NEWS

La Volkswagen “condannata” a costruire auto elettriche?

23 febbraio 2016

Oltre a pagare una maxi multa negli Usa la Volkswagen potrebbe essere costretta a produrre veicoli elettrici.

La Volkswagen “condannata” a costruire auto elettriche?
INDISCREZIONI DALLA GERMANIA - Il giornale domenicale tedesco Welt am Sontag ha scritto che l’EPA, l’agenzia governativa americana per la protezione dell’ambiente avrebbe proposto “caldamente” alla Volkswagen di avviare la produzione di auto elettriche (nella foto sopra la e-Golf) nello stabilimento di Chattanooga, negli USA, nonché la partecipazione alla realizzazione di una rete di colonnine di ricarica. Ciò come parte delle sanzioni/riparazione che saranno comminate al costruttore per la vicenda del software illegale impiegato per i motori turbodiesel ÈA 189. La cosa sarebbe una novità assoluta. I commenti raccolti sulla questione tendono a mettere in rilievo come sarebbe la prima volta che una sanzione assumerebbe la forma di una iniziativa produttiva, intervenendoin pratica nei programmi economici della casa tedesca. Va detto che sia la Volkswagen che l’EPA hanno rifiutato qualsiasi commento sulle notizie di stampa in questione.
 
QUESTIONE ANCORA DA RISOLVERE -  Quel che è certo è che il gruppo tedesco e l’Ente americano per l’ambiente stanno ancora trattando per individuare le iniziative da adottare per portare a norma le centinaia di migliaia di auto Volkswagen irregolari. A proposito della possibilità che davvero venga presa una misura come quella riferita dal Welt am Sontag, c’è anche chi fa presente come in fondo una tale ipotesi potrebbe rappresentare un’occasione per la casa tedesca, che trasformerebbe una spesa totalmente non produttiva come una sanzione, in un investimento su qualcosa che in molti ritengono una strada obbligata per il futuro prossimo. Del resto il gruppo Volkswagen ha già annunciato di aver messo in cantiere la progettazione per produrre 20 modelli elettrici per i prossimi anni. Ciò anche se fino ad ora l’auto elettrica non è riuscita a trovare una sua diffusione di massa.
Aggiungi un commento
Ritratto di IloveDR
23 febbraio 2016 - 12:53
3
e come ha detto Sergio M, produrre auto elettriche è non remunerativo e quindi alla lunga porta la fallimento, scopo dell'EPA è eliminare i concorrenti scomodi...la Mafia Americana è veramente ben organizzata
Ritratto di Damien Gelmini
23 febbraio 2016 - 13:12
4
È più facile che gli USA dovranno iniziare una terza guerra mondiale per risanare i loro bilanci piuttosto che riuscire anche lontanamente a mettere seriamente in crisi VAG, del fallimento poi non ne parliamo proprio. Anche se secondo alcuni soggetti VAG era già fallita da un pezzo e aveva già chiuso tutte le fabbriche :D
Ritratto di Highway_To_Hell
23 febbraio 2016 - 14:35
Ah beh se lo dice l'espertone di econometria allora... Ora persino chi fa ancora i conti col regolo si mette a distribuire pareri, come se davvero sapesse di cosa si parla...
Ritratto di Damien Gelmini
23 febbraio 2016 - 15:22
4
In effetti, il problema è abbastanza grave visto che in continuazione ci tocca leggere i commenti di gente che fa i conti col regolo. Tipo i tuoi fantastici commenti dove reputi la Mito e il Freemont auto di successo, per non citarne altre :D Che pure i filo-fiattari ti vanno contro quando spari le tue castronerie sulle vendite FCA perché pure quelli convinti quando leggono i tuoi commenti si mettono le mani nei capelli :D
Ritratto di remo la barca
23 febbraio 2016 - 18:01
Il fallimento, nell'ordinamento giuridico Italiano, è determinato dall'insolvenza dell'impresa. Questa può avvenire a prescindere dal patrimonio in quanto la capacità di far fronte alle obbligazioni (debiti ed in questo caso multe) richiede disponibilità liquide o prontamente liquidabili. A parte la situazione pittoresca del gruppo VAG che dichiara 18 miliardi di cassa ma per acquisire Scania fa un aumento di capitale, cosa che con l'attuale costo del denaro è quantomeno sospetto, anche con numeri a bilancio veritieri la parte liquidabile a vista non consentirebbe di onorare le sanzioni. Se poi volete dire che grazie a qualche mammasantissima politico la cosa non avverrà, se ne può discutere, visto la serietà già ampiamente dimostrata.
Ritratto di S46
23 febbraio 2016 - 21:18
il fallimento, riferito al problema Gruppo VW, per la violazione norme antinquinamento nel settore automobili, non sussiste per nulla, in quanto i reati concorsuali nel sistema giuridico statunitense (diversi ovviamente da quelli italiani), non assomano alla pena determinata, reati vari, ma reati perseguibili singolarmente. in tal senso, escludendo il reato di fallimento o di bancarotta, che è ripeto un'altra cosa negli states; il gruppo VW, dovrà rispondere solo alle norme previste per la violazione alle norme federali, in materia di inquinamento all'atmosfera e ambientale. Tali norme, peraltro controllate specificatamente dalla EPA, (Agenzia sulle protezioni ambientali statunitensi) prevedono una forte penalità pecuniaria, inflitta però dal Tribunale Federale, più il ripristino forzato dell'elemento artefatto e/o inquinante. La pena sanzionatoria, può variare (per ogni pezzo rilevato artefatto e dunque inquinante), dal pagamento di una somma che varia fra i 5.000 ed i 25:000 dollari, più ovviamente come dicevo, il ripristino del pezzo artefatto e difettato, con ogni addebito di spese. VW non fallirà certamente; ma nella globalità pecuniaria del reato ravvisato, pagherà una notevolissima somma, anche e pur, se questa sarà frutto di mediazione fra i legali VW ed il Tribunale Federale
Ritratto di remo la barca
23 febbraio 2016 - 22:35
La descrizione dello stato di cose era destinato a quanti, esperti magari in corriere, pensano di conoscere anche altri argomenti. Per inciso il fallimento non è un reato, la bancarotta sì. Comunque, solo negli USA, 5.000 moltiplicato 800.000 farebbe il doppio di quanto accantonato (perchè si vede che di più non poteva) dal gruppo VAG. Poi ci sono gli altri stati extraeuropei che non la hanno presa bene e prima o poi presenteranno il conto.
Ritratto di S46
23 febbraio 2016 - 23:48
Caro remo la barca, Tu sai benissimo come me, che VW, pagherà negli states, ma non pagherà mai abbastanza, perlomeno in Europa Le lobbie che hanno potere, sempre aggiustano i conti, e la Germania (perchè la Germania ha potere) in Europa, se la caverà a tarallucci e vino. Peccato che tante persone, pensano e credono che VW, sia la miglior casa automotive del mondo. Peggiore, sicuramente no, ma assai truffaldina, si, eccome !!!
Ritratto di FANTAMAN
23 febbraio 2016 - 21:25
Come non quotarti .. a noi ci mettono facilmente a tacere con l'arma dello spread (tantisseme auto vag fuorinorma tutt'ora in circolazione, senza che lo stato si azzardi a emette un fiato), ma agli americani probabilmente neanche riescono a sfiorarli :D
Ritratto di Davelosthighway
23 febbraio 2016 - 23:14
VW non chiuderà mai le fabbriche fini quando ci sarà gente come te che finanzia i loro debiti. Ma a cosa speri di preciso? Che ti facciano un monumento in piazza davanti la sede VW ?
Pagine