NEWS

La Opel confluisce nel gruppo PSA

1 agosto 2017

Il gruppo PSA ha completato le operazioni di acquisto di Opel e Vauxhall. Nasce, così, il secondo gruppo europeo per vendite.

La Opel confluisce nel gruppo PSA

ACCORDO CONCLUSO - Dopo 88 anni di permanenza nella General Motors, da martedì 1 agosto la Opel entra a far parte del gruppo PSA e si affianca così ai marchi già all’interno del costruttore francese (Citröen, DS e Peugeot). Nelle scorse ore infatti la Opel, la PSA e la General Motors hanno messo fine al lungo iter cominciato ad inizio marzo, quando la società francese annunciò di voler spendere circa 2,2 miliardi per rilevare la Opel, la controllata Vauxhall (il marchio Opel nel Regno Unito) e il 50% delle attività europee della società GM Financial, cioè la finanziaria della casa tedesca. Quest’ultima operazione aveva bisogno però di tempistiche più lunghe e verrà completata nella seconda metà del 2017, stando alla Opel, dopo che le autorità nazionali dei Paesi in cui opera avranno concesso il via libera all’operazione.

SI PUNTA SUI GUADAGNI - Il numero uno della Opel, Michael Lohscheller (a sinistra nella foto insieme a Carlos Tavares, alla guida della PSA), avrà il difficile compito di rendere profittevole l’azienda (in perdita da 15 anni) e integrarla nel gruppo PSA, facendole raggiungere quelle economie di scala che rappresentano la base della nuova strategia: secondo quanto comunicato dalla PSA, l’acquisizione della Opel porterà il gruppo a risparmiare nel complesso fino a 1,7 miliardi di euro grazie all’acquisto di parti meccaniche in comune e alla migliore organizzazione delle attività di ricerca e sviluppo. La Opel dovrà generare utili a partire dal 2020 e aumentare il guadagno per auto venduta, portandolo dal 2% del 2020 al 6% del 2026. Le vendite sommate della Opel e della PSA danno come risultato il secondo gruppo europeo per auto vendute, dietro a quello Volkswagen, ma l’obiettivo è passare dalle 4,3 milioni di unità del 2016 alle 5 milioni del 2020. 

Aggiungi un commento
Ritratto di The Krieg
1 agosto 2017 - 13:53
Acquisto che trovo totalmente senza senso. Psa ha le vendite concentrate in europa, e va ad acquistare un altro marchio, che è prettamente europeo. Secondo me creeranno solo concorrenza interna, oltre al NON progredire negli altri mercati.
Ritratto di Dirk
1 agosto 2017 - 13:54
Buona fortuna Opel.
Ritratto di basti73
1 agosto 2017 - 13:59
Ed ecco che, secondo alcuni che seguono un contorto ragionamento, Opel diventa magicamente francese.
Ritratto di The_Duke
1 agosto 2017 - 14:25
Opel la meno tedesca della auto tedesche si svende a PSA. Mah! Se era per condividere tecnologia per contenere i costi bastava stipulare joint venture ad hoc.
Ritratto di Fr4ncesco
1 agosto 2017 - 14:49
No perchè pesava proprio come casa nei bilanci GM che ha preferito venderla.
Ritratto di Rox19
1 agosto 2017 - 15:18
1
Citroen funzionalità e originalità, ds lusso, peugeot classicità ma anche sportività. Opel....bhe molto simile a peugeot.... ad esempio la nuova corsa e la 208 dovranno condividere proprio tutto per generare profitti , in quanto la gente sceglierà solo sull aspetto estetico. Sono curioso, in quantoquanto possessore sia di opel sia di peugeot, di cui ne posso parlare solo benissimo!!Staremo a vedere....
Ritratto di Fr4ncesco
1 agosto 2017 - 15:27
Per me faranno molto affidamento sui mercati domestici, quindi Peugeot in Francia ed Opel in Germania e UK nel resto d'Europa un po' tutte e due.
Ritratto di FollowMe
1 agosto 2017 - 15:38
Alla luce dei fatti, questa volta non si può dire che FCA non abbia tentato l'approccio più volte. Evidentemente maglionne stava sulle scatole alla Barra più dei francesi...
Ritratto di Dirk
1 agosto 2017 - 15:51
Beh, non c'è più il suo 'amico' Obama. A forza di bussare magari qualcuno gli apre... forse... mah... chissà!!
Ritratto di impala
2 agosto 2017 - 15:34
in questo caso è merkel che ha chuiso le porte a Marchionne ... per loro i Francesi sono bene, ma gli Italiani non vanno bene
Pagine