PRIMO CONTATTO

Opel Mokka: provata in anteprima la Mokka, piccola suv della Opel

L’interessante suv della Opel arriverà solo tra sei mesi, ma noi ci siamo sostituiti per un paio d’ore ai collaudatori, guidando delle vetture quasi definitive. Ecco quello che abbiamo scoperto…

25 maggio 2012
  • Prezzo

    18.000 circa
  • Consumo medio

    n.d. km/l
  • Emissioni CO2

    n.d. grammi/km
  • Euro

    5
Opel Mokka
Opel Mokka 1.6 ECOTEC 4x2
Prima di noi, solo i collaudatori

La nuova piccola suv della Opel, la Mokka, ha debuttato al Salone di Ginevra dello scorso marzo (ne avevamo parlato qui) ma si vedrà nelle nostre concessionarie soltanto alla fine del 2012. Nel frattempo, la casa tedesca sta mettendo a punto gli ultimi dettagli, sia della linea di produzione (lo stabilimento è in Corea, dove verrà realizzata anche la piccola suv della Chevrolet, “sorella” della Mokka, attesa al Salone di Parigi e in vendita in Italia nella primavere 2013) sia della vettura vera e propria. A questo scopo, un numero ristretto di esemplari di pre-serie macina chilometri su chilometri nelle mani dei collaudatori. E sono proprio queste Opel Mokka, molto vicine alle vetture che verranno messe in vendita, che abbiamo avuto la possibilità di guidare in anteprima. Un’opportunità che non ci siamo fatti sfuggire.

Due motori a benzina e un diesel

Anticipiamo subito che la Opel Mokka potrà montare due motori a benzina: il 1.6 da 115 CV, con cambio manuale a cinque marce, e il 1.4 turbo con 140 cavalli e cambio a sei rapporti, manuale o automatico. A questi si affiancherà il 1.7 turbodiesel da 131 cavalli (anch’esso con cambio manuale o automatico). Inizialmente arriveranno solo le versioni a trazione anteriore, ma nel corso del 2013 è previsto il debutto delle 4x4 (disponibili con il 1.4 e il 1.7), che avranno una trasmissione a inserimento automatico, con una frizione a controllo elettronico che può suddividere la spinta dal 100% sulle ruote anteriori (nella marcia normale e in condizioni di buona aderenza) fino a un rapporto 50/50 tra davanti e dietro. A disposizione per il nostro test c’erano una 1.6 e tre 1.4 turbo a trazione integrale, più o meno camuffate, e più o meno “rifinite”.

Piccola? Sì, ma per una suv

Le camuffature non aiutano a giudicare l’aspetto di una vettura, che del resto potete osservare al meglio nelle foto dell’auto “pulita” diramate nei mesi scorsi. Possiamo comunque dire che, vista dal vivo e su strada, la Opel Mokka è ben proporzionata e grintosa, e che i grossi inserti in plastica nera, insieme alle numerose nervature delle lamiere, la snelliscono e aiutano a farla sembrare più piccola di quello che è: in fin dei conti, è lunga pur sempre 428 centimetri (8 in più di una Volkswagen Golf, per capirci). Anche l’altezza è notevole, come risulta evidente salendo a bordo: malgrado i sedili rialzati, resta comunque un sacco di spazio sopra la testa, davanti e dietro. Nel complesso, l’abitabilità ci è parsa abbastanza buona, pur se il divano non è dei più larghi. Il baule, poi, ha una forma regolare anche quando si reclina il divano, mentre lo spazio è discreto.

Ricca dentro

Una delle “nostre” Opel Mokka aveva interni praticamente definitivi, e possiamo dire che ci sono piaciuti parecchio. Parte del merito va al riuscito rivestimento dei sedili in tessuto e pelle, che probabilmente sarà riservato alla versione più accessoriata, ma anche gli altri elementi sono eleganti, e danno un’impressione di buona qualità e di ricchezza. Alcuni sono ripresi pari pari dalle Opel più recenti: il cruscotto con quattro strumenti tondi dal contorno cromato, la consolle centrale piena di tasti e manopole, il volante a tre razze. La plancia, invece, è nuova, e riuscita: spiccano i due cassetti di fronte al passeggero anteriore, le grandi bocchette dell’aria laterali “a mandorla” e i numerosi inserti che simulano (in maniera realistica) il metallo.

Una tranquilla “1600”

Il primo giro è dedicato alla 1.6. I suoi 115 cavalli non bastano per dare alla Opel Mokka un comportamento grintoso, ma, sfruttando per bene il cambio (dall’apprezzabile manovrabilità) la spinta si rivela sufficiente in ogni situazione, salite incluse. Notevole la regolarità di funzionamento e contenuto il rumore, anche se in autostrada (dove non siamo potuti andare) il discorso potrebbe essere differente per via della quinta marcia piuttosto corta. La guida è assai prevedibile, con una buona aderenza, il muso che allarga progressivamente se si esagera con la velocità in curva e uno sterzo ben calibrato: omogeneo nella risposta, leggerissimo in manovra e con il giusto “carico” quando si viaggia. Tornati al parcheggio, ci rendiamo conto che la visibilità di tre quarti posteriore è limitata; il lunotto è piccolo, i montanti davvero massicci.

