PRIMO CONTATTO

Mercedes C SW: grip e agilità anche sulla neve

La Mercedes C SW 4Matic col 2.1 da 170 CV non delude sulle strade di montagna e si distingue anche sulla neve. Scarsa la visibilità posteriore.

29 febbraio 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 48.315
  • Consumo medio

    20 km/l
  • Emissioni di CO2

    129 grammi/km
  • Euro

    6
Mercedes C SW
Mercedes C SW 220 d Sport 4MATIC 7G-Tronic Plus
Per la famiglia, con classe
Slanciata e sportiveggiante nell’aspetto, ma soprattutto elegante ed equilibrata nelle proporzioni, la Mercedes C SW è una famigliare che si fa apprezzare per l’abitacolo ampio e l’elevato comfort di viaggio, la qualità dei materiali negli interni e la cura dei dettagli. Anche la capacità di carico è tra i pregi maggiori di questa famigliare: l’accessibilità del vano è buona, la soglia ad appena 60 cm da terra, la bocca ha una forma regolare e i pratici tasti per lo sbloccaggio elettrico dello schienale rendono semplice e veloce il ribaltamento del divano.
 
“Animale” da montagna
 
Per testare l’efficacia del sistema di trazione integrale della Mercedes C SW 4Matic, l’abbiamo guidata sulle strade scivolose, sporche di fango e neve, del Passo del Tonale, in Trentino (il valico mette in comunicazione la Val di Sole con la Val Camonica). Sui tortuosi percorsi di montagna il collaudato sistema 4Matic si è comportato bene: basato su una frizione a lamelle a comando idraulico con pompa integrata, invia coppia anche alle ruote anteriori quando le posteriori perdono aderenza. In caso di bisogno, la pompa entra in funzione avvicinando i dischi della frizione e accoppiandoli a una pressione più o meno elevata (e quindi trasferendo una quantità maggiore o minore di coppia) tramite una valvola gestita elettronicamente (il tempo di risposta è velocissimo, circa 0,1 secondi). La suddivisione della spinta su strada asciutta è fissata nel rapporto 45:55, ovvero 45% di coppia alle ruote anteriori e 55% a quelle posteriori; ma, anche grazie all’intervento dell’Esp, del controllo di trazione e dell’Abs, varia continuamente in base alle condizioni del terreno e, quindi, della capacità di presa delle gomme. Nella guida la macchina si è rivelata agile, stabile e sufficientemente reattiva, tanto da invitare a una guida sbarazzina. Le sospensioni, infatti, sono rigide, ma non penalizzanti per la schiena dei passeggeri (ancor più efficaci sono quelle pneumatiche attive Airmatic, che costano 1.452 euro), e il quattro cilindri di 2,1 litri da 170 CV, che non manca di carattere, ci è parso ben dimensionato rispetto alla macchina. Il motore della Mercedes C SW 220 d Sport 4Matic ha anche il pregio di erogare la potenza in maniera fluida, senza fastidiosi strappi. Preciso lo sterzo, anche al crescere della velocità, e sempre sicura la tenuta di strada. Tipici di tutte le C in versione wagon i difetti, tra cui la visibilità posteriore scarsa, l’infelice posizione del comando del freno a mano elettronico e il costo elevato dei sensori di parcheggio (891 euro, con il Park Assist)
 
