BUSINESS & FLOTTE

NEWS

Dalla Hyundai il camion a idrogeno

Pubblicato 30 ottobre 2019

Il prototipo HDC-6 Neptune della Hyundai prefigura una motrice alimentata da fuel cell a idrogeno.

Dalla Hyundai il camion a idrogeno

UN MONDO A IDROGENO - La Hyundai crede molto nell’idrogeno per le auto pulite di domani e ha un piano industriale, datato 2018, denominato Fuel Cell Electric Vehicle (FCEV) 2030 Vision e finanziato con 6,4 miliardi di dollari, che si prefigge di svilupparle. Ma il binomio Hyundai-idrogeno viene da lontano: nel 2013 la casa coreana è stata la prima a mettere in commercio un’auto di questo tipo (la Hyundai ix35 FCEV) e nel 2018 ne ha presentato l’erede (la Hyundai Nexo). Ora prova ad esplorare nuovi “territori” con il prototipo di camion Hyundai HDC-6 Neptune, presentato al North American Commercial Vehicle Show di Atlanta. 

FORME ANNI 30 - Tecnicamente sappiamo poco dello Hyundai HDC-6 Neptune; la casa ha confermato solo che è una motrice alimentata con fuel cell, una pila che funziona prelevando l’idrogeno da uno specifico serbatoio ad alta pressione, istallato nel veicolo, e lo combina con l’ossigeno dell’aria per generare energia destinata al motore elettrico e alla batteria. Il vantaggio di un mezzo a idrogeno è che può essere rifornito da un apposito distributore in pochi minuti. Non sono stati diffuse le caratteristiche tecniche del truck. L’estetica dello Hyundai HDC-6 Neptune si ispira ai treni americani degli Anni 30. Le forme sono futuribili, le linee essenziali, il design unisce forma e funzionalità, dove il parabrezza è un tutt’uno con i finestrini e il tetto a formare un’unica superficie. Nella parte bassa la caratteristiche griglia che percorre tutta la motrice fino alle ruote posteriori.

ANCHE IL RIMORCHIO - Insieme allo Hyundai HDC-6 Neptune a idrogeno casa coreana ha presentato anche l’HT Nitro ThermoTech, uno speciale rimorchio refrigerato utile per il trasporto di prodotti che hanno bisogno di mantenere la catena del freddo. Il rimorchio, sviluppato in collaborazione con Air Liquide, con il HDC-6 Neptune va a completare l’ecosistema, utilizza un sistema di refrigerazione criogenico ad azoto. Si tratta di un raffinato sistema di refrigerazione in grado di abbassare di quasi il 90% le emissioni di CO2.





Aggiungi un commento
Ritratto di emergency
13 novembre 2019 - 11:50
Dico solo che anche 40 anni or sono, il GPL era pericoloso ma ora ci si fa rifornimento come bere un bicchiere d'acqua. Sicuramente l'idrogeno sarà il futuro visto che in alcune nazioni lo usano già per autotrazione da circa una decina di anni. L'elettrico risulta essere solo un passaggio per approdare definitivamente all'idrogeno.Questo è il futuro.
Pagine