Land Rover

Nel 1948 la Rover presenta la prima Land Rover: la carrozzeria robusta e la trazione sulle quattro ruote permettono di affrontare ogni tipo di terreno. La struttura da cui parte il progettista Maurice Wilks è quella della Jeep, utilizzata dagli americani durante la Seconda Guerra Mondiale; il risultato è quello di una fuoristrada capace di arrivare ai nostri giorni, attraversando più di sessant'anni di storia automobilistica. Svariate sono le Land Rover che si sono succedute nel tempo: possibile a grandi linee distinguere tre serie iniziali, che nel 1983 hanno lasciato il posto alla 90/110/127 (le cifre indicano la lunghezza del passo, espressa in pollici) e, dal 1990, alla Defender, ovviamente aggiornata nel corso degli anni.
 
Nel frattempo, la casa madre Rover viene acquistata (1968) dalla British Leyland, nata dalla fusione della British Motor Corporation e della Leyland Motors; quando quest'ultima viene nazionalizzata (1975), il nome Land Rover viene utilizzato per definire una Casa automobilistica autonoma: un anticipo di ciò che da qualche tempo avviene con brand “forti”. Nel 1970 era avvenuto il lancio della Range Rover, la prima fuoristrada di lusso che, in buona parte, prefigura le attuali suv di fascia alta; il 1989 vede il lancio della Discovery, che si inserisce tra la Land e la Range Rover.
 
Nel 1994 la BMW acquista la Rover, privatizzata nel 1988: nello stesso anno, nasce la seconda generazione di Range Rover dopo quasi un quarto di secolo di onorata carriera e, nel 1997, la più piccola Freelander. Il 2000 saluta il passaggio di proprietà della Land Rover dalla BMW alla Ford, che nel 2002 rinnova la Range Rover e nel 2004 la Discovery; l'impronta statunitense dura fino al 2007, quando il colosso di Detroit mette in vendita Land Rover e Jaguar. Nel 2008 l'ultimo cambio di assetto: è l'indiana Tata ad acquistarle, introducendo tra il 2010 e il 2012 la quarta generazione della Discovery, la Range Rover Evoque (modello di grande successo) e la quarta generazione di Range Rover, nonché (nel 2015) la Discovery Sport.

Novità Land Rover

Video Land Rover

  • Range Rover Velar
    Si chiama Velar, come i prototipi della prima Range Rover. Ma è una suv sofisticata e attuale, una seria alternativa a vetture del calibro dell’Alfa Romeo Stelvio o della nuova Audi Q5.
  • Land Rover Discovery
    Si rinnova completamente la suv inglese che diventa più grande e più raffinata senza perdere nulla delle sue capacità fuoristradistiche. L’abitacolo si presenta ancora più curato ed elegante.
  • Range Rover: la guida automatica in offroad
    All-Terrain Progress Control System (ATPC) è il nome del dispositivo di guida automatica in fuoristrada che mantiene la velocità stabilita senza che il guidatore debba intervenire su freni e acceleratore.
  • Land Rover Discovery Sport
    Stile moderno e sofisticato per la erede della Freelander che ora ha sette posti è più lussuosa, ma non dimentica il dna fuoristradistico della marca.
  • Land Rover Discovery Sport
    Sembra più una Range Rover questa nuova Discovery Sport, che ha sette posti, uno stile filante e proporzioni molto azzeccate. In arrivo nel 2015.
  • Range Rover Sport SVR
    La potenza di 550 CV, da fare invidia a una supersportiva, ha comportato una serie di modifiche sostanziali a sospensioni, sterzo e freni della Range Rover Sport.

Primi contatti Land Rover

Prove Land Rover

dagli archivi

  • Range Rover Evoque: al Ring non è un pesce fuor d’acqua

    La difficile pista tedesca non ha incusso alcun timore reverenziale alla nuova suv inglese: nonostante la massa importante la Evoque Coupé ha, infatti, sfoderato una guidabilità di ottimo livello, ben supportata da un brillante e vigoroso 2.2 turbodiesel. Come era lecito attendersi, cambio e freni risultano inadeguati all’impiego al limite.
  • La Land Rover Discovery Sport traina un treno

    La Discovery Sport, con il 2.0 a gasolio da 180 CV, ha trainato i vagoni per dieci chilometri lungo un tratto di ferrovia.
  • Una Land Rover Defender tutta nuova per il 2015

    Diffuse le prime immagini del prototipo che sarà presentato al Salone di Francoforte. Il modello di serie dovrebbe entrare in commercio tra quattro anni: sostituirà l'attuale, che sostanzialmente è figlio legittimo di quello presentato nel lontano 1948.