Mahindra

La divisione automobili del Gruppo Mahindra, azienda conglomerata che opera in più di 100 Paesi al mondo, nasce quando K.C. Mahindra visita gli Stati Uniti e incontra l'ingegner Delmar G. Roos, uno dei padri spirituali della Willys Jeep. L'idea è semplice: portare la Jeep in India, territorio particolare e variegato. Le credenziali ci sono: l'azienda, nata con il nome di Mahindra & Mohammed, commercia in acciaio con la Gran Bretagna e gli Stati Uniti. Il 2 ottobre 1945 K.C. Mahindra, uno dei fondatori della M&M  inizia ufficialmente ad assemblare le Jeep su licenza. I principali sbocchi di vendita sono, come ovvio, l'esercito indiano, e uno sparuto gruppo di privati, che devono surrogare l'assenza di strade con un mezzo di comprovata robustezza.
 
Rapidamente, Mahindra estende i suoi interessi alla produzione di trattori agricoli e di veicoli commerciali leggeri, per poi diversificare ulteriormente nell'information technology. Nel 1994 si rende necessaria una ristrutturazione del Gruppo per fare fronte alle accresciute dimensioni: tra le sei aree strategiche, c'è anche l'Automotive. Nel 2000 Anand Mahindra, nipote di K.C. Mahindra, lancia la Scorpio, suv ante litteram interamente progettata e costruita in India: dal punto di vista automobilistico, è la piccola grande svolta che regala credibilità all'azienda.
 
Negli ultimi anni, la Mahindra attua una strategia di acquisizioni efficace, assicurandosi nel 2011 la coreana SsangYong, e andando a un passo dall'acquisto della Saab: in portafogli ha anche Reva, azienda specializzata in piccole auto elettriche. In ambito extra-automobilistico, va sottolineato come la divisione moto dell'azienda indiana prenda parte al Mondiale Moto 3 da alcuni anni: all'attivo, tuttavia, un solo terzo posto in un Gran Premio con il portoghese Oliveira. La produzione attualmente importata in Italia verte su tre modelli: la XUV 500, suv dalla linea aggressiva con carrozzeria portante,la fuoristrada Goa, disponibile anche in allestimento pick-up, e la Quanto, una monovolume compatta ma con telaio separato e trazione 4x4 come le "vere" fuoristrada.

 

Novità Mahindra

  • La Pininfarina venduta alla Mahindra

    Ufficializzato il passaggio della maggioranza della Pininfarina, storica società italiana di design ed ingegneria, agli indiani della Mahindra.
  • XUV Aero: la suv sportiva secondo la Mahindra

    Il prototipo XUV Aero esposto al Salone di Delhi ha un motore da 210 CV ed un sistema per gestire la modalità di guida.
  • La Mahindra XUV500 si rinnova

    La suv indiana cambia nell’estetica e guadagna optional finora non disponibili, ma conserva l’eccellente rapporto prezzo/contenuti.
  • La Mahindra Quanto arriva in Italia

    Suv dalle dimensioni contenute, monta un 2.2 turbodiesel da 120 CV. A due e quattro ruote motrici, a partire da 14.274 euro.
  • XUV 500: la prima suv della Mahindra ha sette posti

    A due e a quattro ruote motrici, questa suv indiana si fa apprezzare per la praticità: ha sette posti in soli 459 centimetri di lunghezza. Arriva a primavera, a prezzi da 22.900 a 24.900 euro.
  • Mahindra XUV500: la suv indiana per l'Europa

    La nuova suv, da poco in vendita in India, potrebbe arrivare anche in Italia l'anno prossimo con un 2.2 turbodiesel da 140 CV e una completa dotazione di accessori.

Primi contatti Mahindra

dagli archivi

  • La Mahindra XUV500 si rinnova

    La suv indiana cambia nell’estetica e guadagna optional finora non disponibili, ma conserva l’eccellente rapporto prezzo/contenuti.
  • XUV Aero: la suv sportiva secondo la Mahindra

    Il prototipo XUV Aero esposto al Salone di Delhi ha un motore da 210 CV ed un sistema per gestire la modalità di guida.
  • La Mahindra Quanto arriva in Italia

    Suv dalle dimensioni contenute, monta un 2.2 turbodiesel da 120 CV. A due e quattro ruote motrici, a partire da 14.274 euro.