NEWS

Formula 1 2018, risultato gara Gp d'Italia: vince Hamilton. Classifica e calendario

2 settembre 2018

Formula 1, ordine d’arrivo del Gran Premio d'Italia 2018: secondo Raikkonen, quarto Vettel. Classifica e prossima gara.

Formula 1 2018, risultato gara Gp d'Italia: vince Hamilton. Classifica e calendario

30 PUNTI - Per Sebastian Vettel si sono infrante dopo pochi metri le speranze di vincere il Gran Premio d'Italia 2018 di Formula 1 , dopo che la sua monoposto si è girata in pista per colpa di un contatto con Lewis Hamilton (nella foto sopra) e il pilota tedesco ha dovuto ripartire dall'ultima posizione. A fine gara l'ha spuntata proprio il campione della Mercedes, che a Monza ribadisce il perché in questi anni sta facendo incetta di titoli: ha tenuto botta nelle qualifiche (quando le Ferrari erano nettamente superiori), corso una gara senza macchie e approfittato dei problemi di gomme accusati da Kimi Raikkonen (secondo al traguardo) per superarlo. Vettel ha chiuso al quarto posto, dietro anche a Bottas, ma ora i punti di ritardo in classifica da Hamilton sono 30.

STRATEGIA ESEMPLARE - Era chiaro fin da ieri che il secondo posto di Vettel nelle qualifiche non fosse ideale, perché il tedesco avrebbe dovuto superare indenne la prima curva e scavalcare Raikkonen per metterlo fra sé e Hamilton. Il piano infatti non è riuscito: Raikkonen ha indovinato la partenza e staccato subito il compagno di squadra, mentre Vettel ha pasticciato e si è lasciato affiancare da Hamilton. I due si sono toccati, e il tedesco ne ha fatto le spese: si è girato e ha ripreso la gara dall'ultimo posto. A questo punto è iniziata una partita a scacchi, che al box della Mercedes hanno gestito con maestria, portando la Ferrari a prendere la decisione errata. Dal muretto infatti hanno richiamato Raikkonen prima del previsto, con il risultato di farlo arrivarare al momento clou della gara con i pneumatici usurati.

VERSTAPPEN PUNITO - La strategia della Mercedes si è compiuta quando Raikkonen ha raggiunto Bottas: quest'ultimo infatti ha rallentato il connazionale, che alle sue spalle ha finito con l'usurare molto più precocemente i suoi pneumatici. Hamilton ne ha approfittato e a 8 giri dal termine si è assicurato il primo posto, sorpassando Raikkonen ormai in crisi a gestire la sua monoposto. In quel momento al terzo posto c'era Max Verstappen sulla Red Bull, che i giudici hanno penalizzato poco dopo in seguito a una scorrettezza mentre Bottas cercava di superarlo: ha stretto la traiettoria ed è stato sanzionato con una penalità di 5 secondi. Per questa ragione è scivolato al quinto posto, dietro a Bottas e Vettel. La prossima gara è in calendario domenica 16 settembre a Singapore.

L'ORDINE D'ARRIVO

POS NO DRIVER CAR LAPS TIME/RETIRED PTS
1 44 Lewis Hamilton MERCEDES 53 1:16:54.484 0
2 7 Kimi Räikkönen FERRARI 53 +8.705s 0
3 77 Valtteri Bottas MERCEDES 53 +14.066s 0
4 5 Sebastian Vettel FERRARI 53 +16.151s 0
5 33 Max Verstappen RED BULL RACING TAG HEUER 53 +18.208s 0
6 8 Romain Grosjean HAAS FERRARI 53 +56.320s 0
7 31 Esteban Ocon FORCE INDIA MERCEDES 53 +57.761s 0
8 11 Sergio Perez FORCE INDIA MERCEDES 53 +58.678s 0
9 55 Carlos Sainz RENAULT 53 +78.140s 0
10 18 Lance Stroll WILLIAMS MERCEDES 52 +1 lap 0
11 35 Sergey Sirotkin WILLIAMS MERCEDES 52 +1 lap 0
12 16 Charles Leclerc SAUBER FERRARI 52 +1 lap 0
13 2 Stoffel Vandoorne MCLAREN RENAULT 52 +1 lap 0
14 27 Nico Hulkenberg RENAULT 52 +1 lap 0
15 10 Pierre Gasly SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 52 +1 lap 0
16 9 Marcus Ericsson SAUBER FERRARI 52 +1 lap 0
17 20 Kevin Magnussen HAAS FERRARI 52 +1 lap 0
NC 3 Daniel Ricciardo RED BULL RACING TAG HEUER 23 DNF 0
NC 14 Fernando Alonso MCLAREN RENAULT 9 DNF 0
NC 28 Brendon Hartley SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 0 DNF 0