Neve e ghiaccio non spaventano
E quando si mettono le ruote sulla neve? Per provare la tenuta di strada delle Mercedes a trazione integrale 4Matic in condizioni davvero critiche, la casa ci ha permesso di guidare alcune delle sue vetture AMG a quattro ruote motrici su una piccola pista completamente innevata (e in parte infangata, viste le temperature elevate degli ultimi giorni in Trentino): un’esperienza davvero esaltante. E istruttiva. Infatti, assistiti da un collaudatore della casa tedesca, abbiamo potuto inanellare alcuni giri di pista con quattro Mercedes AMG: una A 45, una CLA berlina, una CLA Shooting Brake (tutte con 381 CV) e una C SW 450 col 3.0 biturbo da 367 CV. Con una distribuzione della coppia più sbilanciata verso l’asse posteriore (sulle AMG 4Matic è pari a 33:67) e una gestione elettronica ben calibrata per un uso sportivo, ci siamo resi conto di quanto sia facile guidare sulla neve, sfruttando i trasferimenti di coppia tra i due assi e utilizzando il sovrasterzo per affrontare le curve e tenere in pista le vetture senza usare i freni. Un “giochetto”, ovviamente, da provare solo in circuito, e magari con un guidatore esperto accanto.
 
Secondo noi
 
PREGI

> Baule. Ampio, ha la soglia di carico bassa (60 cm) e una forma regolare. Semplice il sistema di ripiegamento del divano.
> Comfort. L’abitacolo, spazioso, è accogliente per cinque adulti; l’insonorizzazione curate e le sospensioni ben tarate.
> Trazione integrale. Il collaudato sistema 4Matic è efficiente sui fondi viscidi, come le strade innevate e i tratti ghiacciati.  
 
DIFETTI
 
> Freno di stazionamento. Un classico della Mercedes: il comando del dispositivo elettronico, seminascosto a sinistra del volante, è raggiungibile solo dal guidatore.
> Sensori di parcheggio. Su una macchina come la Classe C SW dovrebbero essere di serie; invece, costano ben 891 euro.
> Visibilità posteriore. Il lunotto alto e molto inclinato rende difficili le manovre in retromarcia.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 2143
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 125 (170)/3000-4200 giri
Coppia max Nm/giri 400/1400-2800
Emissione di CO2 grammi/km 129
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (autom.) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 223
Accelerazione 0-100 km/h (s) 7,9
Consumo medio (km/l) 20
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 470/181/146
Passo cm 274
Peso in ordine di marcia kg 1560
Capacità bagagliaio litri 490/1510
Pneumatici (di serie) 225/50 R17

 

Mercedes C SW
TI PIACE QUEST' AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
54
46
22
5
18
VOTO MEDIO
3,8
3.77931
145
Aggiungi un commento
Ritratto di follypharma
29 febbraio 2016 - 18:06
2
beh, ottima auto niente da dire.... per i miei gusti un po troppo da cumenda come linea.. pero' notevole.
Ritratto di ddario
1 marzo 2016 - 13:04
In pratica una segmento C, peraltro ottima, che costa 50.000 euro (a suo tempo 100 milioni): 900 euro per i sensori di parcheggio sono quisquiglie (Totò) per chi affronta una spesa del genere.
Ritratto di mirko.10
1 marzo 2016 - 21:48
2
Certo, ci sono sensori e sensori, questi comunicano alle altre auto, quelle dotate di guida autonoma che ormai sono alla stragrande più diffuse, di sistemersi meglio o addirittura di spostarsi.
Ritratto di studio75
2 marzo 2016 - 10:52
4
Mi meraviglia come con soli 170cv abbia delle prestazioni di tutto rispetto. Mi ricordo che nella prova recensita sulla rivista erano segnati tempi di ripresa vicini a quelli della Macan.
Ritratto di max2566
3 marzo 2016 - 12:25
Sarò curioso di leggere i rilevamenti della prova su strada. La mia 159 jtdm con la stessa potenza e lo stesso peso fa un secondo in più nello scatto 0-100...vedremo.
Ritratto di Marcello7
3 marzo 2016 - 20:56
Carino il frontale, pesante e datato il posteriore. Affidabilità da rivedere, soprattutto con i nuovi 1.6 disesel, si resta in attesa del carroattrezzi troppo spesso.
Ritratto di clod1
28 aprile 2016 - 21:51
ma quando li cambiano questi motori...ti innamori della linea ma il resto e' da rivedere..