BUSINESS & FLOTTE

NEWS

Nikola e Iveco presentano il camion elettrico

Pubblicato 04 dicembre 2019

Il Nikola Tre arriverà nel 2021 e nasce sulla base dell’Iveco S-Way, al quale viene abbinata la tecnologia della Nikola.

Nikola e Iveco presentano il camion elettrico

PRESTO I TESTI DI SVILUPPO - È il Nikola Tre il primo camion elettrico nato dalla collaborazione tra la Iveco e la Nikola Motors, azienda americana specializzata nella produzione di mezzi industriali elettrici, tradizionali e a idrogeno. Il camion elettrico Nikola Tre, che arriverà sul mercato nel 2021 (i test inizieranno nei primi mesi del 2020), è stato svelato nel corso di un evento a Torino e verrà mostrato al pubblico durante il Salone di Hannover dedicato ai mezzi pesanti.

LA BASE È L’S-WAY - Tecnicamente il Nikola Tre è basato sulla piattaforma dell’Iveco S-Way e può contare su una batteria da 720 kWh che garantisce 400 km di autonomia. La potenza del motore elettrico è di 480 kW (353 cavalli) con una coppia massima di 1.800 Nm, che garantisce prestazioni allineate a quelle della versione diesel. La velocità massima è di 121 km/h, che scende a 56 km/h in caso di pendenza al 6%. Grazie alla compatibilità con le colonnine fino a 350 kW di potenza, per fare il “pieno” sono necessari circa 120 minuti. È prevista una versione autocarro a 2 e 3 assi, da 18 a 26 t, idonea alla distribuzione urbana e per gli impieghi nelle municipalità.

ANCHE DENTRO È NUOVO - Se l’estetica del Nikola Tre richiama da quella dell’Iveco S-Way, gli interni sono stati invece quasi completamente rivisti. Nikola Tre può infatti contare su un inedito sistema multimediale, basato su un sistema operativo proprietario della Nikola Motors, che, oltre a integrare le normali funzioni di navigazione, garantisce i controlli per le maggiori funzionalità del camion, come ad esempio la regolazione della climatizzazione e la diagnostica, compresa la regolazione delle sospensioni. Nel 2023 è previsto l’arrivo della variante alimentata a idrogeno.

SONO SOCI - La CNH Industrial (che detiene il marchio Iveco) ha acquisito una partecipazione di 250 milioni di dollari nella Nikola Motors, al fine di accelerare la trasformazione verso la neutralità delle emissioni dei veicoli industriali di classe 8, attraverso l'adozione della tecnologia delle celle a combustibile e dell’elettrico. 





Aggiungi un commento
Ritratto di FRANCESCO31
6 dicembre 2019 - 15:39
a idrogeno serebbe magnifico. 1.000 cavalli di potenza e almeno 1.000 km di autonomia. il Problema è che x produrre l'idrogeno in quantità industriali e a prezzi decenti devi avere l'energia nucleare. Noi in italia abbiamo votato 2 volte contro il nucleare , noi italinai preferiamo arricchire petrolieri e sceicchi arabi.
Pagine