Lexus LC 500h: la sportiva ibrida

16 febbraio 2016

La Lexus LC 500h porta all’esordio un sistema ibrido di nuova generazione e sarà presentata al Salone di Ginevra.

Lexus LC 500h: la sportiva ibrida
SECONDO TENTATIVO - La RC 300h è servita alla Lexus per rompere una sorta di tabù, uno fra i pochissimi ancora rimasti in materia di ibrido: mai prima di allora la casa giapponese aveva reso disponibile su una coupé il sistema Lexus Hybrid Drive, che fornisce una potenza combinata di 223 CV e garantisce comunque prestazioni di livello (0-100 km/h in 8,6 secondi). Alla RC 300h seguirà presto una seconda coupé ibrida, la Lexus LC 500h, basata sulla recente LC ed attesa in forma ufficiale al salone dell’automobile di Ginevra (3-13 marzo). La sportiva viene anticipata quest’oggi da una prima immagine, ma i dati tecnici e le caratteristiche verranno resi noti durante la rassegna svizzera.
 
NUOVO SCHEMA IBRIDO - Per il momento sappiamo che la Lexus LC 500h (nelle foto) porterà all’esordio uno schema ibrido di nuova generazione, chiamato Multi Stage Hybrid System, che l’azienda ritiene più evoluto e capace rispetto ai sistemi attuali: il Multi Stage Hybrid System, secondo la casa, avrà prestazioni elevate e garantirà un comportamento su strada di livello assoluto, senza pesare in maniera negativa sulle percorrenze chilometriche. La Lexus LC ha un abitacolo di tipo 2+2 e misura in lunghezza 476 cm, andando così a posizionarsi in una fascia di mercato in cui troverà come rivali, in termini prezzo, auto come la Mercedes-AMG GT o la Porsche 911. È già stata annunciata la disponibilità della versione dotata di un possente motore 5.0 V8 a benzina, che si dovrebbe affiancare a quella ibrida della quale sapremo di più all'inizio di marzo.
Lexus LC
TI PIACE QUEST' AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
38
12
4
2
4
VOTO MEDIO
4,3
4.3
60
Aggiungi un commento
Ritratto di as.crni
16 febbraio 2016 - 15:30
Molto bella..una delle coupe gt più belle secondo me...il motore ideale resta però l'otto cilindri a mio avviso
Ritratto di theone87
16 febbraio 2016 - 15:44
ceh spettacolo!! rivali toglietevi dalla strada!!
Ritratto di AMG
16 febbraio 2016 - 15:57
Una delle auto più entusiasmanti dell'ultimo decennio. Le parole non bastano per descriverla. E poi mi ero già espresso sulla LC. Dopo questa abbiamo una Lexus che non ha più nulla da invidiare ai premium europei. Compensa quanto non ha, con quanto ha, ovvero un capolavoro.
Ritratto di MAXTONE
16 febbraio 2016 - 16:22
Da fissato del marchio Lexus riconosco che ciò che non ha e' il blasone di Mercedes-Benz e BMW (un problema che per tanti anni ha afflitto anche l'Audi ed oggi dopo tanti anni di oblio addirittura l'ALFA ROMEO, Lancia lasciamo perdere) ed'e' un discorso vecchio come il mondo ma purtroppo e stranamente oggi più che in passato, la gente sembra farci caso eccome, mi e' capitato spesso di sentire che nei prodotti che si usano tutti i giorni, dalla pasta al deodorante allo shampoo, gli italiani continuano a decretare il successo delle marche più conosciute sapendo di potersi fidare di loro. Dunque non credo alle favole (e neanche ci voglio credere) e non penso che linea o contenuti basteranno a farla imporre in Europa.
Ritratto di AMG
16 febbraio 2016 - 19:10
