NEWS

Formula 1 2016, risultato gara di Abu Dhabi: Rosberg vince il campionato

27 novembre 2016

Formula 1, ordine d’arrivo del gran premio di Abu Dhabi, ultima gara della stagione 2016.

Formula 1 2016, risultato gara di Abu Dhabi: Rosberg vince il campionato

PRIMO TITOLO - La seconda posizione ottenuta nel Gran Premio di Abu Dhabi vale a Nico Rosberg (foto qui sotto) il primo titolo piloti in Formula 1, al termine di una stagione iniziata con quattro successi consecutivi e gestita poi con grande esperienza. Il pilota della Mercedes si aggiudica il titolo 34 anni dopo il padre Keke Rosberg, iridato nel 1982 al volante di una Williams, conquistando in totale nove vittorie e finendo per altre sette volte sul podio. Rosberg termina la stagione con 5 punti di vantaggio sul compagno di scuderia Lewis Hamilton, vincitore degli ultimi due campionati, a cui non è bastato aggiudicarsi il gran premio e abbassare il ritmo di gara: nelle ultime fasi di gara Hamilton ha cercato di fari rientrare gli inseguitori, con la speranza di mandare Rosberg giù dal podio e scavalcarlo in classifica generale.

NESSUN RIBALTONE - Il copione della gara non riserva grandi sorprese. Hamilton parte davanti a tutti e può in qualche modo concedersi il lusso di influenzare lo svolgimento del gran premio, visto che sulla pista di Abu Dhabi è molto complicato effettuare sorpassi. Al via Rosberg mantiene la seconda posizione, mentre Verstappen incappa in un testa-coda e si ritrova ultimo alla prima curva. Hamilton si ferma ai box al giro numero 8, Rosberg al passaggio successivo. Verstappen recupera posizioni e posticipa il momento della sosta, ritrovandosi davanti a Rosberg, che lo sorpassa con bravura al giro 20. In questa fase di gara Hamilton gestisce un vantaggio di circa quattro secondi. Il secondo pit stop va a termine senza colpi di scena, e così anche i doppiaggi che Hamilton e Rosberg devono effettuare a partire dal giro 39.

IL SUCCESSO DOPO LA GAVETTA - Vettel conquista la quarta posizione al giro 46 e da lì punta Verstappen, terzo, che non ha margine per distanziarlo. Negli ultimi giri Hamilton prova il tutto per tutto e confida nella rimonta degli inseguitori, che facilita alzando l’andatura, ma l’ultimo colpo di scena è il soprasso di Vettel ai danni di Verstappen. Rosberg accoglie la bandiera a scacchi con entusiasmo e dal podio si dice orgoglioso per avere replicato l’impresa del padre. Il neo-campione rivolge poi le congratulazioni a Hamilton, che ricambia il gesto, dopo averlo visto trionfare negli ultimi due campionati. Rosberg corona in questo modo una carriera in Formula 1 iniziata nel 2006, alla Williams, prima del passaggio nel 2010 alla Mercedes: i primi anni - insieme a Michael Schumacher - sono stati avari di soddisfazioni, prima del grande risultati in questa stagione.

