, deve rispettare alcune norme: altrimenti è possibile fare ricorso.
Quando pagare e quando no

Sopra, la classica busta verde che viene recapitata a casa dopo che abbiamo commesso una violazione al Codice della strada

CAPITA A MOLTI - Almeno una volta, sarà capitato anche a voi di trovare nella cassetta delle lettere una busta di colore verde: è una raccomandata A.R. (con avviso di ricevimento) che contiene una multa per aver violato il Codice della strada.

NON SOLO VOI - Se avete sbagliato, non vi resta che pagare; ma anche chi recapita le multe (Comuni e Forze dell’ordine) è tenuto a osservare la legge. A cominciare proprio dalle regole della notifica: c’è una procedura corretta per comunicare ai trasgressori che devono pagare una sanzione. Altrimenti la multa non vale.

Quattro punti fissi

Sopra, la multa che di solito le forze dell'ordine lasciano sul parabrezza di un'auto quando il guidatore che ha commesso l'infrazione non è presente. Ma può capitare che la notifica vada persa. In questo caso la Corte costituzionale prevede che ne venga emessa una seconda.

1 - La notifica deve avvenire entro 90 giorni dall’accertamento dell’infrazione. La data “di partenza” si deduce dal timbro postale sulla “busta verde”; quella della violazione è sul verbale. Però, la regola dei 90 giorni non vale se, di recente, avete cambiato residenza senza comunicarlo al Comune: in questo caso, i tempi per l’invio si dilatano.

2 - I soggetti che possono effettuare una  notifica sono quattro: Vigili, messi comunali, ufficiali giudiziari, addetti di un ufficio postale. Controllate la “relata di notifica”: il documento deve riportare data, luogo, generalità del trasgressore e di chi invia la notifica; senza tutte queste informazioni, il verbale è nullo. Resta aperto il problema della notifica tramite società privata: la legge non è chiara. Ci sono giudici che non ritengono valida tale procedura, seguendo l’indirizzo della Cassazione (sentenze 20440/2006 e 10043/2008). Altri, invece, la reputano legittima.

3 - La notifica va recapitata mediante consegna con qualunque servizio postale: alla residenza del trasgressore; ad altra persona nell’abitazione del destinatario, purché i due convivano; al portinaio; a un vicino di casa. La notifica può avvenire anche tramite deposito (in contemporanea alla raccomandata al destinatario): all’Ufficio contravvenzioni del Comune di residenza del trasgressore; oppure all’Ufficio postale, se il destinatario non è reperibile oppure se altre persone rifiutano
di ritirare al suo posto la notifica.

4 - Ci sono anche orari da rispettare: la notifica è nulla se eseguita prima delle 7 e dopo le 21; la domenica o nelle festività.

Se le regole per comunicarvi la multa non sono state rispettate, avete tempo 60 giorni dalla notifica per ricorrere al Giudice di pace: dev’essere quello della città dov’è avvenuta l’infrazione. La “vittoria” è molto probabile.

Qualche caso particolare

Sopra, il foglio di accertamento di una violazione al Codice della strada.

POTREBBE ANCHE ANDARE "PERSA" - Che succede se il portinaio perde la notifica o se qualcuno vi fa un dispetto prendendola dalla vostra cassetta delle lettere e la butta? Affinché ci siano più possibilità che riceviate la multa, la Corte costituzionale (sentenza 346/1998) stabilisce che, se il destinatario non ritira la multa, venga fatta una seconda notifica. Ovviamente, se “sparisce” anche questa, sarà difficile dimostrare di non averla ricevuta.

E SE VI CHIEDONO DI PAGARE UNA MULTA CHE NON AVETE MAI RICEVUTO? - Ecco un caso particolare: voi siete sicuri di non avere mai ricevuto una multa, e vi viene recapitata una cartella esattoriale in cui vi chiedono il doppio della sanzione originaria. Che fare? Controllate che non vi abbiano mai spedito la prima multa, recandovi all’ente verbalizzante (per esempio, il Comando dei Vigili) e chiedendo la prova dell’invio della sanzione. Se non la mostrano, fate ricorso al Giudice di pace.

