I consigli per guidare l'auto sulla neve

Sicurezza
05 febbraio 2015

Pneumatici invernali, catene, trazione integrale: la tecnologia aiuta. Ma quando si procede sulla neve, l’aderenza è sempre scarsa. E se si sbanda sono guai.

RISPETTARE LE DISTANZE - Le strade innevate richiedono parecchia cautela anche se l’auto “calza” gomme invernali. Se ne è priva, diventano un problema: i larghi pneumatici estivi delle auto di oggi rendono difficile anche solo riuscire a muoversi, e Abs ed Esp nulla possono se le ruote non fanno presa. Quando si guida in queste condizioni, occorre andare a passo d’uomo e moltiplicare per cinque le distanze di sicurezza.
 
NON FARSI “PRENDERE LA MANO” - Anche le catene, però, richiedono attenzione. Nelle emergenze vanno benissimo, ma (se le si monta sulle sole ruote motrici) la trazione che assicurano rischia di far dimenticare che l’auto in curva sarà sbilanciata. Montandole davanti, lasciano il retrotreno libero di sbandare; applicate dietro, comportano il rischio di “andare dritti” in curva. E non si pensi che le 4x4 facciano miracoli: rispetto alle auto “normali” accelerano meglio, ma curve e frenate richiedono pari cautela.
 
 
PRIME REGOLA: VEDERE DOVE SI VA - Prima di partire, garantitevi la migliore visibilità possibile asportando la neve da luci, parabrezza e finestrini. Usate i guanti e un raschietto in gomma, senza azionare i tergicristallo: dato che il gelo li avrà fatti “incollare” ai vetri, ne danneggereste i tergenti. Aiutatevi piuttosto avviando il motore, indirizzando l’aria calda del “clima” verso il parabrezza (col ricircolo inserito) e attivando il lunotto termico.
 
IN SECONDA È MEGLIO CHE IN PRIMA - Se il fondo vi sembra particolarmente scivoloso, provate a partire in seconda (aiuta a dosare la potenza) e “giocate” con acceleratore e frizione per ottenere quel po’ di slittamento che aiuta a muoversi. Se, invece, il motore non sale di giri e l’auto resta ferma, probabilmente è il controllo elettronico di trazione che “lavora” troppo; potrete usare il tasto siglato Esp o Tcs (se c’è) per disattivarlo. Poi, però, ripremete il pulsante appena partiti.
 
QUELLE "ROTAIE" DA ASSECONDARE - Quando gli spazzaneve non passano, o comunque l’asfalto non è stato del tutto pulito, durante la notte successiva alla precipitazione la neve ghiaccia, rendendo la guida ancora più difficile. Se altri veicoli hanno creato profonde “rotaie”, conviene lasciare che l’auto le “segua”, senza stringere troppo il volante, ma stando pronti a eventuali correzioni. Particolare attenzione serve con le auto sportive: la scarsa luce a terra può farle “spanciare” con la parte inferiore della scocca, causando per qualche istante una perdita di controllo.
 
 
“TASTARE” L’ADERENZA - La massima delicatezza su volante e acceleratore è necessaria anche quando uno strato di ghiaccio ricopre l’asfalto; attenzione soprattutto nelle discese. In rettilineo (se nessuno vi segue) provate a frenare: vi farete un’idea dell’aderenza disponibile prima di averne bisogno. In emergenza, se l’auto non riesce a rallentare, si può cercare di sfruttare come “freno” il muro di neve sul lato della sede stradale.