Il tuo discorso su questo pensiero comune riguarda solamente gli italiani medi, o quelli a cui l'auto interessa poco. Vedendo una LC o un RX non sento proprio l'esigenza di un blasone come Benz o Bmw. Certo, Mercedes è sicuramente un marchio più nobile, Lexus è una realtà recente. Ma anche l'anima stessa di Lexus è profondamente differente da quella dei marchi teutonici, quindi non vedo questa grande mancanza in Lexus. Una linea mozzafiato, una qualità ottima, cura dei dettagli, anche se perfezionabile in personalizzazione e maggior cura (rispetto alla triade) per i gusti europei, ma non dimentichiamo in compenso al difetto, una linea che è avveniristica, aggressiva, fresca. Tutte cose che è difficile trovare di qua. Infine la motorizzazione (sulla LC è un favoloso V8) ibrida, che non può essere paragonata con gli inizi di ibrido presenti nella triade (comunque in rapida evoluzione), aspettando certo questo "nuovo" ibrido. Speriamo, più sportivo nella guida del classico.
Ritratto di MAXTONE
16 febbraio 2016 - 19:18
Hai detto bene "le questioni sul blasone importano a chi dell'auto interessa poco", il fatto e' proprio questo: Essi sono la maggior parte, soprattutto tra quelli che hanno notevoli possibilità economiche i quali usano l'auto come status symbol, altro che come alcuni anni fa andavano predicando che ormai il concetto di auto intesa come affermazione visiva del proprio status era ormai morto...a me sembra invece più vivo che mai.
Ritratto di AMG
17 febbraio 2016 - 14:55
Sì, è vero. Ma nel recente io vedo Lexus come status ancora migliore di uno della triade, che appunto hanno più o meno tutti i clienti premium medi in europa. Per volersi differenziare dalla massa, in scelta (non scontata) quanto in gusto (design futuristico) niente di meglio di Lexus e Infiniti (anche se quest'ultime mi peccano un po' negli interni) proposte molto più originali ed esotiche del noioso, conosciuto, e diffuso prodotto teutonico.
Ritratto di Fr4ncesco
17 febbraio 2016 - 10:42
Ci vuole anche un certo coraggio oltre che ad un interesse particolare per le auto. Al di là del giudizio snob ed ignorante di chi vede le Lexus una cinesata (???), c'è la più concreta svalutazione rispetto alle solite note. Tuttavia posso dire che ora come ora vedo tante Lexus quante Volvo, in particolare IS e i SUV, e una volta ho visto anche due RX di seguito uno dietro l'altro! Quindi visto quanto è ostico il mercato Europeo, sono già un successo.
Ritratto di MAXTONE
17 febbraio 2016 - 11:16
A proposito della svalutazione mi viene sempre da ridere perché Lexus e' forse l'unico brand al mondo a subire un trattamento diametralmente opposto a seconda dei luoghi: Negli USA le viene da anni assegnato il premio annuale Kelley Blue Book per il marchio dalla più elevata tenuta del valore nell'usato (infatti basta fare un giro in Auto Trader per rendersene conto), negli Emirati o in Russia sono considerate dei veri e propri assegni circolari o come diceva un tizio su YT parlando della sua LX nel bel mezzo del deserto "e' come il denaro in banca con la differenza che questa la usi..." ma appena si entra in Europa la musica cambia, meno magari per suv come NX ed RX i quali in quanto suv e in quanto ibridi riescono a spuntare valori residui più elevati e va molto bene anche la CT la quale riesce a spuntare sempre quotazioni simili alle dirette rivali e si rivende con facilità visto che nelle grandi città come Roma o Milano un ibrida e' sempre un ancora di salvezza. Ma quando il discorso tocca le berline grandi, non tanto la IS, ma soprattutto GS ed LS ovvero il "core" di Lexus la situazione si fa più cupa ed è un peccato visto che Lexus raggiunge livelli di perfezione assoluta proprio nei segmenti E ed F.
Ritratto di AMG
17 febbraio 2016 - 14:58
Beh, consideriamo che oggi Lexus è in piena ascesa nel mercato Europeo. Il nuovo corso più futuristico e fuori dagli schemi, affiancato ad un crescendo sempre maggiore d'interesse per l'ibrido, porteranno Lexus molto più in alto di quanto avvenuto fino a poco fa
Pagine