NEWS

Formula 1 2017, risultato gara Gp Ungheria: vince Vettel. Classifica e calendario

30 luglio 2017

Formula 1, ordine d’arrivo del Gran Premio d’Ungheria: doppietta Ferrari, terzo Bottas.

Formula 1 2017, risultato gara Gp Ungheria: vince Vettel. Classifica e calendario

BOTTAS TERZO - Le Ferrari chiudono in parata il Gp di Ungheria e si aggiudicano la seconda “doppietta” in questa stagione di Formula 1, grazie al primo posto di Sebastian Vettel e al secondo di Kimi Raikkonen (qui sopra sul podio). Il pilota tedesco, in seguito a questo risultato, allunga in classifica su Lewis Hamilton (quarto al traguardo) e affronta con maggiore serenità la pausa estiva: fra i due piloti ci sono ora 14 lunghezze, quando mancano 9 gare al termine della stagione. Il podio è completato dalla Mercedes di Valtteri Bottas, terzo dopo un gesto molto altruista da parte di Lewis Hamilton, che gli ha restituito la posizione negli ultimi metri dopo che lo aveva superato grazie a un ordine di scuderia. Hamilton precede la Red Bull di Max Verstappen e la McLaren di Fernando Alonso, alla miglior gara in stagione dopo due ritiri consecutivi. Alle loro spalle la Toro Rosso di Carlos Sainz Jr, le Force India di Sergio Perez ed Esteban Ocon e la McLaren di Stoffel Vandoorne.

HAMILTON MALE AL VIA - Vettel (foto qui sopra) partiva con i favori della viglia e non ha tradito le attese, in virtù della particolare conformazione del circuito magiaro: la pista è molto tortuosa, ha un solo rettilineo e non facilita i sorpassi. Il pilota della Ferrari ha difeso il primo posto al via e lo ha mantenuto fino al traguardo, nonostante i timori legati ad un problema allo sterzo, che gli ha impedito di passare sui cordoli e impostare così le traiettorie volute. Il ferrarista ha difeso la prima posizione anche per merito di Raikkonen, che gli ha guardato le spalle ed ha rappresentato un ostacolo in più nei confronti di Hamilton, non impeccabile in partenza ma aiutato poi dalla scuderia: al giro 45 (sui 70 complessivi) il team autorizza Hamilton a superare Bottas (foto qui sotto) e gli dà 5 giri per superare le due Ferrari. Il pilota inglese non riesce nell’impresa e restituisce poi la posizione al compagno nelle battute finali, quando tutti immaginavano che l’ordine d’arrivo fosse ormai definito.

ATTRITI ALLA RED BULL - Il gesto di Hamilton ha rasserenato la situazione nel team ed evitato possibili malumori, a differenza di quanto accadrà sicuramente fra i due piloti della Red Bull: al via Verstappen ha commesso un errore in frenata e toccato la monoposto di Ricciardo, mandandolo largo e costringendolo al ritiro. Il pilota australiano non ha accolto bene la manovra e si è rivolto in malo modo a Verstappen nelle comunicazioni con il team. La Formula 1 si ferma fino a domenica 27 agosto (Gp del Belgio) in vista di una parte cruciale della stagione: la gara di Spa-Francorchamps e quella successiva a Monza (Gp d’Italia) sono favorevoli alle Mercedes, che si comportano meglio sui circuiti veloci anziché su quelli tortuosi (come quello in Ungheria). Hamilton avrà quindi l’occasione per recuperare lo svantaggio e guadagnare il comando della classifica piloti in vista del rush finale.

GP D'UNGHERIA: L'ORDINE D'ARRIVO

POS NO DRIVER CAR LAPS TIME/RETIRED PTS
1 5 Sebastian Vettel FERRARI 70 1:39:46.713 25
2 7 Kimi Räikkönen FERRARI 70 +0.908s 18
3 77 Valtteri Bottas MERCEDES 70 +12.462s 15
4 44 Lewis Hamilton MERCEDES 70 +12.885s 12
5 33 Max Verstappen RED BULL RACING TAG HEUER 70 +13.276s 10
6 14 Fernando Alonso MCLAREN HONDA 70 +71.223s 8
7 55 Carlos Sainz TORO ROSSO 69 +1 lap 6
8 11 Sergio Perez FORCE INDIA MERCEDES 69 +1 lap 4
9 31 Esteban Ocon FORCE INDIA MERCEDES 69 +1 lap 2
10 2 Stoffel Vandoorne MCLAREN HONDA 69 +1 lap 1
11 26 Daniil Kvyat TORO ROSSO 69 +1 lap 0
12 30 Jolyon Palmer RENAULT 69 +1 lap 0
13 20 Kevin Magnussen HAAS FERRARI 69 +1 lap 0
14 18 Lance Stroll WILLIAMS MERCEDES 69 +1 lap 0
15 94 Pascal Wehrlein SAUBER FERRARI 68 +2 laps 0
16 9 Marcus Ericsson SAUBER FERRARI 68 +2 laps 0
17 27 Nico Hulkenberg RENAULT 67 DNF 0
NC 40 Paul di Resta WILLIAMS MERCEDES 60 DNF 0
NC 8 Romain Grosjean HAAS FERRARI 20 DNF 0
NC 3 Daniel Ricciardo RED BULL RACING TAG HEUER 0 DNF 0




Aggiungi un commento
Ritratto di Gasswagen
31 luglio 2017 - 13:35
Già, cosi esce tutto il rosso che c'è in lui.
Ritratto di Automotive_Jeep
30 luglio 2017 - 17:30
Grande !!!
Ritratto di Prrrrr
30 luglio 2017 - 18:26
Non commento il risultato, ne il Circuito, ne nulla... contento che abbiano vinto le Rosse. X mia Sfortuna ho dovuto vedere la Gara in Rai (non ero a Casa mia) ma questi sono fermi ai tempi di Schumi e Barrichello, ma vi sembra normale che un inviato (tale Giovanelli, o come c.. si chiama) prima del Gp, faccia considerazioni del tipo: Kimi dovrà sottostare al suo CAPOSQUADRA (riferendosi a Vettel), vi sembra normale? Ma caposquadra de che.. Mamma mia, sono contento che non trasmetteranno più la F1, come aprono bocca sanno di naftalina, che pagliacci...
Ritratto di andrea120374
30 luglio 2017 - 18:39
2
Ufficiale, è l'anno buono...... fuori le bandiere dalla naftalina !!!! Auguriiiii !!!!
Ritratto di mika69
31 luglio 2017 - 08:37
No non è così, ieri il circuito era per la Ferrari, con il suo passo corto. Ora arriveranno due circuiti molto veloci dove la Mercedes potrebbe fare due doppiette. Percentuali vittoria modiale per me sono 60% Mercedes 40% Ferrari. RB da tenere d'occhio, potrebbero essere loro a scombussolare le classifiche.
Ritratto di napolmen4
31 luglio 2017 - 16:24
Non c'è solo il passo corto....ma anche un recupero del carico aerodinamico dopo il divieto della federazione
Ritratto di Claus90
31 luglio 2017 - 00:32
è dura bisogna recuperare punti in classifica costruttori
Ritratto di sebastian123
2 agosto 2017 - 23:33
Forza Ferrari, si deve ripetere anche nei circuiti veloci, per portare a Maranello un mondiale che manca ormai da dieci anni.
Pagine

NEWS FORMULA 1