Aggiungi un commento
Ritratto di M93
5 febbraio 2015 - 20:29
Nella mia zona le strade sono pulite e si viaggia tranquillamente. Anche a me quando frequentavo le superiori è capitato di stare a casa, con la scuola chiusa a causa neve. Pomeriggio sono uscito per alcuni impegni e ho notato che, tutto sommato, dalle parti di Desio, Seregno e Lissone si circola bene. Sarebbe stato bello avere un tempo simile in periodo natalizio, imho.
Ritratto di Moreno1999
5 febbraio 2015 - 20:34
4
A desio si circola bene? Ma perché?! Almeno spero in un ritardo dell'ATM, i pullman della quale si sfasciano sempre al ritorno mentre all'andata oltretutto beccano sempre i semafori verdi. Lunedi si sono bloccate le porte e siamo rimasti mezz'ora alla fermata della scuola... E mezz'ora per chi deve studiare un pomeriggio intero è sempre una perdita di tempo
Ritratto di M93
5 febbraio 2015 - 21:04
Io sono passato nel tardo pomeriggio e si circolava bene, così come a Seregno e Lissone. Bisognerà vedere domani mattina come sono messe le strade. Anche io quando prendevo l'autobus ho avuto problematiche simili, nonostante facessi un tragitto di circa 20 minuti. In alcuni giorni, poi, era un delirio, specie col maltempo come quello odierno...
Ritratto di Moreno1999
5 febbraio 2015 - 21:06
4
L'importante è che metà classe non se la balzi vista la giornatina da urlo che avremo domani
Ritratto di AlphAtomix
5 febbraio 2015 - 16:10
Ricordo che col 206 qualche anno fa stavo andando dritto quando ad un certo punto l'auto ha tirato a destra, fortuna che mi sono solo appoggiato sul marciapiede. Quello dietro invece si è appoggiato a me -.-
Ritratto di M93
5 febbraio 2015 - 17:53
Consigli sempre utili e ben accetti, per tutelare l'incolumità propria ed altrui nella circolazione stradale sulla neve.
Ritratto di Alex 00001
6 febbraio 2015 - 15:08
....siamo abituati alla neve, ma come al solito c'è chi (totalmente inesperto) nonostante sia stata prevista, segnalata, si mette in viaggio con camion o un auto assolutamente non atrezzati, e alla prima difficoltà blocca completamente statali e strade varie..........(è successo di nuovo ieri). Dovrebbero essere previste delle multe molto severe per chi con neve, si mette in viaggio senza opportune dotazioni, in quanto il bloccare strade oltre a creare un enorme disagio, può essere pericolosissimo (immaginiamo qualcuno necessiti di un ambulanza e questa nn possa passare perchè c'è il solito turista senza gomme invernali, catene, e che nn ha mai visto la neve........succede spesso)
Ritratto di lucios
6 febbraio 2015 - 18:11
4
....per coloro che hanno i SUV, non pensate di strafare pensando che le sole ruotonoe 4x4 bastino, in frenata spesso i SUV vanno peggio delle auto normali...........quindi termiche anche per voi
Ritratto di watson
6 febbraio 2015 - 23:26
io direi che eravamo abituati alla neve, cosa che negli ultimi anni si e vista poco. sono over 50.negli anni 80 neopatentato. i 40/50cm di neve nel periodo invernale si trovavano 4-5 volte. Per la mia esperienza le gomme che si montavano erano migliori sulla neve avevano i tacchetti grossi,e erano piu strette, facevano piu rumore e di conseguenza la macchina consumava di piu. Adesso gomme sempre piu larghe che non vanno d'accordo con la neve. e illudono la gente che le gomme M+S sono invernali. io questi giorni ho avuto problemi a guidare la macchina sulla neve con ESP, a mio giudizio sulla neve è piu pericoloso che utile,a meno che non stai sotto i 40km Suv 2 ruote motrici lasciateli a casa. sono piu di 30anni che guido un 4x4 ciao a tuttti
Pagine

DA SAPERE PER CATEGORIA

listino
Le ultime entrate
  • Mazda CX-30
    Mazda CX-30
    da € 25.700 a € 39.500
  • Mazda 3 Sedan
    Mazda 3 Sedan
    da € 27.550 a € 36.250
  • Mazda 3
    Mazda 3
    da € 24.850 a € 37.450
  • Audi Q5 Sportback
    Audi Q5 Sportback
    da € 56.250 a € 92.350
  • Audi Q5
    Audi Q5
    da € 53.250 a € 89.750

PROVATE PER VOI

I PRIMI CONTATTI

  • Kia Sportage 1.6 T-GDi HEV GT-line AWD AT
    € 44.950
    Molto originale, la nuova Kia Sportage offre comandi ben pensati, un valido infotainment (ma Android Auto e Apple CarPlay funzionano solo col cavo) e tanto spazio. Comoda e vivace, in questa versione full hybrid c’è anche 4x4.
  • Suzuki S-Cross 1.4 Hybrid StarView 4WD automatica
    € 33.690
    La nuova Suzuki S-Cross ha forme più imponenti e nella variante col cambio automatico fa viaggiare in scioltezza. Il sistema 4x4 è raffinato e la dotazione ricca; solo discrete, però, le finiture.
  • Volkswagen ID.4 GTX
    € 56.850
    Con 299 cavalli, la GTX è la versione più potente della suv elettrica Volkswagen ID.4 e anche l’unica 4x4. Oltre che scattante, è confortevole e spaziosa. Migliorabili, però, le finiture.