BUSINESS & FLOTTE

NEWS

Torna la Suzuki Jimny, ma in versione autocarro

Pubblicato 06 aprile 2021

Entra a listino la versione N1 della Suzuki Jimny, la piccola fuoristrada giapponese che mancava da un anno. Unico allestimento e prezzo di 23.400 euro.

Torna la Suzuki Jimny, ma in versione autocarro

TORNA COME COMMERCIALE - La Suzuki Jimny è stata in vendita in Italia e in Europa fino all’inizio del 2020, ma poi è stata ritirata dal mercato perché le sue emissioni di CO2 avrebbero gravato troppo sulla media del costruttore, facendolo incorrere in multe onerose. Oggi la casa giapponese annuncia il ritorno della piccola fuoristrada in versione veicolo commerciale, a due posti. La Suzuki Jimny Pro è disponibile un solo allestimento acquistabile a 18.700 euro più Iva (cioè 23.400 euro). L’unico optional è infatti la vernice bicolor; l’allestimento prevede una ricca dotazione di serie.

IL NOTO 1.5 - La Suzuki Jimny Pro dispone dell’omologazione N1, categoria che deve rispettare una regolamentazione meno severa in fatto di emissioni di CO2. A spingerla c’è il noto 1.5 a benzina da 102 CV dell’ultima versione in commercio, abbinato alla trazione integrale 4x4 con marce ridotte.

LA DOTAZIONE - La dotazione di serie della Suzuki Jimny Pro prevede i fari con sistema di abbaglianti automatici, i fendinebbia, i sedili anteriori riscaldabili, il climatizzatore, il cruise control e i sistemi ADAS di assistenza alla guida. Fanno parti di questi ultimi l’avviso di superamento della corsia, il riconoscimento dei segnali stradali, la frenata automatica d’emergenza con riconoscimento dei pedoni, il monitoraggio dei colpi di sonno e l’eCall. Non mancano i dispositivi di assistenza per il fuoristrada come l’assistente per i tratti di forte pendenza e di discesa.

VERA FUORISTRADA - La Suzuki Jimny Pro resta caratterizzata da linee squadrate con sbalzi e dimensioni ridotte (lunghezza 364 cm), e angoli di attacco, di uscita e di dosso che misurano rispettivamente 37, 49 e 28 gradi, consentendo di affrontare al meglio anche terreni più accidentati (l’altezza minima da terra è di 21 cm). In virtù della presenza di soli due posti, cresce la capacità di carico: alle spalle della rete divisoria metallica è ricavato un vano da 863 litri.

Suzuki Jimny
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
146
47
23
21
38
VOTO MEDIO
3,9
3.88
275




Aggiungi un commento
Ritratto di Andre_a
7 aprile 2021 - 16:01
9
Sono d'accordo, è una regola assurda. Personalmente abolirei la distinzione tra autovettura e autocarro: se volessi fare le consegne con una Serie 7 o portare i figli a scuola con un Ducato cassonato, perché no?
Ritratto di lucafox
7 aprile 2021 - 10:15
Ma una macchina presa come autocarro si potrebbe omologare normale in seguito?
Ritratto di MS85
7 aprile 2021 - 14:37
No purtroppo non ha costi sostenibili e avresti bisogno del nullaosta del costruttore.
Ritratto di Marcello Emanuele
7 aprile 2021 - 10:43
Credo sia stato poco furbo ritirarla dal mercato "normale " e rilanciare la stessa e identica vettura come autocarro. Davvero, basta la Panda 4x4 e si risolve ogni problema.
Ritratto di MS85
7 aprile 2021 - 14:38
Purtroppo, se guardi i prezzi raggiunti dalle Jimny usate e guardi i volumi della Panda 4x4, vedi che le due cose non sono fungibili. Possono fare cose simili, ma il Jimny ha ancora una clientela tra chi chiede fuoristrada veri e propri.
Ritratto di NITRO75
7 aprile 2021 - 15:47
E no ha ragione MS85. La Panda 4x4 è un piccolo SUV (più fuoristradistico nella versione Cross che ha angoli di attacco migliori grazie agli spoiler diversi) e si toglie bene da situazioni difficili, mentre il Jimny è proprio un fuoristrada nudo e puro. Quello che non capisco è proporlo così per metterci una pezza al danno causato. Visto il prodotto io avrei studiato un motopropulsore adeguato tipo ad esempio quello della Vitara 4x4........bo mistero.......
Ritratto di MS85
7 aprile 2021 - 18:49
Il problema è che avresti dovuto farlo apposta per il mercato europeo. Il risultato è che quello che risparmiavi in tasse sulla CO2 lo spendevi in sviluppo. A quel punto conviene omologare autocarro e eventualmente un aggiornamento grosso di progetto farlo allo step successivo e a livello globale.
Ritratto di Facip
7 aprile 2021 - 13:31
Come trazione la Panda 4x4 va bene. Con terreno sterrato (grossi sassi e buche) la meccanica della Panda non è il massimo. Anche per le gomme tassellate in klevaer vedo male la Panda.
Ritratto di Percy
7 aprile 2021 - 19:02
2
Panda 4x4 di qualsiasi anno vogliate ,e Samurai o Jimny sempre di qualsiasi eta ,sono pezzi ricercatissimi ovunque e non solo in zone montane. il mio vicino ne sta cercando una di Samurai , da oramai un anno e ,quelle che trova costano una cifra . E notare che le vendono in due giorni ugualmente . Di queste suzuky nuove in giro per sterrati non ne ho mai notato, ma le possibilita di muoversi di questi tempi sono quelle che sono. Al contrario di vecchi samurai in mezzo ai boschi ne abbiamo trovate tantissime durante gli interventi negli anni , e non ne abbiamo mai aiutato nessuna . Al contrario di altri simil fuoristrada che una volta si e l'altra anche si piantano nel fango o spanciano in qualche dosso. Anche questa nuova ,a vederla mi sembra atrezzata bene per fare off road serio. Ma a portar nel bosco una carretta di euri non credo che siano disposti tutti i propietari. Cmq mi piace . Percy
Ritratto di verdebiancorosso
7 aprile 2021 - 20:27
qui è zona di castagneti, alcuni davvero grandi. Ed i proprietari che hanno Panda 4x4 prima serie ne fanno incetta, spesso lasciando Samurai e Jimny. Dicono che il pandino non si ferma mai e se lo fa tre persone lo sollevano da dietro e ritornano ed inoltre agguanta GPL senza tante storie e non si ribalta. Detto questo è evidente che a differenti scenari differenti esigenze ma a me sembra che in realtà in Suzuki NON vogliano venderne molte nel nostro mercato e lo dimostra il prezzo da prendere o lasciare
Pagine