Pretensionatore nelle auto: cos’è, come funziona e a cosa serve

Tecnica
Pubblicato 03 ottobre 2022

Una piccola ed esaustiva guida sul pretensionatore presente nelle cinture di sicurezza dell'auto: cos’è, a cosa serve e come funziona esattamente. Ecco quello che dovete sapere.

In questo articolo vi parleremo del pretensionatore, ovvero di un dispositivo che fa parte del sistema di sicurezza della vettura e che è finalizzato a prevenire danni al guidatore e ai passeggeri in caso di urti. Spiegheremo quindi cos’è e come funziona nel dettaglio, le principali finalità nella pratica, le varie tipologie esistenti e le informazioni utili sulla manutenzione. 

COS’È IL PRETENSIONATORE

Il pretensionatore nelle auto è un dispositivo di sicurezza collegato alle cinture ed è presente su tutte le vetture moderne. La finalità di questo dispositivo è ben spiegata dal suo nome, visto che questo sistema serve a mettere in tensione preventivamente la cintura di sicurezza per proteggere guidatore e passeggeri da eventuali urti. Il meccanismo che entra in funzione quando si verifica un urto impedisce alla cintura di allungarsi, facendola aderire al corpo, che ancora al sedile. 

A COSA SERVE

Lo scopo del pretensionatore è quello di tendere le cinture di sicurezza in modo tale che queste aderiscano meglio al corpo del guidatore e dei passeggeri, soprattutto alla linea del torace. In questo modo, in caso di urti o sinistri, chi si trova all’interno dell’auto è contro il sedile e non va a urtare contro le parti davanti a lui, come il volante oppure la plancia. 

Inoltre, il pretensionatore lavora in sinergia con il sistema degli airbag: il primo dispositivo, infatti, fa in modo che durante l’urto il guidatore o il passeggero possa entrare in contatto con l’airbag in maniera efficace, anche grazie all’azione del limitatore di forza, laddove presente, che agisce in maniera opposta al pretensionatore e in modo graduale, e che entra in gioco in caso di tensione eccessiva della cintura di sicurezza.

COME FUNZIONA

Come funziona il pretensionatore nel dettaglio? Esistono diversi tipi e il funzionamento di questo dispositivo dipende proprio dalla tipologia. Infatti, ci sono alcuni modelli che agiscono al rocchetto sul dispositivo di arrotolamento della cintura, mentre altri agiscono sulla fibbia nel punto centrale del veicolo, determinandone un arretramento nel momento più opportuno. 

La funzione di tensione preventiva può essere gestita da un sistema meccanico che si avvalga di una molla precaricata, oppure può essere innescata da una piccola esplosione, o ancora può essere determinata da una centralina che agisce per mezzo di un motorino elettrico. Quest’ultimo tipo di meccanismo è anche quello che si sta più diffondendo sui moderni veicoli e si attiva in ogni qualvolta vi sia il rischio di un sinistro, senza il bisogno di essere riattivato una volta terminata la situazione di pericolo, poiché la cintura di sicurezza torna alla sua posizione originaria in modo automatico. 

Nel meccanismo pirotecnico, invece, la componente elettronica rileva il tipo di incidente innescando la carica, la quale genera un gas in una bombola e permette l’arretramento dell’ancoraggio della cintura, stringendola per poi rilasciarla gradualmente una volta completato il compito in tensione. 

PRETENSIONATORE E SICUREZZA

Com’è facilmente intuibile, la presenza del pretensionatore delle cinture di sicurezza è fondamentale per la sicurezza di chi si trova all’interno dell’abitacolo, che sia guidatore o passeggero che abbia ben allacciate le cinture di sicurezza, azione peraltro obbligatoria dall’11 aprile 1988 in Italia

Congiuntamente all’airbag, il pretensionatore è uno dei dispositivi di sicurezza più importanti, in grado di prevenire lesioni e danni importanti a causa di un incidente stradale e riducendo al minimo il rischio d’impatto con il volante o con la plancia. 

È OBBLIGATORIO

Il pretensionatore è un sistema di sicurezza presente su tutti i veicoli: ne esistono diversi tipi, ma generalmente ogni veicolo è dotato di pretensionatore. Il meccanismo, un po’ farraginoso tempo fa, oggi si è particolarmente evoluto, diventando nel corso del tempo sempre più ottimizzato. 

L’obbligo riguarda l’allaccio delle cinture di sicurezza. Come abbiamo scritto nel paragrafo precedente, questo obbligo vige dall’11 aprile 1988 nel nostro Paese, con la pubblicazione dell’apposito decreto sulla Gazzetta Ufficiale. Chi non ottempera a questo obbligo può andare incontro a sanzioni importanti: una multa che va da un minimo di 80 euro a un massimo di 323 euro e, in caso di recidiva, anche la sospensione temporanea della patente da un minimo di 2 settimane a un massimo di 2 mesi. 

MANUTENZIONE PRETENSIONATORE AUTO

Il pretensionatore auto non necessita di manutenzione, ma nel momento in cui le cinture di sicurezza non funzionano più o il display segnali un problema all’airbag, è necessario recarsi tempestivamente presso l’officina meccanica di fiducia o un elettrauto. 

Qualsiasi intervento fai da te o riparazione manuale potrebbe danneggiare il pretensionatore e il sistema delle cinture di sicurezza irreparabilmente. Infatti, quando si vengono innescati pretensionatore o airbag, diventano inutilizzabili e occorre cambiarli. 



Aggiungi un commento

DA SAPERE PER CATEGORIA

listino
Le ultime entrate
  • Suzuki Vitara
    Suzuki Vitara
    da € 24.900 a € 33.900
  • Suzuki Swift
    Suzuki Swift
    da € 21.000 a € 26.400
  • Suzuki S-Cross
    Suzuki S-Cross
    da € 26.990 a € 35.890
  • Suzuki Ignis
    Suzuki Ignis
    da € 20.400 a € 22.400
  • Suzuki Across
    Suzuki Across
    da € 55.400 a € 55.400

PROVATE PER VOI

I PRIMI CONTATTI

  • Peugeot 408 1.6 Plug-in Hybrid 224 CV GT
    € 47.700
    Innovativa nello stile, la Peugeot 408 è una berlina che offre spazio, comfort e cura nelle finiture. Buone le prestazioni di questa plug-in e ricca la dotazione, se non per gli airbag.
  • Jeep Avenger BEV 1st Edition
    € 39.500
    Prime impressioni di guida della “baby Jeep” in versione elettrica. Bel design, tanta tecnologia e una notevole agilità. Bene il comfort, qualche dettaglio migliorabile.
  • Alfa Romeo Tonale 1.3 Plug-in Hybrid Veloce Q4
    € 55.900
    Nella versione ibrida “ricaricabile” la crossover media Alfa Romeo Tonale diventa 4x4, ha 280 CV ed è agile quanto brillante. Il baule, però, è meno capiente.