La BMW Serie 7 riceve le cure dell'Alpina

9 febbraio 2016

L'Alpina B7 BiTurbo adotta un motore da 608 CV e vanta finiture di gran prestigio, indicate su una vettura per il turismo veloce

La BMW Serie 7 riceve le cure dell'Alpina
È BASATA SULLA PIÙ RICCA - La Alpina è specializzata nel preparare varianti più esclusive e raffinate delle BMW a listino, che diventano in questo modo una sorta di alternativa alle versioni firmate M: i motori predisposti dalla Alpina guadagnano in potenza e raggiungono valori da supercar, ma nell’abitacolo si trovano un lusso ed un’attenzione per il dettaglio molto superiori rispetto alle più specialistiche M. Sono vetture indicate per il “turismo veloce” piuttosto che per le sessioni di guida in pista. L’ultima elaborazione in ordine di tempo è la berlina Alpina B7 BiTurbo. Occupa il vertice del listino e trae origine dalla più ricercata fra le BMW Serie 7, ovvero quella a trazione integrale e nella variante di carrozzeria a passo lungo.
 
OLTRE QUOTA 600 CV - Elemento chiave della Alpina B7 BiTurbo è il noto motore V8 da 4.4 litri, sovralimentato, che in questa versione raggiunge i 608 CV e gli 800 Nm. La casa dichiara una velocità massima di 310 km/h ed un tempo di 3,7 secondi nel passaggio 0-100 km/h, nonostante un peso a vuoto superiore ai 2.100 chili. La percorrenza dichiarata si attesta in media a 9,6 l/km. Lo stesso V8 trova impiego anche sulla BMW M5, dove però non oltrepassa quota 560 CV. Il cambio automatico ha otto marce, assume la denominazione Switch-Tronic e prevede tre modalità di funzionamento, compresa una di matrice sportiva: chi guida può escludere l’assistenza del controllo di stabilità. Intorno al volante mancano i bilancieri deputati al cambio marcia, sostituiti da meno intuitivi ed immediati pulsanti.
 
QUATTRO RUOTE STERZANTI - I tecnici della Alpina sono intervenuti per modificare la risposta delle sospensioni e per adeguarla alle caratteristiche dell’auto, che mantiene le tecnologie presenti sulla BMW: la B7 BiTurbo offre ad esempio l’asse posteriore sterzante, il controllo attivo del molleggio ed il sistema per minimizzare l’effetto del rollio. Il conducente può intervenire su un apposito selettore ed impostare la modalità Sport+, che ribassa l’assetto di 2 cm ed imposta la modalità più “bellicosa” per telaio e sospensioni. Di serie vengono offerti cerchi in lega da 20 pollici (optional da 21), nel classico disegno multi-razza tipico della Alpina. I pneumatici sono ampi 255/40 all’anteriore e 295/35 al posteriore. L’elaborazione prevede una serie di appendici esterne e pellami di maggior qualità, rifiniti con impunture di colore verde e blu. Il quadro strumenti è digitale. Sulla plancia vengono applicate finiture in legno di mirto o in materiale laccato di nero. L’impianto frenante fa affidamento su dischi tradizionali, in acciaio, dalla misura ben superiore alla media: davanti sono ampi 39 cm e dietro raggiungono i 37 cm.
BMW Serie 7
TI PIACE QUEST' AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
60
44
14
5
23
VOTO MEDIO
3,8
3.773975
146
Aggiungi un commento
Ritratto di mirko.10
9 febbraio 2016 - 15:49
2
mmammmmamiaaaaa!!!!
Ritratto di MAXTONE
9 febbraio 2016 - 16:06
Le Alpina sono sempre state favolose, più esotiche delle stesse M tantissima roba.
Ritratto di Mattia Bertero
9 febbraio 2016 - 17:28
2
BMW. Quando si dice sportività e lusso vanno a braccetto... Qui ci troviamo di fronte ad un autentico mostro sotto l'aspetto tecnico che viene fuori quando si schiaccia l'acceleratore, per poi travestirsi da docile compagna di viaggio quando si vuole viaggiare tranquilli. Complimenti Alpina, tiri fuori sempre il meglio dalle BMW.
Ritratto di mirko.10
9 febbraio 2016 - 20:02
2
Il marchio alpina è sempre stata un'azienda che e' riuscita ad aggiungere, alla eleganza dei mod.bmw, dalla prima metà degli anni '60 per modelli scelti e di riferimento esclusività ulteriore ragionata al concepimento di firma esclusiva e pregiata per l'abitacolo interno ed elementi meccanici e motoristici affidabili e di qualità ricercata. L'estetica senza aggiungere il troppo per dimostrare la potenza in più e unica a disposizione del fortunato acquirente e poi possessore per diventare ex che sono pronto a rubargliela!
Ritratto di Nellaccio
9 febbraio 2016 - 21:39
Scusa e senza offesa , anzi simpaticamente ,ma a leggere il tuo commento mi viene in mente la super cazzola di "amici miei "...
Ritratto di mirko.10
9 febbraio 2016 - 23:52
2
Si, una sintesi pulita e veloce e con avvertimento finale.
Ritratto di Nellaccio
9 febbraio 2016 - 21:43
Comunque concordo nei contenuti . Una fuoriclasse di esclusività e sportività
Ritratto di Dicoluc
9 febbraio 2016 - 22:42
3
Io invece trovo questa B7 al limite del pacchiano tra paraurti, spoiler e quei dannati cerchi che sono sempre gli stessi e personalmente li trovo davvero brutti. Contenuti tecnici di primissimo livello eh, ma un'auto come la Serie 7 dev'essere elegante e non una roba da tamarri...basta già la M sport.
Ritratto di mirko.10
10 febbraio 2016 - 10:06
2
la alpina e' stata capace di intervenire nella meccanica gia' approntando modifica al diametro di sterzata alle ruote post. con escursione di 3cm. migliore stabilita' e prontezza di reazione ad alte velocita'. trovo l'estetica personalizzata e misurata. per un modello importante e cosi' grande potrebbe rendere l'illusione di riduzione della dimensione reale. si, piace o non piace questa firma ma non mi sembra esagerata tipo kit della lester. tutto riescono a fare ma per forza i cerchi sempre uguali dagli anni '60!
Ritratto di mirko.10
10 febbraio 2016 - 10:26
2
vorrei acquistarla, se mi convinco le cambio i cerchi.
Pagine