Metti mano al portafogli

Legge e burocrazia
02 agosto 2010
Da tempo, non ci si può più appellare gratuitamente al giudice di pace: bisogna sborsare almeno 43 euro. Resta a costo zero, invece, il ricorso al prefetto.
Novità importanti
Ormai dal 1° gennaio 2010, il ricorso ai giudici di pace contro le multe non è gratuito. La regola, che vale per i verbali ricevuti dall’inizio del 2010, è dettata dalla Finanziaria 2010. In pratica, per le sanzioni inferiori ai 1.033 euro vanno versati allo Stato 43 euro di "contributo unificato". La tassa (tecnicamente contributo unificato) sarà dovuto nella seguente misura: 43 euro per le controversie di valore sino a 1.100 euro; 98 euro per le controversie di valore superiore a 1.100 e fino a 5.200 euro; 237 euro per le controversie di valore superiore a 5.200 e fino a 26.000 euro.  Per tutte le cause civili di valore superiore a 1.100 euro, è dovuta a titolo di anticipazione forfettaria una marca di 27 euro (salvo esenzioni).
 
PER I SOLDI E PER SNELLIRE
Due gli obiettivi del governo: fare cassa per recuperare le spese di cancelleria e le indennità riconosciute ai giudici (i quali vengono pagati a causa, e spesso in ritardo); ridurre la valanga di ricorsi che, in tutta Italia, sta travolgendo gli uffici giudiziari. Al punto che le sentenze arrivano anche a un anno dal ricorso.
 

LE DUE STRADE PER OPPORVI ALLE SANZIONI

Dal prefetto
Il ricorso è gratuito: si deposita in prefettura o al comando delle forze dell’ordine che ha redatto il verbale.

  • Se vincete, la multa viene annullata e non ci sono spese giudiziarie
  • Se il prefetto respinge il ricorso, dovete versare il doppio della multa

 

Dal giudice di pace
Il ricorso costa almeno 43 euro: è una vera e propria causa verso chi ha elevato la contravvenzione.

  • Se vincete il ricorso, la multa viene annullata: non dovete nulla
  • Perdete? La multa è confermata: dovete pagare l’importo originario

COME RIAVERE I 43 EURO VERSATI
Se perdete il ricorso, potete dire addio ai vostri 43 euro. Invece, in caso di vittoria, i soldi dovrebbe restituirli la controparte: il Comune per un’infrazione in città o il ministero dell’Interno per una violazione su una statale.
 
UNA LEGGE CON TROPPI PUNTI DA CHIARIRE
Non è chiaro se, per chiedere il rimborso dei 43 o più euro, possiate fare da voi o se serva un legale (che non è certo gratis). È anche possibile che l’Ente contro cui vi siete opposti sia tenuto a darvi un secondo risarcimento (per le spese sostenute, dalle fotocopie dei documenti al costo dell’eventuale avvocato). Per saperne di più, non resta che attendere le prime sentenze.

MA POI LA CAUZIONE FINÌ KO
Non è la prima volta che occorre pagare per fare ricorso al giudice di pace. Nel 2003 venne introdotta una cauzione: per ricorrere, l’automobilista doveva versare il doppio della multa. Ma, l’anno dopo, la Corte costituzionale cancellò il provvedimento, che violava il diritto alla difesa del cittadino: il ricorso, stabilì la Corte, dev’essere gratuito. Vedremo quale sarà la sorte di questa nuova “gabella”.

