NEWS

Omicidio stradale: adesso è legge

3 marzo 2016

Inasprite le sanzioni penali per chi guida sotto effetto di alcool e droga: c'è il carcere fino a sette anni.

Omicidio stradale: adesso è legge
SÌ DEL SENATO - Dopo quattro anni, definitivo via libera allo specifico reato di omicidio stradale: il Senato ha votato la fiducia richiesta dal Governo per il disegno di legge con 149 voti a favore, 3 contrari e 15 astenuti. Viene quindi posta la parola fine sull'iter, decisamente travagliato, di un DDL che ha attraversato quattro Governi e altrettante commissioni parlamentari.
 
SANZIONI PENALE INASPRITE - In sintesi, l'omicidio colposo che ha come teatro una pubblica via è ora reato a sé, con tre distinte fattispecie: l'ipotesi di base ricalca la pena già prevista oggi (da 2 a 7 anni ove la morte sia causata da una violazione del Codice della Strada). Negli altri casi, la sanzione penale è inasprita: l'omicida con tasso alcolemetrico superiore a 0,8 g/litro e inferiore a 1,5 g/litro (o che abbia causato il sinistro per infrazioni gravi quali eccesso di velocità, inversioni di marcia non consentite, semafori non rispettate o guida contromano) viene punito con la reclusione da 5 a 10 anni; se il tasso alcolemetrico è superiore a 1,5 g/litro (o se si guida sotto l'influsso di sostanze stupefacenti) la pena è da 8 a 12 anni di carcere. Parimenti inasprite le pene per chi guida ubriaco (oltre 1,5 g/litro) o drogato nel caso di lesioni: da 3 a 5 anni per quelle gravi e da 4 a 7 per quelle gravissime; con tasso alcolemetrico da 0,8 g a 1,5 g/litro (o se l’incidente è causato da manovre pericolose) la reclusione varia da 18 mesi a 3 anni per le lesioni gravi, e da 2 anni a 4 per quelle gravissime.
 
QUALE EFFETTO - Impossibile stabilire a priori se questa normativa (che, di fatto, punta a evitare recidive nella pirateria stradale ed equipara un passaggio con il rosso alla guida contromano) sarà efficace: di sicuro, viste le pene in gioco, anche l'incensurato rischia il carcere ove si metta alla guida causando incidenti dopo avere bevuto o assunto stupefacenti, o in virtù di manovre sconsiderate.
Aggiungi un commento
Ritratto di P206xs
3 marzo 2016 - 15:30
Come sempre vi è confusione nella legge italiana..... 12 anni di carcere per un incidente con tasso alcoolemico superiore a 1,5 . Io sono anche d'accordo, ma mi spiegate la condanna di Schettino a 16 anni? ha distrutto una nave, ucciso diverse persone, danno d'immagine all'italia intera, disastro naturale......e si prende 16 anni....MAH!!!!
Ritratto di SINISTRO
3 marzo 2016 - 15:33
3
inoltre, bisogna anche vedere cosa, tra sconti di pena, indultini ed attenuanti varie, realmente faranno....
Ritratto di Spongebob
3 marzo 2016 - 18:57
Posso rispondere io perchè mi intendo un po di diritto della navigazione. La faccio breve, vero che sono morte 35 persone ma risulterà dagli atti che "attuando la manovra di portare la nave sugli scogli" avrà salvato 4000 persone. In alcuni casi, non questo chiaro, se per salvare passeggeri occorre per esempio chiudere un compartimento stagno dove all'interno ci sono ancora persone il Comandante ha la facoltà di farlo e nessuno dirà niente. Scusate il mio essere andato fuori argomento ma era per chiarire.
Ritratto di steves
3 marzo 2016 - 23:11
Ti intendi di diritto della navigazione...e ti chiami Spongebob? ahah sei un mito :-)
Ritratto di osmica
4 marzo 2016 - 00:31
Infatti era proprio attuando la manovra di portare la nave sugli scogli che provoco' la morte di 35 persone, la distruzione di una nave caruccia, una pessima cartolina per l'Italia e l'aumento del turismo sull'isola per vedere la Concordia. Scusa il mio essere andato fuori argomento ma era per chiarire.
Ritratto di P206xs
4 marzo 2016 - 09:16
Capisco il tuo intervento ma è anche vero che la nave di li non doveva passare ed l'andare fuori rotta chi l'ha ordinato? il comandande senza considerare l'aggravante di essere scappato!!!
Ritratto di P206xs
4 marzo 2016 - 09:17
ovviamente comandante
Ritratto di SINISTRO
4 marzo 2016 - 10:17
3
Infatti, l'inchino si poteva benissimo evitare....
Ritratto di Spongebob
4 marzo 2016 - 14:01
Si si, io sono pienamente d'accordo con voi, non stavo difendendo l'azione o il comandante sia chiaro. Quella notte ne ha fatta una peggio dell'altra.
Ritratto di Lo Stregone
4 marzo 2016 - 10:19
probabilmente poco. E io pollo che credevo nella giustizia.
Pagine