L'ORDINE D'ARRIVO DELLA GARA

POS NO DRIVER CAR LAPS TIME/RETIRED PTS
1 44 Lewis Hamilton MERCEDES 55 1:38:04.013 25
2 6 Nico Rosberg MERCEDES 55 +0.439s 18
3 5 Sebastian Vettel FERRARI 55 +0.843s 15
4 33 Max Verstappen RED BULL RACING TAG HEUER 55 +1.685s 12
5 3 Daniel Ricciardo RED BULL RACING TAG HEUER 55 +5.315s 10
6 7 Kimi Räikkönen FERRARI 55 +18.816s 8
7 27 Nico Hulkenberg FORCE INDIA MERCEDES 55 +50.114s 6
8 11 Sergio Perez FORCE INDIA MERCEDES 55 +58.776s 4
9 19 Felipe Massa WILLIAMS MERCEDES 55 +59.436s 2
10 14 Fernando Alonso MCLAREN HONDA 55 +59.896s 1
11 8 Romain Grosjean HAAS FERRARI 55 +76.777s 0
12 21 Esteban Gutierrez HAAS FERRARI 55 +95.113s 0
13 31 Esteban Ocon MRT MERCEDES 54 +1 lap 0
14 94 Pascal Wehrlein MRT MERCEDES 54 +1 lap 0
15 9 Marcus Ericsson SAUBER FERRARI 54 +1 lap 0
16 12 Felipe Nasr SAUBER FERRARI 54 +1 lap 0
17 30 Jolyon Palmer RENAULT 54 +1 lap 0
NC 55 Carlos Sainz TORO ROSSO FERRARI 41 DNF 0
NC 26 Daniil Kvyat TORO ROSSO FERRARI 14 DNF 0
NC 22 Jenson Button MCLAREN HONDA 12 DNF 0
NC 77 Valtteri Bottas WILLIAMS MERCEDES 6 DNF 0
NC 20 Kevin Magnussen RENAULT 5 DNF 0
Aggiungi un commento
Ritratto di Mattia Bertero
27 novembre 2016 - 17:20
2
FORMULA 1. Primo meritatissimo mondiale di Rosberg, dopo tanti anni in cui ha subito accuse, la pressione di Hamilton finalmente ha dimostrato che è divenuto un pilota completo, Hamilton ci ha provato eccome ha dato il massimo ma non è bastato...Fine della stagione è tempo di bilanci: la Mercedes è la squadra perfetta con la macchina perfetta, in grado di gestire due piloti competitivi e di riprenderli in caso di disputa accesa (vedi G.P. di Spagna). Delusione Ferrari su tutti i fronti: una gestione fallimentare da parte di Arrivabene in grado solamente di dire che nel g.p. dopo la Ferrari tornerà competitiva ha portato la squadra a comandare agevolmente per una buona parte del g.p. iniziale in Australia per arrivare a fare fatica ad arrivare a podio...mancanza di sviluppi alla macchina, continue lotte politiche interne hanno distrutto una competitività di base presente. Vettel non è stato esente da errori in tre occasioni ha scatenato incidenti alla prima curva e molte volte se lasciato andare a dichiarazioni forzate ed anche maleducate in alcuni ambiti, non è più quel pilota che dominava alla Red Bull...alla fine in Ferrari quello che si è comportato meglio è stato Kimi Raikkonen, classificato da anni come bollito, ha saputo stare davanti al tedesco molte volte. Ma la vera sorpresa dell'anno è stato Verstappen: un pilota velocissimo, fantasioso, menefreghista. In una Formula 1 che è diventata la parodia di se stessa l'olandese rappresenta una ventata d'aria fresca. Un pilota di altri tempi come se ne vedevano negli anni 70-80, con due pàlle così che non hapaura di dire quello che pensa. e pensare che hanno cercato di bloccarlo con l'introduzione nel G.P. USA dell'assurda regola che impediva il cambiamento di traiettoria in frenata (punto di forza di Verstappen) introdotta per le lamentele dei piloti...anche loro sembrano diventati una parodia. Insomma una stagione con i soliti vincitori a parte Rosberg ma che ha riservato anche delle sorprese positive e negative.
Ritratto di MatteFonta92
27 novembre 2016 - 19:23
3
Complimenti a Nico per il suo primo titolo iridato... che dire, vincerlo sotto il naso di Hamilton, per giunta con una vittoria in meno in campionato rispetto all'inglese, è un'ulteriore soddisfazione per lui e dimostra come volesse questo titolo a tutti i costi. La Ferrari invece non ha saputo dare continuità ad un buon inizio di stagione, collezionando il secondo campionato in tre anni senza alcuna vittoria; davvero una situazione sconfortante... dal 2017 però ci saranno i nuovi regolamenti che stravolgeranno di nuovo le vetture e mi auguro che il Cavallino possa tornare ai livelli che più gli competono.
Ritratto di PongoII
27 novembre 2016 - 20:03
5
