Toyota iQ EV: ha il motore elettrico della Prius

14 febbraio 2011

La piccola vettura della Toyota sarà presente al Salone di Ginevra nell’inedita variante elettrica EV.

Toyota iQ EV: ha il motore elettrico della Prius

PRONTA PER IL 2012 - Il prossimo mese di marzo, nel corso della kermesse elvetica, Toyota esporrà la concept iQ EV (nella foto in alto la normale iQ a benzina) che prefigura l’inedita variante elettrica della piccola vettura della casa giapponese. Tuttavia, l’auto sarebbe quasi definitiva, dato che potrebbe essere disponibile in Europa già nel 2012.

105 KM DI AUTONOMIA - La Toyota iQ EV è equipaggiata con lo stesso motore elettrico della ibrida Prius, alimentato da batterie agli ioni di litio di piccola dimensione che non pregiudicano lo spazio interno dell’auto. Infatti, la vettura mantiene la configurazione dell’abitacolo a 4 posti e la presenza del piccolo bagagliaio. Per quanto riguarda l’autonomia, la iQ EV può percorrere 105 km in città con una sola ricarica.

NON SOLO IQ - Al Salone di Ginevra non sarà presente solo la iQ EV, perché la Toyota ha promesso che il suo stand sarà ricco di novità a basso impatto ambientale, come la concept Yaris HSD e la monovolume ibrida Prius+ a 7 posti. Invece, per gli amanti della sportività, sarà presentata anche un ulteriore prototipo della Toyota FT-86.

Commenti
Ritratto di gabryf
14 febbraio 2011 - 15:12
E' basta con queste auto elettriche,apriamo gli occhi e rendiamici conto che non è ancora possibile neanche ipotizzare di acquistare un'auto del genere: 1-costa il triplo di qualsiasi altra vettura di medesima categoria 2-ha una percorrenza pressoché ridicola,costringerebbere a fare soste meno di ogni ora 3-ditemi chi ha mai visto fino ad oggi un c***o di "distributore" per l'energia elettrica in tutta Italia!! IO SONO FAVOREVOLE ALL'ELETTRICO?PERÒ QUANDO SARÀ REALMENTE POSSIBILE, per adesso smettiamola di prenderci in giro anche perché queste auto elettriche le state progettando da un ventennio senza quasi risultati!
Ritratto di gabryf
14 febbraio 2011 - 15:12
E' basta con queste auto elettriche,apriamo gli occhi e rendiamici conto che non è ancora possibile neanche ipotizzare di acquistare un'auto del genere: 1-costa il triplo di qualsiasi altra vettura di medesima categoria 2-ha una percorrenza pressoché ridicola,costringerebbere a fare soste meno di ogni ora 3-ditemi chi ha mai visto fino ad oggi un c***o di "distributore" per l'energia elettrica in tutta Italia!! IO SONO FAVOREVOLE ALL'ELETTRICO?PERÒ QUANDO SARÀ REALMENTE POSSIBILE, per adesso smettiamola di prenderci in giro anche perché queste auto elettriche le state progettando da un ventennio senza quasi risultati!
Ritratto di Zack TS
14 febbraio 2011 - 15:26
1
aspetto il salone di ginevra per vedere queste novità toyota.....specialmente la FT-86
Ritratto di Claus90
14 febbraio 2011 - 20:05
la iq è meglio che la incendiano ma comeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee èèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè bruttaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
Ritratto di Zack TS
14 febbraio 2011 - 20:38
1
io invece incendierei tutte le smart guarda un po' ;-)
Ritratto di Claus90
14 febbraio 2011 - 21:20
vabbè ci dividiamo i compiti due è meglio di uno
Ritratto di querelle61
15 febbraio 2011 - 12:17
Uno odia le smart e l'altro le Iq....sto scherzando, ovviamente! Comunque, io non sarei così negativo verso ambedue: per la città auto così piccole vanno bene. Ciò che non va invece assolutamente bene è il prezzo, esagerato per le Smart ed esageratissimo per l'Iq. Non oso pensare a quanto proporranno la versione EV, se già quelle a benzina costano 13-15.000 Euro... 105 km per la sola città potrebbero anche bastare, ma io avrei preferito di gran lunga un'ibrida. O una soluzione tipo quella adottata da Volt ed Ampera, ossia un generatore a benzina che prolunghi l'autonomia.
Ritratto di mxm861
26 febbraio 2011 - 11:42
personalmente penso che sia imprescindibile il passaggio intermedio, tipo opel volt e ampera, se davvero si vuole incentivare da subito e senza traumi per gli utenti l'uso di auto piu' ecologiche rispetto alle attuali; certo che anche il prezzo di queste auto non scherza... utopisticamente si potrebbe pensare a gruppi di batterie "standardizzati" da sostituire nei "distributori" in un lasso di tempo ragionevole... al momento attuale un'auto a sole batterie e', nell'uso reale, improponibile.