Aggiungi un commento
Ritratto di PETROLHEAD_08
2 settembre 2018 - 18:47
Si dice Vinca il migliore... così è stato!! Imbattibile luigi...
Ritratto di Rikolas
2 settembre 2018 - 18:53
La miglior risposta a chi ancora credeva ingenuamente che Vettel potesse vincere il mondiale, signori questo pilota è un BROCCO! Errori a ripetizione, quest'anno poi ha collezionato una serie di errori impressionante, per non parlare della squadra che pare formata da dilettanto allo sbaraglio! Far rientrare Raikkonen prima delle Mercedes è stato un errore da principianti, ma ben gli sta ai vertici Ferrari che hanno scelto incompetenti come Arrivabene e la sua compagine. Camilleri poi è il manager più buffo e incompetente che abbia mai visto, per di più non è nemmeno italiano...ma andassero a quel paese, per me la Ferrari deve essere rifondata da zero, a partire dai vertici.
Ritratto di Claus90
2 settembre 2018 - 19:16
Oggi Vettel ha gettato il mondiale, tutto gli è costato caro, poteva cedere la posizione a Hamilton che si è lanciato in modo aggressivo e riprendersela dopo in quanto la Ferrari è più veloce di mercedes,doveva essere la doppietta Ferrari e dovevano mantenere il primo e il secondo posto sul podio, la vettura è molto competitiva anzi migliore delle mercedes, se non si va a pieni punti cosi la vedo dura vincere il mondiale nelle ultime sette gare.
Ritratto di andrea120374
2 settembre 2018 - 23:29
2
Cosa dovrebbe dire?
Ritratto di Leonal1980
3 settembre 2018 - 16:50
3
Guarda che il gioco di squadra fatto nelle regole della F1 è regolare per FIA. Certo non poteva inchiodargli in faccia, ma giocare in difesa si, diffondendosi anche da Max nell'UnderCut... è Kimi che non è riuscito a passarlo perché Ferrari causa pioggia non aveva provato la macchina per la gomma gialla. C'era troppa differenza sul giro tra gialla e rossa in Ferrari, 0,7 anziché 0,3 di Mercedes.
Ritratto di Leonal1980
3 settembre 2018 - 16:50
3
Difendendosi
Ritratto di The_Duke
3 settembre 2018 - 20:27
Regazzoni, Pironi, Irvine, Barrichello, Massa, Berger... e tanti altri che dimentico. Tutti maggiordomi secondo quel parvenu di Arrivabene. Se lo fanno gli altri è disonestà, se lo fa la Ferrari e lo ha sempre fatto e lo farà guardate da un'altra parte...
Ritratto di PongoII
2 settembre 2018 - 19:31
7
GP Italia 2018 - Gara - I miei auspici di ieri sono andati fritti come gli anelli di totano nei baracchini... Vettel, come Hamilton, non sa stare dietro ed entrambi, storicamente hanno perso o rovinato gare per questa loro pecca che offusca la rispettiva indubbia classe. La Ferrari, da "maga del muretto", da quel Abu Dhabi 2010 ne azzecca sempre meno e se Kimi avesse fatto da apripista a Seb in Qualifica, ora staremmo a parlare del "bollito" che si è scontrato con Lewis. Vettel aveva macchina e capacità per riprendere Hamilton, pure nel primo giro e non smetterà mai di ringraziare Adrian per quanto finora abbia in bacheca. Ora si lascia il Vecchio Continente per andare in Circuiti (semi) nuovi e Paesi alle "antilopi". Peccato che le vittorie fuori casa non valgano doppio... ma mi accontenterei che ci fossero
Ritratto di Thresher3253
2 settembre 2018 - 19:36
Vedo che son tutti esperti piloti qui. "Bastava fare questo"... E chi siete, tutti Lauda?
Ritratto di money82
2 settembre 2018 - 19:46
1
Raikkonen doveva farsi sfilare in esterno/interno alla prima variante da Vettel...per poi fare da "tappo" a hamilton...mi sembrava l'unica, la più ovvia e coerente strategia ammissibile...ma cosa gli è saltato in testa?? L'incidente di vettel poteva starci per carità...ma inammissibile la partenza e la gestione della stessa. Poi da quando il primo in pista si ferma prima del secondo a fare il pit stop? Cose mai viste...mi spiace ma hanno toppato alla grande.
Pagine

NEWS FORMULA 1