GP Abu Dhabi 2016 - Gara - Ed alla fine arriva Nico... si potrebbe argomentare sulla falsariga di del titolo di un film con Stiller & Aniston, il biondo teutonico riesce ad infrangere il tabù di essere il primo tedesco a vincere su auto made in Germany il Mondiale Piloti (quello Costruttori è già "cosa loro" da tempo). Lewis non demerita, e prova pure la strategia "a tappo" per tentare di metter più auto possibili tra lui ed il compagno di squadra, ma, questa volta, deve abdicare. La Ferrari ha un rigurgito d'orgoglio, principalmente con Vettel - cui questo circuito ha dato tanti onori quante insoddisfazioni al Cavallino - che aggiusta in pista una gara non partita benissimo. Onore ai "pensionanti": Massa, il Campione Mondiale per 40 secondi nel 2008 e - permettetemi - soprattutto Button, Mondiale 2009, che mi è sempre stato simpatico ed a cui auguro un buon prosieguo di vita, con moglie, madre ed uno sguardo da lassù da parte del padre e delle sue polo rosa...; peccato che abbia finito come ebbe iniziato, ovvero con un ritiro. Un plauso anche a Max (ed alla sua avvenente mamma...) che l'anno prossimo potrebbe essere un agguerrito concorrente al primato, a patto che genio e sregolatezza si bilancino a favore della prima qualità. In conclusione, 2017 nuove gomme, motori e regole... chissà che il ciclo Mercedes non si interrompa e, magari, che lo spettacolo aumenti. Forza Ferrari, Dai Shumi, W la F1 (ed anche la Foca e che D1o la benedoca...)
Ritratto di Gordo88
27 novembre 2016 - 20:36
Rosberg si dimostra un vero signore a congraturarsi con hamilton a fine gara quando lui invece non lo ha degnato di uno sguardo ed in gara ha rallentato il passo per far capitare chissache. Non sarà il pilota più forte in assoluto ma ha vinto meritatamente e di sicuro sa perdere in maniera più dignitosa del suo compagno di squadra. Bravo!!!
Ritratto di v8sound
27 novembre 2016 - 23:34
Non so cosa tu abbia visto, comunque sotto il podio Hamilton è andato a congratularsi con Rosberg. Sul rallentamento sono dell'opinione che abbia fatto la sua gara, stranamente nessuno ha fatto notare che Rosberg avrebbe potuto superare il proprio compagno di squadra...
Ritratto di Gordo88
28 novembre 2016 - 09:05
Era quello che voleva hamilton innescare il conflitto per poi indurlo a fare un errore. Ma rosberg si giocava il mondiale, mica è nato ieri eh...
Ritratto di FiestaLory
28 novembre 2016 - 01:50
Onore a Rosberg, che vince con merito. Ha ottenuto il Titolo puntando sulla sua dote principale: la costanza di rendimento. Tuttavia ha saputo anche sfoderare gli artigli quando necessario. Detto ciò, la speranza é che questa F1 migliori, perché così non va. All'anno prossimo e Forza Ferrari!
Ritratto di G.Mario
28 novembre 2016 - 07:01
Grande Nico ed immensa Mercedes. Ora tocca agli altri colmare lo svantaggio.
Ritratto di palazzello
28 novembre 2016 - 08:28
Complimenti a Rosberg per il mondiale vinto. Ho la sensazione che sia il primo e ultimo mondiale vinto. E non so perché abbia questa sensazione. Forse lo vedo non come un fuoriclasse ma come un buon pilota con una buona macchina. Ora spero che il prossimo anno sia un mondiale targato Ferrari anche se ci spero poco. Magari lo vince Verstappen il mondiale!!!
Ritratto di palazzello
28 novembre 2016 - 09:09
Hamilton sarà un fuoriclasse per gli altri ma non per me anche perché non basta essere veloci in pista e saper guidare ma soprattutto bisogna essere uno che sa comportarsi bene fuori dalla pista. E questo lui non lo ha fatto: cerca il modo di eludere gli ordini di scuderia, ha attaccato il compagno reo di essere favorito dalla Mercedes perché entrambi tedeschi, nell'ultimo Gran Premio ha rallentato per far si che Rosberg potesse essere superato....questi sono comportamenti da bambini di due anni!!!
Pagine

PROSSIMO GP

Melbourne Grand Prix Circuit 2017
Melbourne Grand Prix Circuit
ORARI
Venerdì 24 Marzo
Prove 102:00 - 03:30
Prove 206:00 - 07:30
Sabato 25 Marzo
Prove 304:00 - 05:00
Qualifiche07:00 - 08:00
Domenica 26 Marzo
Gara06:00

NEWS FORMULA 1