PROVATE PER VOI

Jaguar F-Pace: manca solo un po’ di sprint

Prova pubblicata su alVolante di
settembre 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 57.535
  • Consumo medio rilevato

    14,1 km/l
  • Emissioni di CO2

    139 grammi/km
  • Euro

    6
Jaguar F-Pace
Jaguar F-Pace 2.0d 180 CV Portfolio AWD automatica
L'AUTO IN SINTESI

Prima suv del costruttore britannico, la Jaguar F-Pace è imponente ma anche slanciata, e offre molto spazio a bagagli e persone. I rivestimenti in pelle e gli inserti in legno creano un’atmosfera raffinata nell’abitacolo, ma c’è qualche particolare sottotono, e la dotazione potrebbe essere più generosa; pagando un supplemento, comunque, la lunga lista degli optional può soddisfare anche i palati più esigenti. Gradevole la guida: a dispetto delle dimensioni e del peso considerevoli, la F-Pace è agile, precisa nelle traiettorie e molto ben frenata. E se la cava anche nel fuori strada. Minore entusiasmo suscitano le prestazioni: lo scatto non è proporzionato ai 179 cavalli del quattro cilindri turbodiesel, che pure è gradevole da utilizzare perché pronto e abbinato a un valido cambio automatico a otto marce. Abbastanza contenuti i consumi e molto buona l’insonorizzazione. 

Posizione di guida
3
Average: 3 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
5
Average: 5 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
2
Average: 2 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Sicurezza in primo piano

Prima suv della casa inglese, la Jaguar F-Pace ha linee personali e al contempo possenti e slanciate, con elementi ripresi dalle berline e dalle sportive del marchio: i fari sinuosi, l’ampia mascherina quadrangolare e i fanali sottili. Decisamente buoni lo spazio per i bagagli (650 litri a divano su) e per i passeggeri, in un abitacolo arricchito e reso più elegante dai rivestimenti in pelle (di serie) dei sedili; peccato che non tutti i particolari siano all’altezza. Su strada, la prima impressione è di guidare un’auto scattante: la risposta all’acceleratore è pronta e decisa. In realtà, quando si chiede tutto al 2.0 turbodiesel (non molto assetato) si resta un po’ delusi: le prestazioni sono discrete in assoluto ma non brillanti, probabilmente a causa del peso elevato (ben 1807 kg in questa versione con cambio automatico, nonostante la scocca in alluminio). Favorevole invece il giudizio sulla guida: lo sterzo diretto e preciso e l’elevata tenuta di strada garantiscono un comportamento spigliato e sicuro, con l’aggiunta di un’ottima frenata. L’auto è silenziosa, ma sullo sconnesso si “balla” un po’ (anche con le sospensioni attive Adaptive Dynamics optional), mentre il comportamento sui fondi viscidi e anche molto dissestati è valido: efficace la trazione 4x4 con ripartitore centrale a frizione. Di serie sulla Jaguar F-Pace ci sono i fari bixeno, i sedili regolabili elettricamente, la frenata automatica d’emergenza e gli utilissimi (data la visibilità posteriore molto ridotta) sensori di distanza. Nonostante il prezzo elevato, però, molti accessori sono optional: come il navigatore, i retrovisori a chiusura elettrica e i sensori dell’angolo cieco dei retrovisori. Particolarmente interessante l’Activity Key: un bracciale che consente di aprire l’auto avvicinandolo al portellone, e che risolve il problema di dove lasciare le chiavi quando si va al mare o, in generale, si fa sport. La Jaguar F-Pace non è ancora stata sottoposta ai test Euro NCAP. 

