NEWS

Eli Zero, la minicar elettrica al debutto a Las Vegas

5 gennaio 2017

Assomiglia alla Twizy ma ha due posti affiancati e le portiere. Il motore è da 4 kW, le batterie pensate per percorrere fino a 120 km.

Eli Zero, la minicar elettrica al debutto a Las Vegas

TETTO PANORAMICO - La somiglianza stilistica con la Renault Twizy è evidente, ma le differenze sono molte. Come la francese, la Eli Zero presentata al CES di Las Vegas è un quadriciclo elettrico con sbalzi ridottissimi e ingombri minimali. Più corta (225 cm invece di 234) della Twizy, è però più larga (138 cm) e alta (155 cm) consentendo la realizzazione di un abitacolo con due posti affiancati anziché in tandem. A differenziarla è pure la presenza delle portiere con apertura tradizionale e il design del frontale con una fascia con i fari a led alle estremità e una presa d’aria insolita per una vettura a batterie. Il telaio è in alluminio ad alta resistenza per contenere il peso a 350 kg, il bagagliaio di 160 litri e il tetto in vetro a formare un continuo con il parabrezza. L’interno è caratterizzato dal volante a due razze, dal cruscotto a tre quadranti e dalla plancia con al centro un elemento circolare in stile Mini, nonché dalla radio con presa Usb e Bluetooth. 

ELETTRICA DA 10.000 DOLLARI - Pensata per muoversi in agilità sulle strade urbane, la Eli Zero avrebbe motore eletrico da 4 kW con velocità autolimitata a 25 miglia orarie (40 km/h), anche se è ipotizzabile la realizzazione di una versione da 80 km/h che rientri nella categoria dei quadricicli pesanti guidabili a 16 anni con patente A. Le batterie sarebbero da 48 Volt e garantirebbero percorrenze comprese tra 40 e 75 miglia (65-120 km). Il modello esposto a Las Vegas è ancora un prototipo con futuro commerciale sperato e si ipotizza già un prezzo di vendita intorno ai 10.000 dollari, circa 9.500 euro al cambio attuale.

Aggiungi un commento
Ritratto di Raffaelorenz
5 gennaio 2017 - 11:47
Ottima per mio figlio, l'auto elettrica che gli ho comprato a 4 anni gli sta un po' stretta, però 9.500 euro per un giocattolo mi sembrano un po' troppi.
Ritratto di Gianni.ark
5 gennaio 2017 - 12:33
Secondo me è molto di più di un giocattolo; per uno uso urbano potrebbe andar bene a chiunque.
Ritratto di Clementina Milingo
5 gennaio 2017 - 19:47
sempre a far paragoni con la Twizy, anche quando il paragone era più logico con l'Estrima Birò, che tra l'altro in Italia è più conosciuto e più venduto della brutta Renault.
Ritratto di monodrone
9 gennaio 2017 - 09:58
Decisamente più bella della francese. Ottima in città.