BUSINESS & FLOTTE

NEWS

È italiana la miglior flotta europea di medie dimensioni

09 dicembre 2016

Assegnato alla Chiesi Farmaceutici il Fleet Europe Award 2016, per la categoria sino a 5.000 veicoli.

È italiana la miglior flotta europea di medie dimensioni

SETTE “REGOLE D’ORO” - L'azienda italiana Chiesi Farmaceutici è stata premiata a Barcellona con il Fleet Europe Award per la migliore flotta di veicoli di medie dimensioni del Vecchio Continente: composto da 1600 mezzi dislocati in 10 paesi, il parco auto diretto da Carlo Bertolini (il responsabile dell’area servizi della società parmense) è gestito secondo la sua personale strategia delle "Sette regole d'oro", alla base del conferimento del riconoscimento alla società italiana. Il disciplinare prevede una selezione delle vetture specifica per ogni Paese imperniata sul costo totale di proprietà/possesso, un costante taglio della CO2 media emessa dalla flotta (con un tetto massimo di 120 g/km), la limitazione in ogni stato dei marchi in lista a tre generalisti e a due premium. Parametri ai quali si aggiungono la competizione tra almeno due noleggiatori o società di leasing per ciascuna realtà europea, contratti di acquisto o di noleggio della durata di 48 mesi, una procedura specifica per i mezzi da riconsegnare a fine noleggio e l'esclusione delle suv dal parco.

UN PROGETTO ARTICOLATO - Per l'azienda parmense, Bertolini ha inoltre avviato soluzioni complementari di mobilità, come il car sharing e l'introduzione di un servizio taxi aziendale. È recente, poi, l'ingresso nella flotta della Chiesi Farmaceutici di auto a zero emissioni: alcune di proprietà, altre di Alphacity, il servizio di corporate car sharing di Alphabet, società attiva nella fornitura di servizi per la mobilità aziendale del gruppo BMW. Il progetto di gestione globale, messo a punto in collaborazione con i consulenti di GR Advisory, prevede una durata di quattro anni e coinvolge l'intero parco auto di 1600 mezzi: punta a migliorare le performance e a contenere i costi, oltre che a conciliare gli aspetti economici con quelli ambientali, grazie al coordinamento dei fleet manager nazionali con il “centro pensante” di Parma. Il fulcro del piano, spiega Bertolini, è "un sistema di reporting in grado di offrire una fotografia continuativa degli aspetti-chiave da monitorare per il raggiungimento del nostro traguardo finale, una riduzione del costo totale della flotta del 9% nel corso di quattro anni”.

ANCHE PER MAXI FLOTTE - Giunti alla decima edizione, gli Awards organizzati da Fleet Europe rendono merito ai migliori risultati nella gestione flotte raggiunti dai manager europei in sette categorie. Bertolini ha ricevuto il riconoscimento (nella cornice del Palau de Congressos de Catalunya, a Barcellona) da Adrian Porter, direttore vendite flotte e remarketing di Hyundai Motor Europe. La giuria, composta da rappresentanti di case automobilistiche, noleggiatori, aziende e stampa specializzata, ha assegnato il trofeo per le flotte di grandi dimensioni a Andy Leeden, il “nocchiero” della flotta della AstraZeneca, azienda biofarmaceutica con 57.600 dipendenti nel mondo e un parco di 19.000 veicoli in 72 stati.





Aggiungi un commento
Ritratto di caronte
20 dicembre 2016 - 19:35
Concordo.