Honda

Fondata nel 1948 a Tokyo da Soichiro Honda, per i primi 12 anni di vita l'azienda si è dedicata a due ruote di crescenti ambizioni, dalla mera motorizzazione di massa del Giappone in ginocchio per gli esiti della Seconda Guerra Mondiale, fino all'attacco (rapido e letale) al gotha del motociclismo rappresentato dalla produzione inglese e italiana. Le prima Honda a quattro ruote risalgono agli anni Sessanta, con il pick-up T360, appartenente alla classe delle K-car, che batte sul tempo la spiderina S500, dotata di un motore motociclistico di soli 531 cm3 e 44 CV. 
 
L'ascesa dell'azienda è velocissima, tanto che già nel 1964 la Honda presenta un proprio team di Formula 1, l'unico a costruire in casa motore e telaio insieme alla blasonata Ferrari. La formazione è tutta nipponica, fatta salva la presenza di Ron Bucknum come pilota; è un altro statunitense, Richie Ginther, a regalare il primo successo alla Casa in una gara di Campionato, aggiudicandosi il Gran Premio del Messico del 1965. La prima esperienza della Honda in Formula 1 si conclude nel 1968, ufficialmente a seguito della morte di Jo Schlesser nel Gran Premio di Francia; dopo il ritorno come  fornitore di motori nel 1983, in meno di un decennio le monoposto motorizzate Honda vincono 6 mondiali costruttori e 5 titoli piloti. Dal 2006 al 2008, infine, il team Honda ottiene un successo con Jenson Button: quando i vertici Honda decretano il ritiro, il materiale viene ritirato dall'ex team manager Ross Brawn che, nel 2009, vince a mani basse il Mondiale piloti (con Button) e costruttori.
 
Tornando alla produzione di serie, sin dagli anni Ottanta la Honda ha puntato in modo deciso sul mercato statunitense, aprendo vari stabilimenti; del 1986 l'idea di differenziare il marchio per auto di lusso, con la nascita della Acura. E' di questo periodo la concezione dei motori con tecnologia V-Tec (a fasatura variabile): aspirati con potenze unitarie nell'ordine dei 100 CV/litro senza perdere granché in trattabilità, equipaggiano la couperina CRX (1992) e la berlina Civic. Riprendono molti concetti tecnici introdotti dalla supercar NSX del 1990 e trovano la subilmazione nel 2 litri da 240 CV che equipaggia l'affascinante spider S2000, presentata nel 1998 e ideale trait d'union con la produzione attuale (l'ultima S2000 è stata venduta nel 2009). Tra i modelli che hanno segnato la storia della Honda, la già citata Civic: nata nel 1972 e giunta alla nona generazione, è stata la testa di ponte per il mercato statunitense a metà anni Settanta; la berlina Accord (nata nel 1976 e proposta nel 1987 con l'assale posteriore a ruote sterzanti) e la coupé Legend.

Novità Honda

Video Honda

  • Honda Civic
    La nuova Honda Civic dà un taglio netto col passato: abbandonate le forme tondeggianti del modello precedente, ora sfoggia linee più filanti.
  • Intervista ad Alessandro Skerl
    La Honda Civic rappresenta la grande novità della casa giapponese al Salone di Parigi: ce la presenta il direttore generale di Honda Motor Europe Italia.
  • Honda NSX
    La Honda NSX sulla pista di Sonoma in California durante la sua prima uscita ufficiale: la supercar giapponese ha motore ibrido e ben 580 CV.
  • Honda Jazz
    La Honda Jazz è stata completamente rinnovata pur restando fedele all'impostazione di auto funzionale e molto spaziosa. Ora è pronta all'esordio sul mercato.
  • Honda Civic Type R
    Il campione dei campionati turismo Gabriele Tarquini parla della nuova berlina sportiva giapponese e dei suoi 310 CV.
  • Honda Civic Type R
    Si riconosce immediatamente per le vistose appendici aerodinamiche e per il grande alettone posteriore. Il motore della più sportiva delle Honda Civic non è da meno.

Primi contatti Honda

Prove Honda

dagli archivi