Dalla Goodyear il pneumatico sferico

6 marzo 2016

L'Eagle 360 ha forma sferica e consente all’auto di muoversi anche in senso laterale, così da facilitare i parcheggi.

Dalla Goodyear il pneumatico sferico
DIREZIONE ALTERNATIVA - Il futuro dell’automobile pensiamo sia strettamente legato all’arrivo dei sistemi per la guida autonoma ed alla completa diffusione dell’elettrico. In realtà l’evoluzione del settore riguarda anche i pneumatici, destinati in maniera ipotetica a perdere il loro aspetto consueto e ad assumere una forma sferica: in tal modo ne guadagnerebbero manovrabilità e sicurezza. Queste almeno sono le idee alla base del prototipo Eagle-360, presentato dalla statunitense Goodyear, che intende fornire una visione su quella che potrebbe diventare la gomma di automobili molto lontane da quelle che guidiamo oggi. L'Eagle-360 è stato presentato al Salone dell’automobile di Ginevra e va considerata una proposta di stile.
 
PARCHEGGI AUTONOMI - I tecnici della Goodyear hanno basato il loro studio su una ricerca effettuata da Navigant Research, secondo cui entro il 2035 viaggeranno su strada 85 milioni di automobili senza conducente. Da qui è nata l’esigenza di lavorare su pneumatici adatti per soddisfare esigenze di nuovo tipo. Il Goodyear Eagle-360 consente ad esempio di incrementare la manovrabilità negli spazi più contenuti e di muovere l’auto in tutte le direzioni, caratteristica utile dopo la rivoluzione che potrebbe interessare i parcheggi: l’azienda statunitense immagina che le strutture del futuro avranno margini inferiori fra una vettura e l’altra, quindi ogni automobile dovrà muoversi anche in senso laterale. Le operazioni di parcheggio verranno portate a termine dall’intelligenza artificiale.
 
PIÙ COMFORT - La forma a sfera riduce inoltre le perdite di aderenza su fondi sdrucciolevoli ed ha reso necessario un nuovo collegamento alla struttura dell’automobile, alternativo alle classiche sospensioni: la Goodyear ha pensato  ad una tecnologia a levitazione magnetica, capace di far aumentare il comfort dei passeggeri e di ridurre la rumorosità. Il Goodyear Eagle-360 prevede inoltre un battistrada creato da una stampante 3D ed integra alcuni sensori, che assimilano determinate informazioni e le comunicano alla vettura, in modo che questa possa adattarsi: i sensori registrano l’usura del battistrada, le condizioni metereologiche e lo stato del manto stradale. Il battistrada riproduce un tipo di corallo, mentre il fondo delle scanalature richiama una spugna: in questo modo, secondo la Goodyear, migliora l’aderenza quanto l’asfalto è bagnato.
Aggiungi un commento
Ritratto di jabadais
6 marzo 2016 - 20:08
Fanno prima a fare le automobili a spinta vettoriale...
Ritratto di AMG
6 marzo 2016 - 20:28
L'idea è simpatica, ma nient'affatto originale. E' una delle fantasticherie del pensiero comune sul futuro dell'automobile da anni, se la Goodyear non riesce nemmeno a elaborare un'ipotetica soluzione tecnica per l'adozione di queste ruote, ma pensa solo a creare un concept che non funziona da mettere lì a far pubblicità, risulta a me una pubblicità in primo luogo antipatica e scarsa
Ritratto di DamуAno
6 marzo 2016 - 20:42
Un pneumatico da vorrei un Pirelli ma non posso, sulla mia mito (quella di mia mamma) monto i migliori pneumatici in circolazione, Pirelli cinturato p4 e tengono meglio dei semislick di certi marchietti come continental, dunlop, brigestone, goodyear e michelin. Imparate da noi a fare le macchine e i pneumatici. saluti
Ritratto di steff69
6 marzo 2016 - 22:21
Good Year pensasse a proporre qualche modello nuovo di pneumatici classici che gli ultimi presentati risalgono a 10 anni fa.
Ritratto di Fr4ncesco
7 marzo 2016 - 00:10
Non è proprio una novità, già in Io Robot le auto erano dotate di pneumatici sferici, se non erro anche funzionanti. Certo che se questa tecnolgia diventasse realtà sarebbe una rivoluzione.
Ritratto di mustang54
7 marzo 2016 - 00:30
Si e' vero "io,Robot" con Will Smith. Ma vedendo il backstage, sotto la RSQ c'erano montate delle ruote alte tipo moto o bicicletta...
Ritratto di honda forever
7 marzo 2016 - 05:41
Sarà la tecnologia adatta alle auto a guida autonoma già di loro una palla.
Ritratto di panda30abarth
7 marzo 2016 - 08:24
in presenza di qualche campo magnetico , sarebbe come essere a bordo del "millenium falcon".....
Ritratto di EasterRuben
7 marzo 2016 - 12:43
Un'idea carina sarebbe stata quella di fare auto con le palline dei mouse per pc. Sospensioni a levitazione e magneti fra le auto al posto dei freni. Meno drogaaaaa
Ritratto di domenicofevi
7 marzo 2016 - 17:22
p4lle magnetiche.... mi chiedo: come collega le p4lle con il motore??? come fa a muovere il mezzo?????????? motore ad energia aliena??????? chapeauuuuuuuuuu
Pagine