Ultimo aggiornamento: 7 luglio 2014

Aggiungi un commento
Ritratto di silvio malacarne
29 gennaio 2011 - 19:14
Circolando sulle nostre strade, noto sempre più spesso, che il comportamento degli automobilisti connazionale diventa sempre più nevrotico e pericoloso. Sarà forse la crisi economica, che influenza negativamente il corretto comportamento da parte di noi automobilisti. Assisto sempre con maggior cadenza, a gravi infrazioni al C.d.S.. Alcune per la presenza di pattuglie di polizia ,vengono sanzionate. Altre vanno nel sacco delle furberie. Quello che mi colpisce è il gran numero di ricorsi al giudice di pace da parte di questi automobilisti,che dopo aver commesso gravissime infrazioni al C.d.S. pretenderebbero da quest'ultimo di essere graziati dalle loro malefatte. E' riscontrato un pò ovunque, man mano passa il tempo, in tutti i settori viene meno il rispetto delle regole scritte e non. A me qualcuno ha insegnato ad essere responsabile e rispettoso delle regole. In caso di innoservanza di esse, se ripreso estinguere il debito senza futili e sterili polemiche. Mi sembra di essere rimasto una mosca bianca. Ciò non toglie che se sanzionato o ripreso ingiustamente, in silenzio paghi. Certo senza lo stress e problemi vari è molto più facile essere equilibrati.
Ritratto di andreapr86
18 febbraio 2011 - 13:31
molte persone gia prima non facevano ricorso perchè la trafila è lunga e spesso e volentieri si perde il ricorso... ora anche chi vorrebbe farlo perchè pensa di aver ragione lascierà perdere e paghera la multa... questo potrebbe indurre i comuni ad usare la mano pesante e dare piu multe di prima tanto poi nessuno farà ricorso
Ritratto di androsdt
19 giugno 2011 - 17:51
Vorrei soltanto far presente che il costo di una multa per divieto di sosta, o sosta fuori dagli spazi, o su parcheggi blu senza aver pagato costa dai 37 ai 39€ se pagata subito, o di piu se arriva a casa. Sfido chiunque a dire "rischio di pagare di piu e faccio ricorso dal giudice di pace" Perche in caso di perdita del ricorso la spesa non sarà più di 37€, o gli eventuali 45€ circa se attendiamo che ci arrivi a casa, ma ai 45 andranno aggiunti i 33 per il giudice. Bella tutela del consumatore! Mi è capitato personalmente di ricevere 2 multe nell'arco di 24ore per aver parcheggiato in uno spazio non segnato con linee, ma appena accanto ad uno spazio con linee blu, in quanto l'intero parcheggio era pieno. La mia auto non ostruiva alcun passaggio o manovra, ma semplicemente non era un parcheggio segnato in quanto di dimensioni inferiori a quelle standard, ma sufficienti per la mia auto. Avevo addirittura pagato il parcheggio a pagamento per 5 ore nella speranza che vedendo la mia buona fede, il vigile di turno lasciasse stare la cosa. Risultato auto parcheggiata alle 19, prima multa di 39€ alle 20:00, seconda multa di 39€ alle 10:16, nonostante il cedolino scadesse alle 12:00. Sono andato dai vigili urbani nel chiedere spiegazioni e mi sono sentito rispondere che entrambe le multe erano valide anche nell'arco delle 24ore, perche la sosta fuori dagli appositi spazi ha durata del giorno solare. quindi dalle 0:00 via con il rimpinguare le casse comuni di nuovo!!!...e il bello è che è stato lo stesso vigile a farmi le 2 multe. Va bene applicare la legge alla lettera, ma allora (qui a pisa) dove sono i parcheggi bianchi minimi garantiti? perche nonstante l'art 7 comma 6 del codice dalla strada ci sono tutti queti parcheggi blu a pagamento lungo la carreggiata stradale?...tutti ovviamnete illegali?... si predica sempre bene, ma si razzola fin troppo male.
Ritratto di gig
11 settembre 2011 - 13:16
.
Ritratto di fiskas
13 novembre 2011 - 19:31
Ho trovato le informazioni davvero utili <a href="http://www.goldbetreview.com">www.goldbetreview.com</a>
Ritratto di gig
4 dicembre 2011 - 20:03
?
Ritratto di zippo1966
6 dicembre 2011 - 19:49
Oggi e molto difficile trovare chi non si sia messo in linea a riguardo delle contravvenzioni specie sul sistema autovelox vi do una dritta se dovete contestare le contravvenzioni per eccessi di velocità la 1 cosa da fare assicurarsi che la casa produttrice sia accreditata presso gli enti che richiedono il servizio, accertarsi che l'autovelox sia stato sottoposto a visita periodica annuale per ottenere l'omologazione, accertarsi che i cartelli che informano sul rilevamento siano apposti a 400 metri, accertarsi in fine se la strada ove ubicato l'autovelox sia presente fra quelle individuate dal prefetto con apposita ordinanza.........Buon ricorso atutti
Ritratto di zippo1966
6 dicembre 2011 - 19:49
Oggi e molto difficile trovare chi non si sia messo in linea a riguardo delle contravvenzioni specie sul sistema autovelox vi do una dritta se dovete contestare le contravvenzioni per eccessi di velocità la 1 cosa da fare assicurarsi che la casa produttrice sia accreditata presso gli enti che richiedono il servizio, accertarsi che l'autovelox sia stato sottoposto a visita periodica annuale per ottenere l'omologazione, accertarsi che i cartelli che informano sul rilevamento siano apposti a 400 metri, accertarsi in fine se la strada ove ubicato l'autovelox sia presente fra quelle individuate dal prefetto con apposita ordinanza.........Buon ricorso atutti
Ritratto di Federico70
14 dicembre 2011 - 20:32
Non e'possibile continuare a vivere in un paese che continua a spremere i cittadini fornendo infrastrutture fatiscenti. Mi riferisco al sistema autostradale italiano che se confrontato a quello francese o tedesco fa veramente s.... E intanto paghiamo pedaggi annualmente più cari. Benzina e gasolio con i prezzi più alti del mondo. Assicurazioni le più alte d'Europa. Ho dato uno sguardo ad un sito web www.ilmegliodiitalia.com e ho letto alcune cose interessanti tra cui l'argomento trasporti. Vi suggerisco di visitarlo.
Pagine

DA SAPERE PER CATEGORIA

listino
Le ultime entrate
  • Mercedes GLS
    Mercedes GLS
    da € 93.675 a € 102.115
  • Mercedes E SW
    Mercedes E SW
    da € 50.503 a € 134.704
  • Suzuki Baleno
    Suzuki Baleno
    da € 14.100 a € 19.200
  • Fiat 500L
    Fiat 500L
    da € 19.050 a € 25.800
  • Hyundai i10
    Hyundai i10
    da € 10.950 a € 16.050

PROVATE PER VOI

I PRIMI CONTATTI

  • BMW Serie 3 330e MSport Steptronic
    € 62.700
    Con 292 CV la versione “bimotore” e ricaricabile della BMW Serie 3 ha prestazioni elevate e un gran comfort. Però, la batteria ruba spazio al baule.
  • Mercedes A AMG-45 S 4Matic+
    € 63.000*
    Con il 2.0 da 421 cavalli, la Mercedes-AMG A45 MG va fortissimo in pista, ma è piacevole pure nell’uso quotidiano. Migliorabili alcuni comandi, volante incluso.
  • Audi Q7 50 TDI quattro tiptronic Business Plus 7 posti
    € 80.000*
    Il nuovo sistema antirollio elettronico migliora la guida dell’Audi Q7, che è stata aggiornata anche nell’estetica e negli interni. Questi ultimi sono sempre molto lussuosi e comodi, ma i tre schermi richiedono un po’ di apprendistato.