BUSINESS & FLOTTE

NEWS

Suzuki Jimny: nel 2021 (solo) la versione autocarro

Pubblicato 12 ottobre 2020

La piccola fuoristrada Suzuki Jimny, uscita recentemente dal listino, tornerà nelle concessionarie a primavera ma solo nella versione autocarro.

Suzuki Jimny: nel 2021 (solo) la versione autocarro

RITORNA A PRIMAVERA DEL 2021 - La Suzuki Jimny è stata venduta con successo fino al gennaio scorso (mese in cui sono state immatricolate tutte le 2.000 unità destinate per il 2020 al mercato italiano), ma poi è uscita dai listini per via delle emissioni di CO2 piuttosto elevate (da 154 a 170 g/km, leggi qui la news) che, in base alle normative Ue, comporterebbero delle “multe” alla casa tali da renderne antieconomica la vendita. La piccola fuoristrada tornerà nelle concessionarie nella primavera del prossimo anno, ma solo in versione commerciale, a due posti: infatti, i veicoli con l’omologazione N1 da autocarro devono rispettare una regolamentazione meno severa in fatto di emissioni di CO2; questo modello avrà il 1.5 a benzina da 102 CV dell’ultima versione in commercio. Si parla anche di un’edizione ibrida “leggera” a minori emissioni, che consentirebbe di riportare in vendita la Jimny “autovettura”, ma per ora non ci sono notizie ufficiali in merito.

DUE POSTI IN MENO, BAGAGLIAIO PIÙ GRANDE - Dedicata ai professionisti che hanno bisogno di una fuoristrada vera, con tanto di marce ridotte e di trazione integrale inseribile, e di un bagagliaio grande e facile da sfruttare in rapporto agli ingombri esterni da citycar (365 cm di lunghezza e 165 di larghezza), la versione N1 autocarro della Suzuki Jimny perde i due posti posteriori e offre maggiore capacità di carico, con 863 litri di capacità contro gli 830 dell’autovettura (col divano ripiegato). Inoltre, il fondo del vano è perfettamente piano, per rendere più facili le operazioni di stivaggio, ed è separato dalla zona anteriore dell’abitacolo da una rete divisoria di sicurezza in metallo. 

Suzuki Jimny
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
162
50
24
22
39
VOTO MEDIO
3,9
3.92256
297




Aggiungi un commento
Ritratto di MS85
14 ottobre 2020 - 14:34
Aspetta Merigo, quando parli del limite minimo di 4 posti riferito agli autocarri uso proprio ho il timore che tu ti riferisca al pronunciamento dall'Agenzia delle entrate che è poi stato ratificato nel 2006 (G.U. 13.12.2006 n.289). Ma quello faceva riferimento unicamente ai benefici fiscali. Altrimenti quale altro articolo vieta di immatricolare un 2 posti come uso proprio?
Ritratto di Max37
17 marzo 2021 - 10:44
Tanta sapienza che arriva da dove? Praticamente di quello che si dice non è vero nulla. Guido pick up da 20 anni, L200, ranger 2007 ed ora ranger 2018, sempre immatricolati uso proprio, i primi due a 5 posti, questo a 4 posti. Non ci sono limitazioni nelle festività, non ci sono limitazioni nel portare chi si vuole nei limiti dei posti omologati se immatricolato a persona fisica, non ci sono limiti nemmeno se intestato a ditta, basta non fare gli avari e scaricare le spese all'85%, il 15% è dedicato all'uso personale e non si detrae naturalmente. C'è un bellissimo servizio mi pare di valli motors o un nome simile dove ti spiegano tutto e della spiegazione c'è pure un PDF, io lo tengo sempre in auto in caso di contestazioni, anche se non ho mai avuto problemi
Ritratto di lovedrive
12 ottobre 2020 - 21:41
leggi fatte a bruxelles, senza pensare a chi vive in montagna. per queste assurde leggi spariscono tutte le 4x4. la 500x 4x4 sparita, la renegade e compass 4x4 sparite e vendono finte 4xe. la suzuki jimmy non vendibile. ma queste macchine di solito fanno pocchissimi km in montagna e pertanto il consumo è irrilevante. e tutto questo va discappito della sicurezza per chi vive in montagna. vediamo a quando faranno sparire anche la panda 4x4.
Ritratto di PAOLO DEL FIANDRA
12 ottobre 2020 - 22:20
1
Ma che ti fai le domande da solo e pure ti rispondi ?! Devi essere parente di Jemba80.....
Ritratto di neuropoli
13 ottobre 2020 - 06:13
trovami qualcosa di europeo meglio di questa con le stesse dimensioni.
Ritratto di luperk
13 ottobre 2020 - 01:11
bel cesso di auto, felice di vederlo via dal listino
Ritratto di francesco roccuzzo
13 ottobre 2020 - 02:44
1
Dopo tanti anni continua ad essere una delle poche vere fuoristrada; non importa se un po' piccola, scomoda, costosa... è è rimane lei!
Ritratto di andre9191
13 ottobre 2020 - 06:19
Chi parla di diesel inquinanti con euro 6d~temp si intende di auto , come io mi intendo di canto. Basta documentarsi e basta questa lotta insulsa contro il diesel, che inquina meno della benzina e del futuro smaltimento delle batterie.
Ritratto di 19andrea81
13 ottobre 2020 - 08:24
Andre,prima leggi questo articolo poi parliamo dei diesel. https://www.sicurauto.it/ricambi-e-accessori/tecnica-e-manutenzione/auto-diesel-euro-6-inquinano-fino-a-1000-volte-di-piu/
Ritratto di Challenger RT
13 ottobre 2020 - 18:18
X Andre9191 Probabilmente sei nato nel decennio dell'inizio della follia dieselista e quindi ancora credi nelle favole! Studia un po' di storia dell'automobile. La diffusione dei diesel, drammatico fenomeno peraltro diffusosi in un Europa che agli inizi degli anni '90 era indietro rispetto ai motori giapponesi a benzina, verrà ricordata come il capitolo più nero, di nome e di fatto, della storia dell'automobile e probabilmente quello a causa del quale la cultura automobilistica stessa ha subito danni irreparabili.
Pagine