NEWS

Il futuro della BMW? Auto elettriche e guida autonoma

16 marzo 2016

Per i prossimi anni, la strategia della casa tedesca mette in primo piano lo sviluppo della trazione elettrica e la diffusione delle vetture che si guidano da sole.

Il futuro della BMW? Auto elettriche e guida autonoma
STRATEGIE - Il vertice della BMW guarda ai prossimi anni come a una fase di svolta nella mobilità. L’auto individuale sarà sempre protagonista, secondo la visione di Harald Krüger, amministratore delegato della casa bavarese, ma la moderna tecnologia porterà a modificare completamente il quadro tecnico. Su questa analisi di fondo si basa la strategia per i prossimi anni comunicata dal vertice BMW in una conferenza stampa tenutasi oggi a Monaco di Baviera. Il piano si riferisce agli anni 2020-2025 ed è stato chiamato “Number 1 Next”. Come dire che la casa intende essere la numero 1 (del lusso) anche in futuro.
 
ELETTRICHE, IBRIDE E LUSSUOSE - I punti fondamentali della pianificazione della casa per il prossimo futuro sono due elementi innovativi: l’auto elettrica e la guida autonoma. Ma per affrontare una prospettiva industriale basata su queste due direttrici occorrono grandi mezzi, e da questa necessità deriva un terzo punto strategico: l’impegno nella produzione di auto di lusso, certo per vocazione della marca, ma molto perché è da questo genere di prodotti che possono derivare i risultati economici capaci di generare le risorse finanziarie indispensabili per la ricerca e lo sviluppo delle nuove forme della mobilità.
 
NOVITÀ A EMISSIONI ZERO - Nei programmi della BMW c’è un nuovo modello chiamato iNext, che per l’inizio del prossimo decennio andrà ad affiancarsi alla “tutto elettrica” BMW i3 e alla ibrida i8. Di quest’ultima è stata preannunciata anche una versione scoperta. In prospettiva, resta comunque valida la scelta di sviluppare la vettura a pila a combustibile, a idrogeno. Ciò significa che la collaborazione con la Toyota in tale campo proseguirà.
 
SEMPRE PIÙ TECNOLOGIA - Sul fronte della guida autonoma, la BMW lavorerà per allargare l’offerta  già esistente che si muove in questa logica. In pratica la tecnologia e i sistemi presenti sulla Serie 7 saranno disponibili anche su altri modelli della gamma. Ma novità di rilievo sono previste anche sotto altri aspetti. L’obiettivo di fondo è di ampliare la  gamma dei modelli più redditizi, cioè quelli di alto di gamma, che consentono buoni margini economici. 
 
