BUSINESS & FLOTTE

NEWS

L’Isuzu D-Max si rinnova

Pubblicato 23 ottobre 2020

La settima generazione del pick-up giapponese debutta con diverse novità per motore, telaio, abitacolo e dotazione off-road.

L’Isuzu D-Max si rinnova

TANTE NOVITÀ - La Isuzu è uno dei costruttori giapponesi più longevi, specializzato nella produzione di veicoli commerciali e motori industriali. In concomitanza dei 60 anni di presenza nel settore dei pick-up, annuncia la settima generazione dell'Isuzu D-Max N60 (è costruito in collaborazione con la General Motors) che si rinnova profondamente rispetto al passato. Le novità infatti includono miglioramenti al telaio, carrozzeria, motore e cambio, sistema multimediale e ausili alla guida. Viene venduto in diverse tipologie e in Italia è proposto con prezzi a partire da 29.402 euro per la variante con cabina singola e cambio manuale.

MOTORE AGGIORNATO - A spingere l’Isuzu D-Max N60 troviamo il noto 1.9 turbodiesel 4 cilindri conforme allo standard Euro 6d, con 164 CV e 360 Nm di coppia, che però presenta degli aggiornamenti: come l’aggiunta dello start&stop, del il sistema EGR a bassa pressione (l’elettrovalvola che permette il ricircolo dei gas combusti) e del catalizzatore SCR per l’abbattimento degli ossidi di azoto.

UN OFF-ROAD VERO - Essendo un mezzo pensato principalmente per un utilizzo lavorativo, l’Isuzu D-Max N60 è dotato della trazione 4x4 (è possibile inserirla anche in fase di marcia) con il controllo elettronico attivo della trazione e funzione autobloccante. Per i passaggi più difficili sono inoltre presenti le ridotte. Per attuare il bloccaggio del differenziale posteriore (che migliora la trazione) è presente un apposito tasto posizionato direttamente in cabina. Capacità off-road che in questa versione migliorano ulteriormente poiché, grazie a una serie di modifiche che hanno coinvolto il sistema di aspirazione, il pick-up ha una capacità di guado di 80 cm (la distanza tra il terreno e il punto di ingresso dell'aria del motore). La modifica del paraurti posteriore ha migliorato anche gli angoli di attacco e uscita.

IL RIMORCHIO NON SBANDA - La capacità di carico dell’Isuzu D-Max N60 è di 3.500 kg ed è disponibile la funzione TSC che, agendo sul sistema frenante, riduce le possibili oscillazioni derivanti da vento laterale quando si trasporta un rimorchio.

LOOK PIÙ MODERNO - L’Isuzu D-Max N60 ha un nuovo look più moderno, grazie a fari anteriori e fanali ridisegnati e una nuova griglia. Sono stati rivisti anche gli interni che possono ora contare su un nuovo sistema multimediale che si può connettere agli smartphone. Inoltre, grazie all’aumentata rigidità torsionale del 20%, ottenuta con acciai ad alta resistenza per la cabina e una traversa aggiuntiva per il telaio, il pick-up dovrebbe risultare più confortevole.

Isuzu D-Max
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
10
6
0
4
9
VOTO MEDIO
3,1
3.13793
29




Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
24 ottobre 2020 - 14:41
Quelli sono considerati pick up veri e propri mi sembra, la categoria dell'Hilux e D-max sono considerati di questa categoria e sono di solito giapponesi non americani, se in queste categorie "compatte" tutti i pick up sono fatti dai giapponesi per gli americani ed australiani che è come vendere gelati agli eschimesi, pensiamo adesso i cinesi cosa combineranno.
Ritratto di alex_rm
24 ottobre 2020 - 17:52
Questi sono pick up compatti(o small) e sono molto diffusi in Asia(e medio oriente) e Africa dove ne ho visti tantissimi ed in quei posti ho avuto diversi Ford ranger,Ford f150,isuzu dmax,Toyota fortuner. L’Australia fa numeri di immatricolazione ridottissimi.
Ritratto di Giuliopedrali
24 ottobre 2020 - 19:29
Però è l'unico "mercato maturo" in Asia Pacifico insieme a Nuova Zelanda, Singapore, Giappone, Corea, Cina, Taiwan, anche s epenso che tra poco lo sarà anche il Vietnam. E poi c'era la Holden divisione della GM.
Ritratto di Road Runner Superbird
25 ottobre 2020 - 11:26
Si infatti il Ranger è progettato in Australia e anche l'Hilux in alcuni elementi, tipo allestimenti o il nuovo frontale. Nelle immatricolazioni hanno preso il posto di Commodore e Falcon.
Ritratto di Spock66
24 ottobre 2020 - 10:20
E cmq pazzesco che un mezzo "tanta roba" come questo costa come una 500 elettrica..bah..
Ritratto di Francescov
24 ottobre 2020 - 11:29
2
Vero, però non sono neanche paragonabili...
Ritratto di Giuliopedrali
24 ottobre 2020 - 11:38
Queste sono ferraglia, cioè robuste, ma nel complesso di tecnologia molto tradizionale anche se ho visto nella prova della rivista australiana che abbondano di ADAS ultimamente.
Ritratto di Spock66
24 ottobre 2020 - 12:57
Preferisco una "ferraglia" che mi fa guadare un fiume e arrivare su una montagna con 80 cm di neve alla "raffinatissima " tecnologia dei tablet o dei lane assist..ma per favore!
Ritratto di Reallyfly
24 ottobre 2020 - 17:17
per esempio a me non me ne frega un c... di guadare un fiume, ne di andare in montagna con 80 cm di neve...il mondo è bello perchè è vario
Ritratto di Spock66
25 ottobre 2020 - 09:11
Si..pieno di bimbo.min.kia come te..
Pagine