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
SPAZIO, LUSSO E QUALCHE “SVISTA”

Plancia e comandi
La forma filante della Jaguar F-Pace non deve trarre in inganno: l’abitacolo è molto spazioso, ma i guidatori più alti potrebbero desiderare un sedile che arretri maggiormente, per distendere meglio le gambe. Le poltrone in morbida pelle e gli inserti in ebano lucido sono ben fatti ed eleganti; il pomello che fuoriesce dal tunnel per permettere di scegliere fra marcia avanti e indietro è originale e attira l’attenzione. Ma plancia e cruscotto non sono molto personali, e le plastiche meno in vista non così curate. Valido l’impianto multimediale: grafica raffinata, facilità d’uso e impianto hi-fi optional (dello specialista Meridian), dal suono potente e cristallino. Dallo schermo al centro della plancia si controllano anche i flussi del “clima” quadrizona (optional, di serie è bizona), mentre, giustamente, temperatura, velocità della ventola e ricircolo sono azionati tramite dei tasti “reali”. Ok la praticità: le tasche sono capienti, il vano sotto il bracciolo centrale è ampio e ben rivestito e ci sono anche due vaschette sotto il tunnel. Il cassetto di fronte al passeggero, non molto grande, ha una bocchetta per refrigerarlo. Ma solo a pagamento.

Abitabilità
Nella Jaguar F-Pace lo spazio è abbondante e il divano è comodo per tutta la sua larghezza: viaggiare in cinque non è un problema, anche se chi siede dietro al centro deve tenere le gambe larghe per via del tunnel e del mobiletto ingombranti. 

Bagagliaio
Il baule è ben fatto e può ospitare parecchi bagagli: 650 litri viaggiando in cinque e 1740 reclinando lo schienale (operazione che si può fare anche con comode levette ai due lati del vano). Sono utili il divano in tre parti, le guide fermabagagli in alluminio sul pianale e il tappetino double-face, in moquette e in gomma, ma il portellone elettrico è a richiesta e il copribagagli rigido non molto comodo. Non troppo alta la soglia di carico a 72 cm da terra. 

COME VA
3
Average: 3 (1 vote)
NON COSÌ BRILLANTE, MA GRADEVOLE

In città
La Jaguar F-Pace è una suv ingombrante: lunga e molto larga (194 centimetri), ha anche qualche problema di visibilità, soprattutto verso la parte posteriore. Insomma, girare nel traffico o parcheggiare richiede un po’ d’abitudine e di pazienza, anche per via del diametro di sterzata abbondante. Punti positivi sono invece il cambio automatico fluido e il ridotto sforzo necessario per azionare il volante. In città, abbiamo rilevato consumi pari a 12,5 km/litro. 

Fuori città
Decisamente silenziosa, ma con sospensioni non morbidissime sulle buche, è comunque un’auto confortevole e che si comporta bene anche nella guida brillante: lo sterzo è diretto e preciso, il rollio in curva tutt’altro che esagerato, l’aderenza notevole. La pronta risposta del 2.0 e del cambio automatico regala una gradevole impressione di brio, ma in realtà le prestazioni non sono all’altezza di quelle delle migliori rivali. Discreti i consumi: 16,1 km/litro. 

In autostrada
Si comporta molto bene anche nei viaggi: l’abitacolo è molto ben insonorizzato, le traiettorie si matengono con precisione e si apprezza la presenza dell’avviso di uscita involontaria di corsia. A 130 km/h in ottava marcia il 2.0 è a soli 2000 giri, ma i consumi non sono tra i più bassi: in piano, a 130 orari costanti abbiamo misurato 12,8 km/litro.

Nel fuori strada
Per essere una suv, e tenendo conto degli ingombri rilevanti, si comporta bene: la trazione integrale è efficace e, sfruttando anche le modalità di guida per l’off-road, si superano pendenze e ostacoli abbastanza impegnativi. Le sospensioni dalle escursioni ampie limitano il distacco delle ruote dal terreno; buona la luce a terra (21,3 centimetri) e più che adeguata la potenza del 2.0.

PERCHÉ SÌ

Frenata
La F-Pace riesce a fermarsi in spazi molto contenuti, e mantenendosi stabile.

