NEWS

Nico Rosberg: il gregario diventato campione

28 novembre 2016

Il campionato del mondo 2016 di Formula 1 va al 31enne Nico Rosberg che, dopo una lunga gavetta, riesce a conquistare la vetta più alta.

Nico Rosberg: il gregario diventato campione

GREGARIO A CHI? - Il titolo vinto ieri consacra Nico Rosberg fra i grandi della Formula 1 e lo priva di quell’etichetta assegnata per consuetudine a tutti i gregari, che trascorrono stagioni intere all’ombra di un compagno più vincente e di successo: da quando è approdato alla Mercedes nel 2010 il neo-campione lo è stato di Michael Schumacher e Lewis Hamilton, favoriti perché già pluri campioni del mondo. Il 31enne tedesco entra nell’albo d’oro dei piloti iridati e bissa il titolo del padre, conquistato nel 1982, replicando l’impresa già messa a segno da Damon Hill (che vinse dopo il padre Graham). Rosberg si è imposto al termine di una stagione iniziata con grande intensità, vincendo le prime quattro gare e sfruttando un passaggio a vuoto di Hamilton (settimo in Cina), prima del discusso incidente nel Gran Premio di Spagna: in quell’occasione Rosberg e Hamilton entrano in contatto a inizio gara e sono entrambi costretti al ritiro. 

RIMONTA E CONTRO SORPASSO - In questo momento della stagione Rosberg ha 43 punti di vantaggio su Hamilton, ma nelle due gare successive finisce settimo e quinto e si trova a +9 dal compagno, vincitore di entrambi i gp, che sentiva di aver già completato la rimonta. Il tedesco fa i conti nel Gran Premio del Canada con Max Verstappen della Red Bull, rivelazione dell’anno, che difende la quarta posizione nelle battute finali e lo costringe ad accontentarsi della quinta. Rosberg dà prova in ogni caso di grande solidità e forza mentale, virtù in cui aveva sempre peccato, aggiudicandosi il Gran Premio d’Europa e ricacciando Hamilton a -24. Da qui inizia però la fase più complessa della stagione: Hamilton vince le quattro gare consecutive e ottiene il vertice della classifica, portandosi anche a +29, complice anche una discussa penalità ricevuta da Rosberg nel Gran Premio di Germania. Rosberg inizia la contro-rimonta del Gran Premio del Belgio, vincendolo, e trionfando tre volte nelle quattro gare successive. 

NEL FINALE PUÒ GESTIRE - Il momento chiave della stagione si verifica durante il Gran Premio del Bahrain, in cui Rosberg arriva terzo (questo risultato separa le vittorie del Belgio, d’Italia, di Singapore da quella del Giappone) dopo una grandissima rimonta: al giro 41 la Mercedes di Hamilton fa le bizze e lascia a piedi il pilota inglese, che fin lì aveva dominato, rendendolo furioso e portandolo ad avanzare dubbi sul fatto che qualcuno in Mercedes non volesse fargli vincere il titolo. Rosberg si porta a +23, e guadagna altri 10 punti nella gara successiva. A questo punto mancano al termine della stagione quattro gare. Il pilota tedesco non corre più alcun rischio e si “limita” a gestire il vantaggio, finendo secondo sempre alle spalle di Hamilton, ma sfodera un ultimo colpo di bravura proprio nella gara conclusiva, ad Abu Dhabi, quando supera Verstappen con cattiveria (e coraggio) e legittima il titolo iridato. 

Aggiungi un commento
Ritratto di ceccorapo
30 novembre 2016 - 15:12
Francamente, gregario? E' velocissimo e non portaborracce di Hamilton, notoriamente gran pilota antipatico assai. Penso che Rosberg sarebbe prima guida anche in altri team, come lo è in Mercedes. Ha ben vinto il mondiale 2016 dopo aver battagliato con l'inglese, come negli anni precedenti. bravissimo Nico!
Ritratto di Fulminebianco
1 dicembre 2016 - 12:55
Piuttosto che vedere rivincere il campionato il cioccolatino meglio qualunque altro pilota del "circus".
Ritratto di caronte
20 dicembre 2016 - 08:51
Anche se tifo Ferrari voglio fare gli auguri a pilota e scuderia superiori agonistivamente e competitivamente anche questa stagione.

NEWS FORMULA 1