NEWS

Dopo la Veloce la Giulietta Business

1 febbraio 2013

Pensata per le flotte aziendali, la Giulietta Business è disponibile con il motore JTDM 1.6 da 105 CV. Il listino parte da 24.250 euro.

Dopo la Veloce la Giulietta Business

NEW ENTRY - Parte da questa settimana la commercializzazione della versione Business dell' Alfa Romeo Giulietta (nelle foto). Dopo la Veloce, variante con vestito sportivo della berlina del biscione, ecco dunque un allestimento pensato soprattutto per chi trascorre molto tempo in auto per lavoro. La dotazione di serie, votata ad offrire il massimo comfort per gli occupanti, include: sistema Blue&Me che consente il collegamento con il telefono via bluetooth, porte Usb e Aux, navigatore satellitare Tom Tom 2 Live, regolazione lombare elettrica per i sedili anteriori, regolatore di velocità e bracciolo anteriore. Compresi nel prezzo, anche l’Alfa Sound System con lettore cd e mp3 e 6 altoparlanti, volante in pelle multifunzione e i cerchi in lega da 16 pollici.

PER CHI VUOLE DI PIÙ - Disponibile a richiesta, al prezzo di 1.700 euro, il nuovo Business Class Pack che include alzacristalli elettrici posteriori, “clima” bizona, cerchi da 17’’ a turbina e navigatore satellitare con cartografia europea. L’allestimento Business è abbinato unicamente al 1.6 JTDM da 105 CV, il più richiesto da chi usa l'auto per lavoro con il 60% delle preferenze. Il motore consente all'Alfa Romeo Giulietta di raggiungere i 185 km/h di velocità massima e di fermare il cronometro a 11,3 secondi nello scatto da 0 a 100 km/h. Estremamente contenuti i consumi dichiarati dalla casa: 27 km con un litro nel ciclo extraurbano. Il prezzo, chiavi in mano, è pari a 24.250 euro con un vantaggio per il cliente del 51%.
 
 
 
Alfa Romeo Giulietta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
449
222
126
54
104
VOTO MEDIO
3,9
3.89843
955
Aggiungi un commento
Ritratto di ziu mario
1 febbraio 2013 - 17:29
bellissimaaaaaaa
Ritratto di Flavio Pancione
1 febbraio 2013 - 17:36
7
di inutili commenti per litigare attorno alla fiat..
Ritratto di domi2204
1 febbraio 2013 - 17:50
e straquoto.
Ritratto di lada-niva22
1 febbraio 2013 - 17:53
...un po troppo costosa nonostante la buona dotazione di questo allestimento. Il 1.6 JTD con 105 cv va bene per quest'auto (almeno per chi non ha pretese eccessive sulla velocità e bada ai consumi contenuti) però questo prezzo secondo me sarebbe più appropriato per una motorizzazione più potente,ad esempio con 120/140 cv.
Ritratto di LucaPozzo
2 febbraio 2013 - 16:06
Il fatto é che il 105 é quello piú venduto tra le aziende. E appunto perché é una vettura destinata alle aziende il prezzo di listino non ha quasi alcun valore nel valutare il rapporto con la potenza: le aziende non comprano, noleggiano. Quindi se si riesce a creare una vettura con gli optional piú richiesti messi come tassativi, si riesce ad abbassare la rata anche alzando il listino rispetto alla versione base.
Ritratto di gilrabbit
2 febbraio 2013 - 19:08
cosa si aspetta ad uniformare questo benedetto motore accantonando il 105? Non la vedo una questione di vanmtaggio per le aziende anche perchè il 120 non viene proprio offerto. Per chi vuole quel minimo in più si deve passare al 2000. Il miglior motore in circolazione è i mtj 120 6 marce e credo cha la Giulietta lo meriti.
Ritratto di LucaPozzo
2 febbraio 2013 - 20:32
Rabbit, la mia non voleva essere un'opinione, ho solo riportato un dato: sul totale delle Giulietta acquistate con contratti NLT il 105CV è il motore più venduto. Per cui evidentemente, nel creare l'allestimento business, si è scelto di farlo sul 105CV, diversamente dalla Delta per il quale si è scelto il 120. Il vantaggio cui facevo riferimento è unicamente legato alla struttura di prezzo adottata dai leaser, che è basata sul valore residuo della vettura. Una volta rilevati quali sono gli optional più richiesti dalle aziende, basta inserirli come tassativi per far abbassare la rata del canone.
Ritratto di osmica
2 febbraio 2013 - 22:14
La Giulietta è scelta col 105cv, la Delta col 120 (e la Delta non è la "sportiva")... Se la Giulietta avesse anche il 120, forse sarebbe questo il motore più scelto. Aldilà di questo, forse venderebbero più vetture (oltre alle NLT). Insomma, hanno un ottimo motore, disponibile, pronto, ma.... non lo montano. Per avere qualcosa in più bisogna passare al 2.0. Francamente trovo che la Giuleitta si meriti un motore intermedio. E la Golf, anch'essa ha il 105 e poi il 140cv 2.0. Metterci il 1.6 da 120cv le farebbe (alla Giulietta) solo che bene.
Ritratto di LucaPozzo
2 febbraio 2013 - 23:10
Boh, evidentemente han ritenuto che avere in gamma un 105, un 120, un 140 e un 170 fosse eccessivo e han lasciaro il 120 ai benzina (di Nuovo, 105, 120 e 170). O forse han ritenuto che il 120 GPL andasse comunque bene some sostituto del 120 diesel. O forse ancora hanno appunto voluto allinearsi allo standard di altri costruttori.
Ritratto di gilrabbit
3 febbraio 2013 - 19:09
Sono anni che si inseguono le decisioni della Vag e spesso si sbaglia perchè con poco sforzo potremmo fare meglio. Lo abbiamo visto con la Bravo. E' stato commesso il terribie errore di farla uscire con il 1900 e per il primo periodo di lancio che è il più importante è stata ignorata perchè la Vag aveva un 1600 cosa che in italia conta visto che le assicurazioni si pagano in base alla cilindrata. Quando è arrivata con il 1600 120 cv che è il suo motore perfetto in molti l'ahho snobbata. Credo ceh lo stesso errore si stia facebdo con la Giulietta. Un solo motore da 120 cv 1600 e un 2000 da 170 cv sarebbe perfetto ma a quanto pare non cio sentono ed ecco che in molti se ne vanno nelle concessionarie Vag a prendersi la Golf che ha si 105 cv ma costa meno!!!
Pagine