Fuori strada
rattandosi di una suv sportiveggiante, se la cava con onore anche sui fondi difficili.

Guida
La maneggevolezza, la tenuta di strada e la risposta dello sterzo sono più che soddisfacenti.

Spazio
L’abitacolo è arioso, il bagagliaio molto capiente.

PERCHÉ NO

Accelerazione
o scatto è modesto in rapporto ai 179 cavalli del 2.0 turbodiesel.

Dotazione/prezzo
La F-Pace è una delle auto più costose della sua categoria, ma molti accessori richiedono un esborso extra.

Particolari di finitura
Non tutte le plastiche sono ben lavorate e adeguate al prezzo.

Posizione di guida
Il sedile non arretra molto: i più alti potrebbero non gradire.

SCHEDA TECNICA
Carburante gasolio
Cilindrata cm3 1999
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 132 (179)/4000
Coppia max Nm/giri 430/1750-2500
Emissione di CO2 grammi/km 149
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (automatico) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 473/194/168
Passo cm 287
Posti 5
Peso in ordine di marcia kg 1807
Capacità bagagliaio litri 650/1740
Pneumatici (di serie) 255/60 R18
Serbatoio (litri) 30

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 7a a 3800 giri   200,9 km/h 208 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 10,1   8,7 secondi
0-400 metri 17,1 131 km/h non dichiarata
0-1000 metri 31,4 166,1 km/h non dichiarata
       
RIPRESA IN DRIVE S Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 29,3 167,8 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h  27,8 168,7 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 3,2   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 7,5   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   12,5 km/litro 16,1 km/litro
Fuori città   16,1 km/litro 21,3 km/litro
In autostrada   12,8 km/litro non dichiarato
Medio   14,1 km/litro 18,9 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   35,1 metri non dichiarata
da 130 km/h   59,2 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   137 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   12 metri 11,9

 

