NEWS

Mercedes-AMG: in arrivo la sigla 53?

7 agosto 2017

Dopo 63, 43 e 45 la AMG avrebbe in programma la variante sportiva 53, basata sul nuovo benzina a 6 cilindri in linea.

Mercedes-AMG: in arrivo la sigla 53?

IBRIDA, MA SPORTIVA - Secondo varie indiscrezioni, la terza edizione della berlina Mercedes CLS sancirà l’arrivo di una nuova variante sportiva preparata dalla AMG, il reparto della casa tedesca incaricato di allestire i modelli ad alte prestazioni. L’auto dovrebbe chiamarsi Mercedes-AMG CLS53 e montare il nuovo motore turbo a benzina 3.0 a 6 cilindri in linea coadiuvato da un piccolo motore elettrico alimentato da un impianto elettrico a 48 volt, che dovrebbe migliorare l’efficienza, ma anche lo sprint in alcune circostanze. L’ibrido è una novità assoluta per la AMG, anche se si tratta di un ibrido leggero o “mild hybrid". Il sei cilindri della versione 53 quasi certamente avrà prestazioni inferiori rispetto al 4.0 V8 biturbo delle più recenti AMG 63 (da 571 CV a 612 CV a seconda dei modelli), ma avrà un impatto minore sull’ambiente e servirà alla casa tedesca per abbassare le emissioni inquinanti medie.

HA L’ISG - L’ibrido delle Mercedes-AMG con la sigla 53 sarà composto dal recente benzina 3.0 a 6 cilindri in linea (che ha fatto il suo esordio sulla Classe S rinnovata) con circa 430 CV e verrà aiutato in certe situazioni dal sistema Integrated Starter-Alternator (ISG), un alternatore con funzione di motorino d’avviamento che rappresenta un’alternativa più economica all’ibrido tradizionale: l’ISG consente infatti di recuperare energia in frenata e utilizzarla in accelerazione o ripresa. L’ISG permette inoltre di riaccendere il motore senza scossoni dopo un rosso al semaforo e far veleggiare l’auto più a lungo quando le condizioni della strada lo permettono. Il motore siglato M256 sancisce il ritorno alla tipologia dei sei cilindri in linea ed è il primo della Mercedes studiato fin dall’origine per lavorare con forme di assistenza elettrica. La versione 53 dovrebbe arrivare su CLS, E Coupé e Cabrio, mentre E berlina e station wagon dovrebbero avere solo la versione 63.

PIÙ LARGA E SPAZIOSA - La terza edizione della berlina sportiva Mercedes CLS (nelle foto impegnata nei test di sviluppo ancora camuffata ) sarà in vendita nel 2018 e riprenderà la stessa base costruttiva della berlina E, studiata per ospitare le più moderne tecnologie di assistenza alla guida e per aumentare lo spazio a bordo: secondo le anticipazioni, la CLS 2018 sarà più lunga (potrebbe raggiungere i 500 cm) e avrà un abitacolo più generoso nel paragone con quella odierna. La piattaforma MRA, inoltre, farà perdere qualche chilo alla CLS rispetto all’edizione oggi in vendita. La carrozzeria verrà aggiornata, quindi non perderà il caratteristico profilo sportiveggiante tipico della CLS: il lunotto sarà filante e renderà la coda molto slanciata. 

