NEWS

Formula 1 2016: a Barcellona il secondo giorno di test

23 febbraio 2016

Ancora Vettel (Ferrari) svetta a Barcellona, ma il tedesco chiude nella ghiaia a quattro minuti dalla fine.

Formula 1 2016: a Barcellona il secondo giorno di test
BENE SEB, MA... - Seconda giornata di test di Formula 1 a Barcellona all'insegna di tre fattori: i long run, il debutto delle mescole ultrasoft portate dalla Pirelli e l'onnipresente Ferrari (nelle foto). I primi hanno permesso di capire qualcosa in più in termini di affinamento delle monoposto; le seconde si sono rivelate decisamente performanti ma con una durata addirittura inferiore alle previsioni (non si può dire con assoluta certezza, ma - all'inizio della stagione - è verosimile che non tutti abbiano azzeccato l'assetto giusto per farle rendere al meglio); la terza ha stupito in positivo, salvo poi fermarsi nella ghiaia a quattro minuti dalle 18, orario di fine turno.
 
NICO MARATONETA - Rispetto a ieri, la Mercedes ha sostituito Lewis Hamilton con Nico Rosberg: il tedesco ha messo insieme qualcosa come 172 giri (più di 800 km) portando al debutto un bodykit aerodinamico inedito. Alla fine della giornata Rosberg ha incassato 2” dal miglior tempo di giornata (Vettel con un 1'22”810 di sicuro interesse): se si trattasse di qualcosa di correlato a un Gran Premio, si potrebbe parlare di allarme rosso per la Mercedes. In realtà, si può più correttamente affermare che oggi la ricerca della performance con le ultrasoft è stata la libera uscita per i piloti in una giornata dedicata all'acquisizione dei dati e alla prova dell'affidabilità.
 
LA RENAULT... NON TWITTA - Tra le 11 auto scese in pista oggi, solo la Renault non ha coperto la distanza di un Gran Premio: Palmer si è fermato dopo 42 giri con il motore che, stando a quanto riportato sul proprio canale Tweeter dalla Renault, “avrebbe voluto fare un tweet e poi ha optato per i segnali di fumo”. Con la stessa power unit, tuttavia, Ricciardo ha inanellato 112 giri senza apparenti problemi. Pur nelle retrovie nella classifica dei maratoneti, significativi i 71 giri di Wehrlein (Manor) ma soprattutto i 79 di Gutierrez (Haas), che ha siglato il sesto tempo di giornata e, soprattutto, ha palesato un ritmo da metà schieramento - qualcosa di non proprio scontato per una scuderia debuttante.
 
BENE PEREZ - A giudicare dalle percorrenze, si preannuncia un campionato all'insegna dell'affidabilità: Vettel si è fermato dopo 126 giri; Verstappen (Toro Rosso) ha accusato un malfunzionamento al motore (anch'esso Ferrari) ma è riuscito a ripartire in breve tempo. Discorso competitività? Difficile pronunciarsi; dovendo però puntare una manciata di spiccioli su una possibile sorpresa di inizio stagione, il suggerimento è sulla Force India. Sulla VJM09 appena svezzata, infatti, Sergio Perez ha girato in 1'23”650 con le supersoft (e ha avuto un ottimo passo con le medie): appena un decimo di secondo in meno rispetto a Ricciardo (Red Bull), che ha segnato oggi il secondo tempo a 0”7 da Vettel, ma con l'ausilio delle ultrasoft.
Aggiungi un commento
Ritratto di monodrone
24 febbraio 2016 - 10:05
Solo prove gomme i tempi contano poco. 172 giri senza problemi però sono veramente tanti. Questo è il dato che conta, Mercedes ancora da battere. E come sempre forza Force India!!!!
Ritratto di freaklondon
24 febbraio 2016 - 11:58
Difficile ipotizzare, purtroppo, che allo stato attuale le Mercedes siano state raggiunte o addirittura superate, impressionante la loro prova di affidabilità e completa noncuranza dei tempi. Sicuramente una Ferrari moolto migliore della precedente, spero si sia almeno avvicinata sensibilmente alle frecce d'argento, giornalisti della BBC hanno ipotizzato, considerando mescole utilizzate e ipotetici carichi di benzina, un distacco di 0.8 sec dalla Mercedes a parità di condizioni... spero che sbaglino e che il margine sia sensibilmente inferiore...
Ritratto di luigi sanna
24 febbraio 2016 - 17:20
Volano (in prospettiva) gomme medie e carburante, parlo di Mercedes. Il tempo di Vettel è un Signor tempo, ma fatto con le nuove Supersoft. Gomme da un giro secco, già nel secondo giro perdono un secondo, appunto. Quindi, niente di nuovo... la Ferrari (Vettel) dovrà sudare, il bollito Finlandese, non lo considero.
Ritratto di mariofiore
25 febbraio 2016 - 11:13
Ma la Volkswagen è sempre quella ditta che rischia il fallimento, per le forti multe ricevute e in procinto di ricevere, per la truffa sulle emissioni? Ma corre in Formula 1? Se la risposta è negativa perchè scrive questo commento? Dipendente Volkswagen anche lei?

PROSSIMO GP

Circuit de Spa-Francorchamps 2016
Circuit de Spa-Francorchamps
ORARI
Venerdì 26 Agosto
Prove 110:00 - 11:30
Prove 214:00 - 15:30
Sabato 27 Agosto
Prove 311:00 - 12:00
Qualifiche14:00 - 15:00
Domenica 28 Agosto
Gara14:00

NEWS FORMULA 1