NEWS

L'auto connessa secondo la Samsung

23 febbraio 2016

Il Samsung Connect Auto si collega alla porta OBD-II e fornisce anche consigli sul modo per consumare di meno.

L'auto connessa secondo la Samsung
SE L’AUTO DIVENTA SMART - Le automobili stanno vivendo in questi anni il passaggio da semplici mezzi di trasporto ad oggetti connessi, intelligenti (smart), capaci di relazionarsi con l'ambiente circostante o con le altre vetture presenti sulla strada. Per farlo hanno bisogno di una sorgente internet, optional molto costoso quando fornito in maniera diretta dalle case automobilistiche. Una soluzione alternativa è stata presentata dalla Samsung, che intende sfruttarla per un duplice scopo: connettere i passeggeri alla rete internet e sfruttare le informazioni fornite dal sistema per la diagnostica per diminuire i consumi e per migliorare lo stile di guida del conducente.
 
ASSISTENTE DI GUIDA - Il modulo si chiama Samsung Connect Auto e sarà disponibile negli Stati Uniti a partire dal secondo trimestre del 2016, inizialmente per i clienti della compagnia telefonica AT&T. Il Connect Auto ha le forme di uno spinotto e va inserito nella porta OBD-II (nella foto qui sopra), presente su tutte le automobili e collocata generalmente nella parte bassa del  cruscotto in posizione nascosta: da qui è possibile ricevere informazioni di vario genere sull'auto, fra cui ad esempio le condizioni del motore e dell'impianto elettrico. Lo spinotto diffonde la connessione wi-fi nell’abitacolo ed elabora i dati provenienti dalla OBD-II, avvisando per esempio il conducente quando deve effettuare un intervento di manutenzione o quando le percorrenze chilometriche si riducono in maniera significativa. L’automobilista può adeguare di conseguenza il proprio stile di guida.
 
C'È ANCHE L’ANTIVIRUS - Il Samsung Connect Auto si avvale del sistema operativo Tizen OS ed integra una sorta di antivirus, denominato Knox, che impedisce a malintenzionati di violare la porta OBD-II. La presenza della connessione ad internet rende il dispositivo molto utile quando si parcheggia in una zona sconosciuta, perché fornisce un servizio del tipo “trova la mia auto”: un’app cerca il segnale dal trasmettitore ed indica la posizione esatta dell’auto. La Samsung è convinta di poter indirizzare il Connect Auto ai professionisti, che gradiranno la possibilità di inviare in automatico una mail per tener conto delle spese sostenute al chilometro. Il dispositivo è stato presentato durante il Mobile World Congress di Barcellona (al quale si riferiscono le foto), rassegna fra le principali a livello europeo dedicate alla telefonia ed al mondo della comunicazione.
Aggiungi un commento
Ritratto di phoenix
23 febbraio 2016 - 17:07
Niente che si chiama SAMSUNG sarà mai in contatto con la mia centralina.
Ritratto di Francesco110
23 febbraio 2016 - 17:36
Meglio un bell'Iphone almeno la prima volta che un raggio di sole scalda l'abitacolo si spegne tutto e abbiamo risolto!
Ritratto di phoenix
23 febbraio 2016 - 20:59
E chi ha parlato di apple? Tutte due aziende che vendono sterco sovraprezzato sono per me.
Ritratto di lucios
23 febbraio 2016 - 17:09
3
Per me sarebbe utilissimo! Casomai con qualche app sbloccherei l'auto quando va in protezione per il maledetto FAP, visto che mi costa ogni volta 15 euro dal meccanico per farlo!
Ritratto di phoenix
23 febbraio 2016 - 21:01
Ci sono già programmi per pc per fare questo, ti serve solo un dongle per la presa obd e un pc o uno smartphone.
Ritratto di Vrooooom
23 febbraio 2016 - 21:25
https://play.google.com/store/apps/details?id=org.prowl.torque&hl=it un dongle costa 10€ e via
Ritratto di Silvio
24 febbraio 2016 - 10:08
Ma invece di tutte queste diavolerie che stanno prendendo piede, a quando l'orologio di bordo radio controllato senza dover manualmente passare dall'ora legale a quella solare ed avere sempre l'ora esatta?
Ritratto di Vrooooom
24 febbraio 2016 - 10:23
dipende dall'auto, ce ne sono con l'impostazione 'ora legale' ( Volvo per esempio)
Ritratto di Silvio
24 febbraio 2016 - 11:54
Sto parlando di una funzione che costa poche decine di Euro. La funzione "imposta ora legale" serve a ben poco. Parlo di radio controllato. A casa ne ho uno da 25 anni e al polso uno da 10 anni.
Ritratto di Vrooooom
24 febbraio 2016 - 13:49
ho capito ma IMHO non credo ci sia bisogno di un'orario spaccato al millesimo ( a meno di fare prove speciali in gara) quindi gli orologi già presenti sono ritenuti che sufficienti, così come la funzione calendarizzata di cambio ora legale/solare.
Pagine