PROVATE PER VOI

Jaguar XF: lo sprint è da lode, la dotazione no

Prova pubblicata su alVolante di
ottobre 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 68.920
  • Consumo medio rilevato

    14,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    144 grammi/km
  • Euro

    6
Jaguar XF
Jaguar XF 3.0d V6 300 CV Portfolio Automatica
L'AUTO IN SINTESI

Elegante e sportiva, la Jaguar XF è comoda e veloce, grazie al potente (e non troppo assetato) sei cilindri a gasolio e al veloce cambio automatico a otto rapporti. La trazione è posteriore (a richiesta c’è anche la versione integrale) e lo sterzo abbastanza pronto, anche se non è dei più precisi. E se l’abitacolo della Jaguar XF spicca per le finiture, la dotazione presenta alti e bassi: sono di serie gli interni in pelle, i fari bixeno e diversi sistemi di sicurezza, incluso quello contro le uscite accidentali di corsia. Per contro, si pagano gli indispensabili sensori di parcheggio posteriori…

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
2
Average: 2 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
CONFORTEVOLE E BRILLANTE

La seconda generazione della quattro porte inglese si rifà alle forme slanciate ed eleganti del vecchio modello, aggiungendo un tocco di grinta, soprattutto nel frontale con i fari appuntiti e l’ampia mascherina nera a nido d’ape e il muso di un giaguaro al centro. Lunga quasi cinque metri, la Jaguar XF non è comunque troppo pesante (1750 kg per l’auto del test): il massiccio uso di alluminio per telaio e carrozzeria, oltre che per le sospensioni (quelle anteriori sono riprese dalla coupé F-Type) ha contribuito a far scendere l’ago della bilancia anche di 190 kg rispetto alla prima generazione. Diffuso anche l’impiego di acciai ad altissima resistenza, per irrigidire la scocca. A proposito, nei crash test Euro NCAP del 2015, la Jaguar XF ha ottenuto cinque stelle, con un punteggio elevato (92%) in particolare nella protezione degli adulti a bordo. Parlando di prestazioni, invece, con i suoi trecento cavalli, il V6 turbo è decisamente brillante, ben assecondato dal rapido e fluido cambio automatico a otto rapporti. Ma per i meno esigenti c’è anche un 2.0 con 163 CV (prezzi da 44.220 euro) o 179 CV; completa la serie il 3.0 a benzina, da 340 o 381 CV. L’insonorizzazione curata rende l’abitacolo confortevole, e tra gli optional non mancano ammortizzatori a controllo elettronico: isolano a dovere dalle asperità e, nella guida sportiva, mantengono l’auto più “piatta” in curva e in frenata. Di serie ci sono pure gli interni in pelle; sorprende, invece, che un’auto da quasi 70.000 euro faccia pagare i sensori di parcheggio, tra l’altro indispensabili vista la scarsa visibilità posteriore, e il ricircolo automatico del climatizzatore. Oltre al sistema di accesso senza chiave e al navigatore…

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
BEN RIFINITA, POCO GENEROSA

Plancia e comandi
L’ambiente raffinato è quello che ci si aspetta da un'auto del Giaguaro: elegante la plancia della Jaguar XF rivestita in pelle con un bordo superiore che va da porta a porta ed è ispirato al mondo della nautica. Non mancano inserti in alluminio che danno un tocco di sportività, né elementi originali quali le bocchette dell’aria più esterne a scomparsa come la rotella che sostituisce la leva del cambio automatico nella consolle centrale. 

Abitabilità
Lo spazio è abbondante, ma solo per quattro persone: al centro del divano si fanno i conti con l’ingombrante tunnel nel pavimento e col mobiletto tra le due poltrone anteriori. Di serie, queste ultime sono regolabili elettricamente (solo la registrazione lombare è a richiesta). 

Bagagliaio
Al generoso baule (540 litri la capacità minima dichiarata, 885 quella massima) si accede da un’apertura ampia ma che nella parte alta si stringe per via dell’ingombro dei bracci del cofano. Le finiture sono curate (salvo che per la parte sotto il lunotto, in metallo a vista) e a richiesta si può avere il frazionamento 40/20/40 del divano, che consente di caricare oggetti lunghi, come gli sci, viaggiando in quattro. La soglia di carico è a 70 cm da terra e a 14 dal fondo del bagagliaio.

COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
Sfrutta anche l’elettronica

In città 
Il V6 della Jaguar XF è potente, ma fluido nell’erogazione grazie anche all’efficace cambio automatico a otto marce (che non penalizza troppo i consumi: 11,4 km/litro non sono male per il tipo di vettura). Sui fondi irregolari si apprezzano gli ammortizzatori a controllo elettronico (a richiesta), mentre negli spazi stretti e in manovra risultano preziosi i sensori di distanza e la retrocamera, anch’essi optional.

Fuori città
La Jaguar XF è brillante, e trasmette sicurezza anche ad andature elevate (a patto di lasciare inserito l’Esp, per non innescare sbandate di potenza). Rapido il cambio automatico e non elevati i consumi rilevati (17,5 km/l). Sulle curve si apprezza la prontezza dello sterzo, ma la precisione non è un granché. I freni spiccano per potenza, modulabilità e resistenza allo “stress”.

In autostrada
A 130 km/h (in ottava marcia, a soli 1500 giri, quando la percorrenza è di 14,9 km/litro), il motore quasi non si sente e l’ottimo isolamento acustico fa pensare di andare più piano. Tra gli optional a cui non rinunciare, ci sono il cruise control con radar di distanza, i sensori per l’angolo cieco dei retrovisori e l’allarme contro le uscite involontarie di corsia.

PERCHÉ SÌ

Comfort 
L’abitacolo è ben insonorizzato e isolato a dovere dalle asperita grazie agli ammortizzatori a controllo elettronico (optional).

Finiture 
Elegante la pelle che riveste sedili e plancia; raffinati gli inserti in ebano e in alluminio.

Frenata 
Ridotti gli spazi di arresto, ed elevata la resistenza allo “stress”.

Prestazioni 
Motore e cambio offrono uno scatto da sportiva, ma nell’impiego normale sono fluidi.

PERCHÉ NO

Accesso senza chiave 
Assurdo che un’auto da quasi 70.000 euro faccia pagare un sistema che per molte utilitarie è gratis...

Quinto posto 
È quasi inutilizzabile: il tunnel centrale e il mobiletto tra le poltrone sono voluminosi.

Rivestimento del baule 
Nella parte superiore del vano bagagli il metallo è stato lasciato a vista.

Visibilità 
Pessima quella posteriore (e i sensori di distanza si pagano cari, come la retrocamera). Ma anche il lungo cofano non aiuta.

SCHEDA TECNICA
Carburante gasolio
Cilindrata cm3 2993
No cilindri e disposizione 6 a V di 90°
Potenza massima kW (CV)/giri 221 (300)/4000
Coppia max Nm/giri 700/2000
Emissione di CO2 grammi/km 144
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (automatico) + retromarcia
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 495/188/146
Passo cm 296
Posti 5
Peso in ordine di marcia kg 1750
Capacità bagagliaio litri 540/885
Pneumatici (di serie) 245/45 R18
Serbatoio 66

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 7a a 3800 giri   259,7 km/h 250 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 6,3   6,2 secondi
0-400 metri 14,4 160,4 km/h non dichiarata
0-1000 metri 26,0 206,6 km/h non dichiarata
       
RIPRESA IN DRIVE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 24,3 207,2 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 23,5 207,8 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 1,9   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 3,9   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   11,4 km/litro 15,2 km/litro
Fuori città   17,5 km/litro 20,8 km/litro
In autostrada   14,9 km/litro non dichiarato
Medio   14,7 km/litro 18,2 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   36,4 metri non dichiarata
da 130 km/h   62,7 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   12,2 metri non dichiarata

 

