Renault Laguna SporTour 2.0 dCi 150 CV Wave

Pubblicato il 21 febbraio 2017

Listino prezzi Renault Laguna SporTour non disponibile

Ritratto di federico ubbiali
alVolante di una
Lancia Musa 1.3 Multijet 90 CV Oro
Renault Laguna SporTour
Qualità prezzo
4
Dotazione
4
Posizione di guida
5
Cruscotto
5
Visibilità
4
Confort
5
Motore
5
Ripresa
4
Cambio
5
Frenata
4
Sterzo
4
Tenuta strada
5
Media:
4.5
Perché l'ho comprata o provata
L’auto è stata immatricolata nel 2010 dall’ex proprietario, un dirigente del concessionario Renault a cui i miei genitori si sono rivolti. Si tratta di una vettura aziendale, acquistata con 38 mila km circa. Compito della Laguna era quello di sostituire la vecchia auto di mio papà, un Fiat Ulysse del 1999, ormai attempato.
Gli interni
All’esterno l’auto appare ben “piantata a terra”, i due tubi di scarico danno una vocazione sportiva al posteriore, le forme sono massicce e al tempo stesso pulite, caratteristica che si ritrova anche all’interno. Poiché la Renault Laguna è un’auto famigliare, lo spazio a bordo è molto. Il baule ha un’ottima capacità di 508 litri, che possono arrivare a 1593 a divanetto reclinato; non ci sono gradini sul pavimento e l’altezza di carico e bassa. Il baule ha poi una sagoma regolare e sui lati si trovano due ampie botole; il tutto è rivestito da moquette. Vi sono anche vari ganci e le due leve di sblocco dei sedili posteriori, abbattibili in forma 2/3 +1/3 (anche con dei tasti posti davanti). In generale all’interno dell’auto c’è spazio in abbondanza, sia in altezza, che ovviamente non è quella di una monovolume, sia per le gambe; il tunnel centrale non risulta particolarmente invadente per chi è seduto al centro. Dal posto guida si ha subito la sensazione di essere a bordo di una vettura solida e ben fatta, non per nulla la Laguna era l’ammiraglia della Renault, non da molto sostituita dalla nuova Talisman. La plancia trasmette una spiccata qualità percepita. Tutto è fatto di un materiale morbido al tatto, a cui si contrappongono degli elementi lucidi in tinta con il colore della carrozzeria, nel mio caso antracite metallizzato. La strumentazione dalla tonalità bianca è ben leggibile e al centro si trova un piccolo display che riporta varie informazioni come l’avviso di cambio marcia. Il clima automatico riscalda e raffredda rapidamente. I portaoggetti sono vari e capienti, soprattutto il vano sotto il bracciolo anteriore e il cassetto laterale, davvero profondo, ma non refrigerato. La mia Laguna non è in versione full-optional, ma ha tutto ciò che ci si aspetta su un’auto da circa 30 mila euro. E’ presente uno schermo con navigatore, aggiornabile gratuitamente tramite scheda SD e controllabile con un rotore e vari tasti raccolti sul tunnel centrale. Come già detto è di serie il clima automatico sdoppiato, ma anche freno a mano elettronico, chiave a forma di tessera, sensori anteriori e posteriori, attivabili o con un tasto alla sinistra del volante oppure inserendo la retromarcia. Poiché l’auto è del 2010, non ci sono i più recenti ausili alla guida come i comandi vocali, ci sono comunque dei comodi tasti al volante.
Alla guida
La vettura, nonostante la stazza, si guida agevolmente, complici lo sterzo preciso, un motore pronto e delle buone sospensioni, che assorbono a dovere tutte le asperità della strada; su altre versioni sono anche disponibili le quattro ruote sterzanti, abbinate al telaio nominato 4control. Il 2.0 diesel 150 cv dà soddisfazioni perché spinge poderoso, soprattutto quando si superano i 2200 giri circa. Stando al computer di bordo si possono percorrere in media 16 km/l, grazie anche alla buona aerodinamica. L’autostrada è l’habitat naturale della Laguna, dove a 130 km/h in sesta marcia si viaggia a circa 2100 giri. Se nei lunghi viaggi l’auto mostra le sue carte vincenti, in città i suoi quasi cinque metri di lunghezza si sentono tutti, soprattutto in fase di manovra nei parcheggi. Indispensabili a tal proposito i sensori acustici, che aiutano a percepire l’ingombro del lungo cofano davanti ed evitano fastidiose “toccatine” al posteriore, che difficilmente si campisce fin dove arriva visto il lunotto piccolo e molto inclinato.
La comprerei o ricomprerei?
Assolutamente si. L’auto è confortevole, ben fatta e spaziosa come deve essere una vettura da famiglia, ma non manca di grinta, grazie al suo motore vigoroso e dall’inclinazione quasi sportiva. L’unico accessorio che manca dalla dotazione, comunque completa, è l’ingresso USB. Sebbene la Renault Laguna 3^serie abbia già qualche anno sulle “spalle”, la consiglio comunque a chi è in cerca di un’auto per macinare molti chilometri, in alternativa ad altre vetture dello stesso segmento come Vw Passat Variant, Opel Insigna Tourer o Volvo V60.
Renault Laguna SporTour 2.0 dCi 150 CV Wave
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
4
0
0
1
VOTO MEDIO
3,7
3.666665
6
Aggiungi un commento
Ritratto di SalvoLax
4 aprile 2017 - 15:47
11
ottima recensione
Ritratto di davitonin
26 aprile 2017 - 13:37
1
Di Renault, ne ho avute 5 (una 9, due 21 (una berlina 1.4 doppia alimentazione e l'altra Nevada 1.7 anche con doppia alimentazione), una 19 e l'ultima megane soprtstour 1.5 Dci nel 2010), e devo dire que anche la 9, pur essendo vecchiotta, non eccelleva nelle prestazioni, ovviamente, ma il comfort era di livello considerevole, poi le altre, molto superiori in ogni senso, mai hanno dato alcun tipo di ploblema, solo manutenzione ordinaria; dalla prova (ottima per l'appunto) si percepiscono le ottime doti stradali, e le meno ottime urbane, comunque mi farebbe molto piacere poter avere una esperienza con questa Laguna e perché no, con le attuali Talisman. Saluti.
listino
Le Renault
  • Renault Talisman Sporter
    Renault Talisman Sporter
    da € 31.050 a € 45.450
  • Renault Talisman
    Renault Talisman
    da € 30.050 a € 44.450
  • Renault Koleos
    Renault Koleos
    da € 31.100 a € 43.200
  • Renault Captur
    Renault Captur
    da € 16.100 a € 26.550
  • Renault Clio
    Renault Clio
    da € 13.350 a € 26.550

LE RENAULT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE RENAULT

  • Per la piccola crossover Renault Captur è ora di un leggero aggiornamento: vediamo come cambia.

  • Sono diverse le novità della Renault al Salone di Parigi, su tutte la prima europea della nuova suv Koleos, la Megane Grand Coupé e la Zoe. Sentiamo dalla voce del direttore generale di Renaut Italia cosa ne pensa.

  • Il breve film, appena presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, è realizzato dal regista-rilevazione Gabriele Mainetti e ha come protagonista la Renault Scénic.

Renault usate