Aggiungi un commento
Ritratto di GeoMirko
3 settembre 2009 - 10:24
Buongiorno sono un ragazzo della provincia di Avellino e leggo la VS rivista assiduamente dal 2003. Vi contatto perchè ultimamente mi è sorto un dubbio: Quale patente bisogna possedere per portare un quad di qualsiasi cilindrata e potenza? Vi ringrazio anticipatamente. Mirko
Ritratto di scrimix
13 ottobre 2009 - 20:20
comunque vada siamo sempre noi a pagare anche se non commettiamo noi l'errore
Ritratto di foralbi
23 ottobre 2009 - 18:09
Buona sera... Con l'inizio del prossimo anno, ho l'intenzione, di acquistare un auto... Dispongo della possibilita di acquistarla con legge 104 . La mia domanda era questa: oltre a questa agevolazione dell'acquisto con la legge 104, posso usufruire anche dei bonus rottamazione, qualora l'anno a venire ne contempli la possibilita'? Grazie e colgo l'occasione per distinti saluti...Laura.
Ritratto di marco l.
19 novembre 2009 - 21:40
Buona sera ho ricevuto una multa per eccesso di velocità rilevata mentre mi stavo recando al pronto soccorso dell'ospedale con il mio bambino. I tempi di notifica sono stati rispettati ma chiedevo se c'era qualche possibilità di annullare la contravvensione data la situazione in cui è stata rilevata. Tra le altre cose era notte è la contravvenzione è stata rilevata con l'autovelox. Grazie a tutti
Ritratto di davide 71
22 novembre 2009 - 15:58
Ho già sentito diversi casi del genere perchè lavoro in un ospedale e il più delle volte hanno fatto ricorso presentando il verbale del pronto soccorso che certifica l'ora di accettazione del malato o del ferito. In alcuni casi la multa è stata annullata,però non le posso dare la certezza matematica,arrivederci.
Ritratto di luposila60
6 gennaio 2010 - 23:47
Puoi riccore per il motivo che prestavi soccors.
Ritratto di marlon84
27 gennaio 2012 - 17:38
3
"....Non è punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessità di salvare sé od altri dal pericolo attuale di un danno grave alla persona, pericolo da lui non volontariamente causato, né altrimenti evitabile, sempre che il fatto sia proporzionato al pericolo....."
Ritratto di davide 71
22 novembre 2009 - 15:42
Buongiorno a tutti,qualche anno fà ho letto su al volante (rivista cartacea) un'articolo interessante sulle caratteristiche che deve avere un'auto per essere venduta come "auto a km.0"ed in particolare era scritto quanti km. deve avere per essere tale e non un usato a tutti gli effetti. Ovviamente non essendo in possesso di maggiori informazioni ed essendo interessato ad un'acquisto chiedo se mi potete dare una risposta a questo dubbio e se eventualmente sono cambiate le leggi che regolamentano questo tipo di mercato,grazie.
Ritratto di trap
29 giugno 2010 - 20:17
Non ricordo il numero esatto ma è un'inezia: qualcosa tipo 20 km.
Ritratto di marlon84
27 gennaio 2012 - 17:43
3
la macchina non deve avere piu di 100km sul contachilometri, oltre viene considerato come un usato. Il vantaggio è che si risparmia abbastanza e sono pronta consegna Lo svantaggio è che garanzia è computata dal momento dell'immatricolazione e che al momento della rivendita risulta avere 2 proprietari.
Pagine

DA SAPERE PER CATEGORIA

listino
Le ultime entrate
  • Skoda Citigo
    Skoda Citigo
    da € 10.220 a € 15.345
  • Jaguar F-Type Convertibile
    Jaguar F-Type Convertibile
    da € 66.950 a € 151.240
  • Ferrari California T
    Ferrari California T
    da € 190.920 a € 192.140
  • Ferrari 488 Spider
    Ferrari 488 Spider
    da € 247.400 a € 248.620
  • Ferrari 488
    Ferrari 488
    da € 222.695 a € 223.961

PROVATE PER VOI

I PRIMI CONTATTI

  • Jaguar F-Type Convertibile 2.0 I4 300 CV R-Dynamic Automatica
    € 71.890
    I 300 CV del nuovo 2.0 turbo della Jaguar F-Type spingono con vigore: la guida è appagante. Non altrettanto, però, si può dire dell’abitacolo.
  • Mercedes S 63 AMG 4MATIC Lunga
    € 174.590
    Evoluti sistemi di guida autonoma, abitacolo ricco e confortevole: la rinnovata Mercedes S è un salotto hi-tech. E, nella versione AMG da 612 CV, ha prestazioni notevoli. Resta la scomoda leva del freno a mano elettrico…
  • Land Rover Range Rover Velar P380 First Edition
    € 112.400
    La Range Rover Velar ha stile e interni accoglienti; nonostante le imponenti dimensioni, si lascia condurre con facilità anche fuori dall’asfalto. Ma l’accessibilità al baule non è il suo punto forte.