NEWS

FCA: le suv al posto di Dodge Dart e Chrysler 200

1 febbraio 2016

La Fiat Chrysler aumenterà la produzione di suv nelle fabbriche dove finora sono state prodotte le Dodge Dart e Chrysler 200.

FCA: le suv al posto di Dodge Dart e Chrysler 200
BERLINE ALT - Da oggi 1 febbraio la fabbrica FCA di Sterling Heights, nel Michigan, ha sospeso la produzione. L’impianto è dedicato alla produzione della Chrysler 200 (in listino dal 2014, foto qui sotto) di cui la casa lamenta la sovrapproduzione. Per la cronaca, durante il 2015 gli esemplari venduti della Chrysler 200 sono stati 177.889. Il modello Dodge Dart (nata nel 2012, foto sopra) non è andato più in là delle 87.392unità.
 
ATTUALITÀ E STRATEGIE - La notizia dello stop temporaneo allo stabilimento di Sterling Heights rende di strettissima attualità quanto contenuto nel piano quinquennale del gruppo FCA dopo le modifiche introdotte recentemente e comunicate pochi giorni fa, in coincidenza con la pubblicazione dei risultati del 2015. Il piano modificato prevede infatti un nuovo orientamento produttivo, basato sulla fabbricazione di modelli capaci di rendere di più, vale a dire le varie suv e i van, più redditizi delle berline tradizionali. E questi cambiamenti di rotta la FCA intende attuarli il più rapidamente possibile, dunque senza la realizzazione di nuovi impianti. Cosa che dovrebbe appunto far luogo a utili in linea con quanto indicato nel piano quinquennale 2014-2018, nonostante una produzione numericamente inferiore, grazie alla maggior convenienza dei modelli sostituivi.
 
 
ATTUAZIONE RAPIDA - Del resto subito dopo le conferenze del consuntivo 2015 e delle informazioni agli investitori, la stampa americana ha riferito di come Marchionne ha esplicitato l’attuazione della nuova scelta strategica: produzione della RAM 1500 (pick-up) nello stabilimento di Sterling Heights dove al momento è appunto fabbricata la Chrysler 200, e fabbricazione della Jeep Cherokee nella sede di Belvedere, nell’Illinois, attualmente dedicata alla Dodge Dart.
 
OBIEZIONI - La scelta della FCA non è immune da critiche negli USA. Magari partendo dal riconoscimento delle sue doti di pragmatismo - “fabbrichiamo quello che rende di più, al più presto” - non mancano le accuse di miopia. Secondo la tesi più ricorrente tra gli osservatori, la scelta della FCA si baserebbe sostanzialmente nel costo del petrolio molto basso, e sulla convinzione che questa situazione durerà a lungo. Da ciò deriverebbe la propensione del mercato verso suv, van e pick-up. Ma la tesi del petrolio a buon mercato per tanti anni non è data per certa, dunque è giudicato rischioso per la FCA ritrovarsi sguarnita sul fronte delle berline.
 
PROSPETTIVA MESSICO - Sul versante della produzione delle vetture più tradizionali, appunto le berline, il  gruppo italo-americano ha messo in cantiere lo spostamento in Messico della fabbricazione delle Dodge Dart e Chrysler 200, e soprattutto ha avviato la ricerca di un partner per la condivisione della produzione di questi modelli. Dunque tempi lunghi.
Aggiungi un commento
Ritratto di pallianti
1 febbraio 2016 - 14:55
La mia opinione è che è giusto oramai i suv dominano il mercato. io ho una segmento b ma il dato è questo
Ritratto di SINISTRO
1 febbraio 2016 - 15:06
3
oddio, per un attimo ho temuto fossi il pluri-bannato! Pericolo scampato...
Ritratto di Vespa Primavera
1 febbraio 2016 - 18:23
al volante di una fiat grande punto? LOL
Ritratto di SINISTRO
2 febbraio 2016 - 16:47
3
S'è infiltrato per non destare sospetti...
Ritratto di Porsche 959
2 febbraio 2016 - 01:48
Dark Night ignorante. Alla 24h di Daytona c'erano tra i migliori piloti europei delle categorie GT, DTM e WEC. Ti faccio i nomi, così ti rendi conto della stupidata che hai detto ? C'era Marcel a Fässler che ha vinto 3 24h di Le Mans negli ultimi 5 anni. C'era Mike Rockenfeller che ha vinto il mondiale piloti DTM nel 2013, 1 24h di Daytona, 1 24h di Le Mans e 1 24h del Ring; c'era René Rast che ha vinto 2 24h di Daytona in categoria GTD, 2 24h di Spa, 1 24h del Ring, 3 mondiali monomarca 911 Porsche, il mondiale GT tedesco ADAC nel 2014 e altro; c'erano 2 dei 3 vincitori della 24h di Le Mans del 2015 (Earl Bamber e Nick Tandy); c'era il campione del mondo del mondiale FIA WEC del 2015 (Brandon Hartley) e c'erano i 3 vincitori della 24h di Spa del 2015 (Catsburg, Luhr e Palttala); c'erano anche campioni affermati in categoria GT come Christopher Haase (2 24h del Ring vinte), Marc Basseng (1 24h del Ring vinta) e Frank Stippler (1 24h del Ring e 1 24h di Spa vinta). Perché parli senza sapere. Informati che fai più bella figura !!
Ritratto di pastrellandrea
1 febbraio 2016 - 15:12
I SUV dominano questo periodo senza dubbio. La FCA sta solo surfando l'onda del mercato. La mossa mi sembra giusta.
Ritratto di francyluc4
1 febbraio 2016 - 19:09
Anche io ho una segmento B, ma un pensierino al SUV lo sto facendo da qualche mese. E' giusto per FCA muoversi in quella direzione.
Ritratto di UnAltroFiattaro
2 febbraio 2016 - 00:17
Non capisco perché siano state entrambe un flop, io le trovo molto belle sopratutto la 200, che è ancor più slanciata ed elegante della Dart. Magari in Europa avrebbero avuto successo, la loro estetica ha canoni da vecchio continente e magari questo è stato proprio il motivo delle poche vendite. All'americano medio piacciono le macchine più "tozze"...
Ritratto di Vrooooom
2 febbraio 2016 - 10:53
Non è questione id essere un flop ( o almeno non solo): secondo l'articolo originale di Michael Austin, che questo riprende quasi in toto, il punto è che per vari motivi quelle due vetture vengono assemblate in stabilimenti dove si potrebbe produrre di più mentre altri prodotti sono confinati in stabilimenti con minore capacità produttiva. Secondo il giornalista ( che a sua volta cita altre analisi) il Marchionne vorrebbe proprio cessale per fare spazio ad altri modelli più richiesti ( le berline sono in calo in tutti i marchi) con il fine quasi certo di giungere ad un merge con altri costruttori ( si citano VW- scoperta nei suv e Hyundai - idem) privi di quella zavorra e 'ricchi' solo di veicoli venduti e remunerativi
Ritratto di Fr4ncesco
1 febbraio 2016 - 15:08
Se il mercato chiede SUV e crossover è normale dare spazio a questa tipologia di vetture, sacrificando le berline classiche visto che non vogliono aprire nuove linee produttive, trattasi di una normale gestione dei propri impianti. Anche la Ford aveva ritardato il lancio della Mondeo per un motivo quasi analogo. Continuo a pensare che FCA potrebbe trovare un partner in Mazda.
Pagine