Jaguar XF
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
50
32
10
8
5
VOTO MEDIO
4,1
4.085715
105
Aggiungi un commento
Ritratto di nicktwo
7 aprile 2017 - 13:06
non me ne vorranno in jaguar ma ad oggi, se pur di segmento diverso, preferirei una giulia benzina 280cv... non ne faccio nemmeno una questione di prezzo, e' solo che per me il motore benzina fa tutto un altro effetto quando inizi a spendere certe somme... saluti
Ritratto di Chapman
7 aprile 2017 - 14:20
Ciao Nicktwo, dopo i tuoi confronti Giulia QV vs Lamborghini Huracán e Stelvio vs Ateca non mi stupisco più di nulla... Senza entrare in polemiche sterili, in Italia, si preferisce (in particolare per le auto più grandi) i motori a gasolio rispetto a quelli a benzina perché oltre a consumare meno il gasolio fa risparmiare sul prezzo dal benzinaio e si ha un'autonomia maggiore. Per chi macina tantissimi Km all'anno (soprattutto in autostrada) conviene e non poco. Le vetture grandi a gasolio sono decisamente più facili da rivendere e, in base ai modelli ecc..., mantengono quotazioni più alte. Se hai una macchina grossa e la usi solo per uscire qualche volta il sabato o la domenica in città ok la benzina e posso essere d'accordo con te. Ma se usi la tua auto tutti quotidianamente ecc... per il momento il gasolio è la soluzione più ragionata. Anche su auto di prezzo e categoria superiori alla Jaguar XF come classe S e BMW serie 7 ne vedi soltanto a gasolio in Italia. Le uniche Serie 7 e Classe S a benzina le ho viste con targa svizzera o del Principato di Monaco (750i e S500/S600).
Ritratto di Dicoluc
7 aprile 2017 - 15:51
3
La scelta benzina o gasolio andrebbe ponderata in base a km annui e tipologia d'uso. Se guido l'auto tutti i giorni e faccio 10.000 km annui la prendo benzina perché non ripagherò mai la differenza di acquisto e manutenzione (e assicurazione) con il diesel, ci vogliono molti anni...ma gli italiani non capiscono, non sono mai stati in grado, e preferiscono illudersi che per 2-3 km al litro in più conviene il diesel. Idem per la storia del valore alla rivendita, prova a vendere un 3.0 diesel oggi e vedi la sorpresa quando ti valutano l'auto costata 60.000€ come una 2 litri...basta fare un finanziamento con patto di riacquisto e alla scadenza cambiare con modello nuovo, senza bisogno di dover rivendere l'auto. Questo però va bene se si cambia l'auto regolarmente, ma ad ogni modo inutile farsi problemi se si tiene l'auto più di 5 anni, tanto la svalutazione prende tutti i modelli e motori.
Ritratto di Chapman
7 aprile 2017 - 16:31
@Dicoluc: Se prendi l'esempio della Jaguar XF una 3.0 V6 SC con 340cv e una 3.0d V6 con 300cv la versione benzina costa qualcosa in più della versione a gasolio. Il tuo discorso va benissimo su auto medie come la Golf ma su auto grosse conviene il gasolio. Ti faccio un altro esempio: Se vuoi un 6 cilindri su una Classe E la scelta più conveniente è il gasolio con la 350d 258cv perché se no dovresti optare per per una 400 benzina con 333cc ecc... Per quanto riguarda la rivendita è vero che i 6 cilindri vengono svalutati ma sicuramente un 3.0 a gasolio sarà più facile da piazzare che un 3.0 a benzina in Italia.
Ritratto di Pacifici976
7 aprile 2017 - 20:40
Credo che svalutazione a parte, il 3.0 benzina , diventa quasi invendibile....
Ritratto di Leonal1980
9 aprile 2017 - 16:33
Che pallet nicktwo con sta Giulia, a forza di leggerla in ogni Salsa, mi ha già stufato come auto
Ritratto di nicktwo
10 aprile 2017 - 09:47
perche' in che versione la preferisci? ...spero comunque benzina ...saluti
Ritratto di luperk
7 aprile 2017 - 16:46
300 cv e non riesce a scendere sotto i 6 secondi nello 0-100. E gli interni sono al livello di quelli di una golf
Ritratto di Vespa Primavera
8 aprile 2017 - 11:40
ahahahahh sei simpatico :) E' vero che lo zero cento non è da record, ma interni a livello di una golf... Non si può leggere!
Ritratto di Vespa Primavera
8 aprile 2017 - 11:45
Auto davvero eccellente, ho avuto la fortuna di guidare la 35t awd, V6 a benzina da 340cv. Mi ha davvero sorpreso la dinamica di marcia, dove ho trovato un'agilità insospettabile per una ammiraglia. Certo questo V6 diesel, non fa segnare il record nello spunto da fermo, in compenso il rapporto prestazioni/consumo rimane ottimo. La preferirei senz'altro alle tedesche.
Pagine