Aggiungi un commento
Ritratto di twinturbo
7 agosto 2017 - 13:01
Molto combattuto ultimamente sulle linee made in Mercedes. Non mi hanno mai convinto i vari recenti fanali posteriori a fogliolina, mentre decisamente riuscite quando i ottici posteriori hanno forme allungate simili alla vecchia Laguna coupé. Costi permettendo se oggi dovessi prendere un SUV Premium opterei sulle linee decisamente filanti della stella a 3 punte, gli altri SUV a confronto sembrano tutti piuttosto gonfi
Ritratto di AMG
7 agosto 2017 - 13:15
C'è aspettativa per la CLS, modello fantastico che ha scontato un restyling quanto mai negativo che ne ha rovinato la linea. La nuova CLS porterà il nuovo corso Mercedes che ora magari si rivoluzionerà ancora. Personalmente mi aspetto molto, e mi aspetto anche di essere deluso in parte forse. Importantissimo avere un carattere ben distinto dalla classe E, come è sempre stato per la CLS, sia come design esterno ma anche come interni spero. Tra il 6 in linea e il V6 ho sempre preferito la disposizione a V quindi non vado matto per il ritorno al 6 in linea, anche se ne comprendo la necessità. Difatti ecco la notizia dell'ibrido anche sulla versione AMG (che quindi fatemi capire, non avrà più un 6 cilindri termico a listino?) meno estrema. Il Mild Hybrid dopotutto è una soluzione intelligente e poco invasiva rispetto al tradizionale funzionamento, spero che Mercedes non chieda costi superiori non compensati da una soluzione ibrida tra le più economiche (come avviene anche, per esempio, per l'eccellente ibrido leggero della Suzuki Baleno).
Ritratto di twinturbo
7 agosto 2017 - 13:41
In merito al motore, un salto in basso da 570-610CV a 430 più qualcosina una tantum dell'alternatore non mi sembra troppo entusiasmante per una E Class o CLS che sia, nel momento in cui portano lo stemma AMG. Inoltre penso dovrebbero fare come Audi che alle versioni non di punta non dà la sigla completa RS ma si limita alla sola S, o analogamente BMW che se non è una M totale le affida l'etichetta inferiore Msport. Mercedes analogamente potrebbe togliere o aggiungere una o più lettere ad AMG. Coi soli numeri 43 53 45 63 ecc. se non si è troppo addentrati nel settore non lo si capisce al volo perché vengono montati su diversi modelli, per esempio 43 nonostante è il numero più basso è in verità già un massimo di categoria ma vale solo per la classe A
Ritratto di Gasswagen
7 agosto 2017 - 13:45
Tutta roba da specchietto per le allodole. Ma scusate meglio che del sistema ALFA QV che disattiva tre cilindri quando non sono richieste super prestazioni (ed è la maggioranza dell'utilizzo normale), cosa c'è? Motorini elettrici, batterie a 48 Volt., veleggiamenti vari manco fossimo in barca a vela! Ma basta e basta! Dite ai tetteschi di essere seri e non fare cartelli.
Ritratto di Black Ice
7 agosto 2017 - 15:40
1
Tutta roba da specchietto per le allodole. Ma scusate meglio che del sistema Alfa che offre già di serie due cilindri come la fantastica Mito 0.9 TwinAir Turbo. Così da farsi bastonare anche dalle Dacia Duster in ripresa (ed è la maggioranza dell'utilizzo normale), cosa c'è? Motorini 2 cilindri, telaio della Punto del 2005, biscione sul cofano e occhiali da sole anche di notte, manco fossimo a bordo della 488! Ma basta e basta! Dite ai tetteschi di essere seri e di introdurre il superbollo, i pedaggi e di alzare il prezzo dei carburanti e delle tasse. Altrimenti continueranno a guidare queste tristi Mercedes AMG da 500 e passa cavalli invece delle fantastiche Lancia Ypsilon 1.3 jtdm come i veri buongustai
Ritratto di napolmen4
7 agosto 2017 - 15:43
Cio' che hai citato sono in tutto e per tutto meglio della fantasmagorica smart...
Ritratto di AMG
7 agosto 2017 - 18:01
Ahahahahah
Ritratto di The_Duke
7 agosto 2017 - 15:52
Praticamente va a tre cilindri come una Mini o BMW 114 qualunque. Davvero dei geni in FCA. E quanto dovrei pagare sta buffonata?
Ritratto di torque
7 agosto 2017 - 16:12
Siete la dimostrazione del campanilismo più becero che galleggia da tempo su questo sito. La disattivazione dei cilindri è un sistema che usano in tantissimi: anche Audi ha dei motori "ultra" che "praticamente vanno a due cilindri come una qualunque Panda Twinair" quando non sono richieste le massime prestazioni. E allo stesso tempo i benefici dati da una disattivazione dei cilindri non sono gli stessi di un sistema ibrido come vorrebbe sostenere gasswagen, manco in Mercedes fossero più scemi di noi che commentiamo su alvolante. Ah, comunque la BMW i8 è una tre cilindri qualunque anche lei, e la Lamborghini Aventador usa un sistema per disattivare sei dei dodici cilindri quando veleggia a velocità costante. Trovatevi delle argomentazioni serie, la guerra FCA vs qualunque cosa tedesca è diventata roba da dodicenni.
Ritratto di AMG
7 agosto 2017 - 18:05
Quoto. Ma certe persone non conoscono la realtà dei fatti e pensano che la loro parola sia verità caduta dal cielo... L'uscita sui cilindri che si disattivano è pazzesca... "Una caratteristica esclusiva della nuova Alfa, che nessuno può eguagliare" Evidentemente a leggere anche solo una notizia del mondo automobilistico su un milione si può far diventare un esperto chicchessia e permettergli di commentare con ampia libertà. M è comune ai più tale difetto, in manieri più o meno marcata...
Pagine