DS E-Sense: pensiero sportivo

26 febbraio 2016

La coupé DS E-Sense ha proporzioni estreme e indica la direzione verso cui si muoverà lo stile della casa.

DS E-Sense: pensiero sportivo
INDIZI PER IL FUTURO - La DS3 è l’ultimo modello a compiere il salto da Citroën a DS. Il marchio francese deve ora guadagnare in prestigio e visibilità, nell’ambito di una strategia tesa ad offrire vetture più curate rispetto alle Citroën. Per questo motivo ha realizzato un prototipo dalle linee molto elaborate, la DS E-Tense, equipaggiato con un sistema di trazione elettrico. La vettura sarà presente al Salone dell’automobile di Ginevra (3-13 marzo) e indica quale direzione potrebbe seguire in futuro lo stile della casa. La coupé riprende alcuni elementi delle DS attuali, applicati però su un corpo vettura dalle proporzioni molto estreme: la carrozzeria misura 472 cm in lunghezza, 208 cm in larghezza e 129 cm in altezza. Gli stilisti della casa francese hanno disegnato una vettura dalle forme sì estreme ed accattivanti, ma non per questo lontane dalle DS che tutti conosciamo: il prototipo riprende i listelli cromati a raccordo fra mascherina e fari anteriori (chiamati “ali DS”), mentre gli indicatori di direzione posteriori si trovano alloggiati nel tetto e rimandano alla DS del 1955. 
 
PER GLI AMANTI DELLA GUIDA - La DS E-Tense adotta un motore elettrico da 402 CV e 516 Nm. Sulla carta ha prestazioni notevoli, paragonabili alle odierne supercar con motore a benzina: la casa dichiara un tempo sullo 0-100 km/h di 4,5 secondi ed una velocità massima di 250 km/h, nonostante la massa (1.800 chili) superiore rispetto le sportive di pari dimensioni. L’autonomia oscilla fra 310 chilometri e 360 chilometri, a seconda che vengano affrontati percorsi extraurbani o cittadini. La trazione è posteriore, il telaio prevede una costruzione del tipo monoscocca (in fibra di carbonio) e le batterie si trovano posizionate sotto il pavimento, fra i due assi, in maniera da avvicinare il baricentro a terra e da garantire un’ottima distribuzione delle masse. I tecnici della DS hanno scelto pile agli ioni di litio. I cerchi in lega misurano 20 pollici e calzano pneumatici Michelin d’impronta molto sportiva (Pilot Supersport), dalle misure differenti fra anteriore e posteriore: davanti sono ampi 245/35 e dietro 305/30.
 
 
RIFINITA COME UN’AMMIRAGLIA - Molto curiosa è la soluzione adottata per la coda della DS E-Tense, dov’è assente il lunotto: in questo modo i disegnatori hanno dovuto sottostare a minori vincoli tecnici ed estetici, ricavando un padiglione molto sinuoso ed una coda appena accennata. I gruppi ottici sono di tipo a led. La DS E-Tense è una vettura molto curata e lussuosa, d’immagine, che riprende alcune soluzioni tipiche delle berline di lusso: lo stile, i test e la produzione dell’abitacolo hanno richiesto 800 ore di manodopera, a testimonianza della cura dedicata ai suoi vari componenti. L’abitacolo è del tipo a due posti secchi, prevede rivestimenti in pelle di alta qualità e conta su alcune personalizzazioni dedicate, fra cui ad esempio lo specifico orologio della BRM, l’impianto audio della Focal ed una sorta di imbracatura (in pelle) dove riporre due caschi. Il sistema di illuminazione interno conta su un impianto a led, ampiamente configurabile, che indirizza il fascio luminoso dov’è necessario. Lo specchietto retrovisore è digitale e nell’abitacolo si trovano due ampi schermi, uno tattile da 10 pollici ed uno asportabile da 12.
DS 3
TI PIACE QUEST' AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
24
15
17
12
15
VOTO MEDIO
3,3
3.25301
83
Aggiungi un commento
Ritratto di anarchico2
26 febbraio 2016 - 15:36
Vediamo se anche questa non è sportiva perché non ha un V12 benzina aspirato.
Ritratto di fabrizio.
26 febbraio 2016 - 21:45
Hai perfettamente ragione!
Ritratto di Gianni.ark
26 febbraio 2016 - 15:41
Mamma mia... meravigliosa!!!! (anche se nel frontale ricorda un po' le Infinity) Piaccia o no ma alla Citren-DS ci sanno davvero fare... e anche tecnicamente va nella giusta direzione. Una DS potrebbe seriamente essere la mia prossima auto...
Ritratto di MAXTONE
26 febbraio 2016 - 15:41
Che gioia assistere a questa autentica rinascita delle coupé sportive! Non mi fa impazzire ma il fatto che anche DS si cimenti in un coupé vuol dire che c'è ancora tanta voglia di belle automobili in questo marasma di lavatrici su ruote chiamate crossover. E teniamo ben presente che la leggenda Supra sta per tornare (ecco spiegato il ritardo di Granturismo 7).
Ritratto di Fr4ncesco
26 febbraio 2016 - 17:14
2
Idem per me, concordo su tutto. Anche se fin'ora abbiamo visto solo prototipi, ma mi auguro che diventino realtà, soprattutto quelle a marchio generalista.
Ritratto di AMG
26 febbraio 2016 - 18:18
Sì il piacere è ne vedere novità coupé! A me non dispiace affatto nonostante non riesca a non vederci molto di altre auto o perlopiù concept. Non ultimo un po' di taglio Lexus nel frontale, ma il tutto è abilmente mixato. La DS è un marchio che ora come ora vale meno di nulla. E come premium vale ancor meno. Come prototipi ha dimostrato più volte di saperci fare ma qui volgiamo anche auto vere e concrete, che non siano citroen palesemente ricarrozzate. Autonomia del prototipo da perfezionare così, al disotto dei 500 km non avrà mai senso. Poi puoi metterci tutto quello che vuoi
Ritratto di Dicoluc
26 febbraio 2016 - 15:44
3
Sinceramente l'intero marchio DS mi lascia perplesso e non ho mai capito quale sia il loro intento. Questa é ricorda molto la Alpine e davanti la nuova NSX. Boh.
Ritratto di MAXTONE
26 febbraio 2016 - 16:26
Ciao Dico neanche a me il marchio DS dice molto, non mi sembra molto diverso da Citroën, ma fa piacere il ritorno delle coupé come negli anni 90, certo la LC di Lexus tutt'altro mondo.
Ritratto di Dicoluc
26 febbraio 2016 - 16:42
3
Secondo me, proprio come i vari concept coupè/racing, delle varie marche Francesi fatti negli anni serviranno solo per dare un'indicazione stilistica e rimarranno appunto esercizi di stile fini a sè stessi. Dentro di me spero di no, anche se non mi dice niente comunque questo fluire di coupè potrebbe stimolare il settore...a nostro vantaggio.
Ritratto di AMG
26 febbraio 2016 - 18:19
Anch'io ho visto un po' della Honda nella linea, anche qualcosa nel posteriore perlopiù. Ma tutto il concept è un richiamo a svariati concept di altre case.
Pagine