Turbo e 4x4: la differenza si nota

Passando alla 1.4 turbo, i 25 cavalli in più si notano immediatamente, anche nella capacità di allungare con più decisione fino a 6000 giri. Ma il carattere di questo motore ricalca quello del 1.6: più che la grinta, le sue doti sono la grande regolarità e la prontezza di risposta anche ai regimi molto bassi; di “ritardo” del turbo non c’è traccia. Buona la manovrabilità del cambio a sei marce (anche se la corsa della leva è un po’ lunga), mentre la guida ci è parsa un po’ più sportiva: grazie anche alle sospensioni con diversa taratura e alla trazione integrale (che si inserisce da sola nelle curve prese velocemente) la 1.4 Turbo è un po’ più rapida a cambiare traiettoria, “allarga” meno e rimane più “piatta”, senza con questo annullare il comfort sullo sconnesso. Insomma, in attesa del test sulle Opel Mokka di serie (l’appuntamento è per ottobre) possiamo dire che già queste vetture non definitive sono facili da guidare e con un equilibrio complessivo che le rende persino divertenti.

Da 18.000 euro, più o meno

A sei mesi dalla messa in vendita e non essendo ancora stati definiti gli allestimenti, i prezzi non li sanno neppure alla Opel. Tuttavia, siamo convinti di non sbagliare molto dicendo che la 1.6 “base” (comunque dotata di “clima” manuale, Esp e sei airbag) si potrà portare a casa per circa 18.000 euro. A questa cifra andranno aggiunti circa 1.000 euro per la 1.4 turbo e 3.500 per la 1.7 a gasolio, e altri 1.500 per avere la trazione 4x4. Il prezzo dipenderà ovviamente anche dagli accessori che si sceglieranno; al proposito, ricordiamo che si potranno avere anche optional “tecnologici” come l’Opel Eye (la telecamera che riprende i cartelli stradali di pericolo e li segnala nel cruscotto) e i fari allo xeno a orientamento automatico, oltre all’interessante portabici estraibile dalla coda (in versione aggiornata rispetto a quello presente su altri modelli della Opel, ora consente di aprire il portellone senza dover togliere le biciclette).

 

SCHEDA TECNICA
  Opel Mokka 1.6 Opel Mokka 1.4 Turbo 4x4
Cilindrata cm3 1598 1364
No cilindri e disposizione 4 in linea 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 85 (115)/6000 103 (140)/4900
Coppia max Nm/giri 155/4000 200/1850-4900
Emissione di CO2 grammi/km n.d. n.d.
Distribuzione 4 valvole per cilindro 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia 6 + retromarcia
Trazione anteriore integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi dischi
     
Quanto è grande    
Lunghezza/larghezza/altezza cm 428/178/165 428/178/165
Passo cm 256 256
Peso in ordine di marcia kg 1480 1580
Capacità bagagliaio litri 535/1370 535/1370
Pneumatici (di serie) 215/55 R 18 215/55 R 18
La Opel Mokka è disponibile con tre motori: i benzina 1.6 aspirato da 115 CV e 1.4 turbo da 140 CV, e il 1.7 turbodiesel da 131 CV. La trazione può essere a due o quattro ruote motrici, ad esclusione della 1.6, proposta con la sola trazione anteriore.
Versione Prezzo Alim cm3 CV/kW km/h 0-100 km/l CO2 kg
1.6 circa 18.000 B 1598 115/85 180 12,3 n.d. n.d. 1480
1.4 Turbo circa 19.000 B 1364 140/103 195 10,8 11,6 n.d. 1510
1.4 Turbo 4x4 circa 20.500 B 1364 140/103 190 11,3 11,1 n.d. 1580
1.7 CDTI circa 21.500 D 1686 130/96 195 10 15,2 n.d. 1560
1.7 CDTI 4x4 circa 23.000 1686  130/96  190 11 14,3 n.d. 1620
Aggiungi un commento
Ritratto di mattias93
25 maggio 2012 - 06:49
18k, tra un po' conviene più dell'astra! L'estetica non mi piace.
Ritratto di ForzaPisa
25 maggio 2012 - 16:35
Vabbè: in teoria ma mokka è una specie di "corsa-suv" (anche se la base di partenza è un'altra) e non della categoria dell'Astra...
Ritratto di MatteFonta92
25 maggio 2012 - 07:58
3
Bella davvero questa Mokka, la Opel sta confermando di fare auto molto gradevoli esteticamente e anche valide meccanicamente, anche se da questo punto di vista bisognerà aspettare che sia già in vendita per dare giudizi definitivi. Solo il nome non mi piace... per un'auto così avrebbero potuto fare decisamente meglio.
Ritratto di fabri99
28 maggio 2012 - 15:56
4
Caffè in tedesco, ma visto che sono sicuro che il caffè è "Der Kafee", credo che Babylon traduca...Tanto per! XD Ciao ;)
Ritratto di MatteFonta92
28 maggio 2012 - 20:52
3
Caffè in tedesco si dice proprio "kaffee", Google traduttore traduce invece Mokka come "moca" dal tedesco. In ogni caso, secondo me è sempre un nome orribile! Ciao Fabri ;-)
Ritratto di fabri99
28 maggio 2012 - 20:59
4
Comunque i traduttori di internet si sa che non sono il massimo... Ciao ;)
Ritratto di multiair
25 maggio 2012 - 08:29
aspetto più notizie circa la sorella chevy della mokka...
Ritratto di IloveDR
25 maggio 2012 - 09:07
3
...più piacevole la Chevrolet...
Ritratto di anton79
10 luglio 2012 - 17:29
ma come Qashqai non ce nessuna...nemmeno quelli da Bmw....non hanno machine belle come Qashqai....xro la Evoque e ancora + bella...
Ritratto di TurboCobra11
25 maggio 2012 - 11:17
fanno provare i prototipi ai giornali, così poi vedendo anche i loro giudizi applicano alcune migliorie, una specie di consiglio esperto esterno, e intanto noi ci leggiamo le prove anticipatamente. Meglio di così, va bene a tutti. Non male l'auto, il nome non è granchè, l'auto non è male, chissa la sorella Trax come sarà, come caratteristiche e prezzi.
Pagine