GLI OBIETTIVI ECONOMICI - Ci saranno così un modello suv di grande importanza (la BMWX7) assieme a altre versioni della Serie 7, così come un potenziamento dell’offerta “M”. Come si vede, tutti modelli capaci di fare fatturato e utili rilevanti. In termini numerici, l’obiettivo è di realizzare ogni anno un utile ante-imposte pari almeno al 10% del fatturato. Questo per gli anni 2017-2020. È da ricordare che nel 2015 la BMW ha realizzato un utile netto di oltre 6,4 miliardi di  euro, in aumento del 10% rispetto al 2014. Una realtà fondamentale per poter mettere in cantiere la ricerca e sviluppo necessaria per le nuove auto elettriche e i modelli a guida autonoma.
BMW i3
TI PIACE QUEST' AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
34
20
39
31
84
VOTO MEDIO
2,5
2.466345
208
Aggiungi un commento
Ritratto di Subaru_Impreza
16 marzo 2016 - 18:31
Peeerfetto! Mancava solo BMW ad annunciare di avvirsi verso la strada di robot con le ruote.
Ritratto di str
16 marzo 2016 - 19:06
Ma se non èp capace nemmeno di far andare il metano nelle sue auto, figuriamoci il Biogas. Forse è l'ennesimo annuncio propagandistico come lo è stato con l'idrogeno.
Ritratto di Strige
17 marzo 2016 - 00:45
io fossi in te mi informerei meglio. Anche io sapevo che aveva bloccato lo sviluppo, ma l'anno scorso è uscita la notizia che lo sviluppo è in fase conclusiva. In pratica avevano stoppato il progetto, poi hanno visto la Mercedes con l'idrogeno e hanno ripreso a svilupparlo.
Ritratto di Clayton
16 marzo 2016 - 19:49
Guardate che le case saranno obbligate a produrre solo auto a guida autonoma, dato che gli umani non potrannoo piu usare il volante. O pensate che sia normale avere 4.000 morti all anno e 300mila feriti in Italia solo per far guidare degli appassionati?? Chi vorrà andrà in circuito a sfogarsi, cosi come chi vuol cavalcare va al maneggio
Ritratto di torque
16 marzo 2016 - 21:39
Così dice Elon Musk, e per molti quello che fa e propone Tesla diventa atto divino in terra, quindi da quando questi s'è pronunciato dichiarando che - oltretutto in termini se non erro molto brevi - la guida autonoma diventerà obbligatoria, giù i fanatici ad osannare la parola del profeta. Peccato che la tecnologia vada sviluppata, e non è che se Elon Musk produce auto da 100 mila euro al pezzo allora tutti se le devono poter comprare: Musk pensi anche che la maggior parte degli automobilisti si sposta su utilitarie, e che la guida autonoma dovrà pertanto arrivare anche sulle Panda, Golf e Corolla di adesso per attuare la sua visione. E non siamo tutti amministratori delegati da 12 mila euro al mese, pertanto non tutti potranno permettersi di chiamare l'auto piccola/grande/hi-tech/antica da far venìre sotto casa per portarti al lavoro lasciando al garage il lavoro di cantina. Non scordiamoci inoltre che Tesla è un'aziendina appena arrivata nel mondo automotive, non è che perché arriva un CEO carismatico che allora ciò che si fa per conto di Tesla diventa legge: né in Ferrari né in Nissan son cretini, e entrambi si sono già pronunciati contro la guida autonoma. Mai una Ferrari a guida autonoma, Nissan sì a guida autonoma ma sempre con la possibilità di riprendere il controllo manuale. Così come ha voce in capitolo Tesla, la hanno anche gli altri, e ha senso ascoltare i pareri di tutti. Anche perché, nel momento in cui si dovessero produrre auto soltanto autonome, spegnendo la passione nell'automobilismo, si perderanno tutti gli introiti relativi: nessuno si comprerebbe mai un'auto che ha la stessa funzione di un elettrodomestico, piuttosto si chiama il taxi o si usano i mezzi pubblici. Se ne valuti adesso l'impatto su un'industria mondiale più il relativo indotto: basti guardare cos'è successo a Detroit con la crisi di Chrysler e GM, ed estendere il tutto a tutte quelle zone di mondo che con l'auto ci vivono. Gran bella utopia, grazie Musk, ma io ne faccio molto più che volentieri a meno.
Ritratto di Subaru_Impreza
16 marzo 2016 - 21:43
Nissan contraria alla guida autonoma? Forse ti confondi con Porsche, i giapponesi sono tra i più avanti a riguardo. Ora torno a gustarmi la juve che sto godendo come un porcellino :D
Ritratto di torque
16 marzo 2016 - 22:07
Sicuramente Porsche è uno di quei marchi che ho dimenticato di citare e che sono contrari alla guida autonoma, ma anche Nissan, che al contrario ci sta investendo parecchio, tempo fa aveva dichiarato di stare progettando le sue auto perché possano comunque essere sempre guidate dall'uomo. Quindi sì guida autonoma, ma non quale unica opzione.
Ritratto di AlexTurbo90
16 marzo 2016 - 23:55
@ Torque Ti quoto completamente su OGNI singola PAROLA! E aggiungo anche che la mia stima nei tuoi confronti ha raggiunto i massimi livelli dopo questo commento.
Ritratto di torque
17 marzo 2016 - 15:51
Grazie Alex!
Ritratto di torque
16 marzo 2016 - 21:42
Aggiungo: se le statistiche relative al mondo dell'automobile vi fanno paura, quali il numero dei feriti e dei morti, è vostro sacrosanto diritto non guidare. Conseguire la patente non è un obbligo legale. Potete tranquillamente usufruire delle metropolitane, degli autobus, delle biciclette, dei piedi, dei treni. Anzi, se un po' di guidatori indecisi, impauriti e spaventati si levassero dalla strada, sarebbe meglio per tutti.
Pagine