Jaguar F-Pace
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
127
119
47
27
22
VOTO MEDIO
3,9
3.88304
342
Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
8 maggio 2017 - 20:02
Secondo me è la SUV di questo tipo più bella, difatti è filante come una coupe senza scimmiottarne le forme, ispirata alle parti migliori di XE (fronte) ed F-Type (retro). Autotelaio e comandi non tradiscono le aspettative della linea sportiva e se la cava anche fuori la strada. Un motore più potente per enfatizzarne meglio le doti ed è il top.
Ritratto di AMG
8 maggio 2017 - 23:05
Infatti anche perché scopiazzata palesemente senza nulla di caratteristico per il modello, la linea risulta subito banale e già vista.. Davvero anonima e che lascia inespressivi. Non è brutta, però sicuramente nemmeno molto bella.... Poi i difetti alla Jaguar" ci sono. Non è all'altezza delle migliori premium se non con il prezzo, salato.
Ritratto di Fr4ncesco
9 maggio 2017 - 00:33
Secondo me invece più la si osserva e più la si apprezza perchè ha le proporzioni corrette ed è scolpita nei punti giusti, ispirandosi ad un felino quale emblema della casa con un chè di sobrietà british. Ok i gusti estetici sono soggettivi, perchè cerco di spiegarli. Infatti è un design che ho apprezzato col tempo; per me Jaguar signficava linee classiche e sfarzose immutatabili negli anni, invece in queste vesti sono pulite ed eleganti e non invecchiano. Qualche difettuccio ce l'ha (chi è che non ne ha del resto?) Però è bella da guidare ed è esteticamente piacevole e secondo il mio modesto parere/gusto basta.
Ritratto di Leonal1980
12 maggio 2017 - 09:43
Concordo con AMG, poi ha tante parti dell' interno a risparmio stile plastiche reciclate come la Stelvio e non capisco perché, visto il prezzo è gli obiettivi che hanno di vendite. Poi male non sono entrambi. Ma preferisco Mercedes o audi q5 in questo settore.
Ritratto di MAXTONE
8 maggio 2017 - 20:05
Non è male ma la vedo più rivale di NX che di Stelvio, più elegante che sportiva, anche le tedesche sono sullo stesso piano, Stelvio a mio avviso, ora che ne sto vedendo spesso in giro (già due nella mia città) mi rendo conto che è il suv più sportivo sulla piazza, visto di profilo mostra un abitacolo arretrato in modo notevole, anche più della stessa Macan ma va preso rosso, bordeaux in particolare e coi cerchi da 20, invece ho visto uno bianco oggi aveva i cerchi piccoli, credo da 18 I quali non sarebbero piccoli ma su una fiancata bella piena come quella di Stelvio paiono piccoli, invece sulla NX credo sia l'unico suv che non sta male coi cerchi piccoli in quanto la fiancata vive di un sacco di tagli tipo origami che alleggeriscono parecchio una fiancata altrimenti non meno massiccia di quella di Stelvio.
Ritratto di FedericoBentyaga
8 maggio 2017 - 20:17
Invece nella mia zona non ne ho ancora visti di Stelvio, che, come hai detto anche tu, deve avere dei bei cerchi, se no appare quasi pesante. Invece di NX ne vedo sempre e lo considero uno dei SUV più avveneristici...
Ritratto di car_expert
8 maggio 2017 - 21:36
invece secondo me è proprio la f-pace che dal vivo ha una fiancata molto più pesante e alta che nelle foto, costringendo a mettere dei 20'' se si vuole fare bella figura, anche se in generale tutti i suv sono cosi. Lo stelvio l'ho visto anche con i 19'' a fori e non sfigura affatto, per il resto in fatto di design mentre tutti propongono qualcosa di nuovo e interessante la triade tedesca sembra seduta a guardare.
Ritratto di AMG
8 maggio 2017 - 23:09
Non scomoderei l'NX né per lo Stelvio che per la F-Pace. F-Pace e Stelvio come proposta vanno a braccetto, se non che uno è più orientato verso una pseudo sportività e l'altro verso una pseudo raffinatezza d'interni. Entrambi anche i questi punti toppano, lasciando la QV a sé perché su quella non ci si può dire molto di negativo, tanto di cappello, se non la linea magari.... Comunque non mi pare che l'NX abbia a che spartire con questi. Poi gli interni dello Stelvio diciamocelo... Un pò sottotono rispetto a una premium coi fiocchi, visto che stiamo parlando di Jaguar, Porsche e tutto il vicinato.
Ritratto di MAXTONE
9 maggio 2017 - 00:56
Eh ma a quanto leggo pure gli interni di Jaguar qui non sembrano proprio perfetti, leggo che la qualità di alcune plastiche è migliorabile e la posizione di guida non comodissima per i più alti, il design invece è soggettivo ma personalmente gli interni Jaguar, anche della Xe per dire, non mi dicono nulla perché non riesco a capire dove vogliano andare a parare... Prendi gli interni Bmw ad esempio, non sono il massimo della qualità però sono sportivi, quelli audi minimal e quelli Mercedes-Benz di lusso sfrontato che si rifà anche un po' al barocchismo degli interni delle Benz anni 50 con le belle bocchette tonde e cromate, a me piacciono un botto gli interni Lexus perché si ispirano alla fredda ma pregevole razionalità degli impianti Hi-fi Sony anni 80 (sono da sempre un cultore di essi), anche gli interni do Stelvio sono ben caratterizzati con chiari riferimenti alle Alfa Romeo anni 60 ma questi di F Pace boh, mi lasciano proprio indifferente.
Ritratto di AMG
9 maggio 2017 - 17:05
Hanno il loro stile invece gli interni Jaguar, più caratteristico di quello Alfa, se dobbiamo parlare di linee. E migliore di quello BMW che non cambia di una virgola da troppo, troppo tempo.
Pagine