NEWS

Risultato gara Gp di Gran Bretagna: vince Hamilton. Classifica e calendario

Pubblicato 02 agosto 2020

Formula 1, ordine d’arrivo del Gran Premio di Gran Bretagna 2020: Hamilton vince in modo rocambolesco e vola in classifica. Secondo Verstappen, terzo Leclerc.

Risultato gara Gp di Gran Bretagna: vince Hamilton. Classifica e calendario

PRIMO ALLUNGO - Giunto alla quarta gara, il campionato 2020 di Formula 1 sembra già saldamente nelle mani di Lewis Hamilton della Mercedes: il pilota inglese vince anche il Gp di Gran Bretagna, per la settima volta in carriera, e fa il vuoto in classifica generale, dove ha 29 punti di vantaggio sul compagno di squadra Valtteri Bottas, undicesimo all’arrivo dopo un problema nei giri finali del Gran Premio. Sul podio anche Max Verstappen della Red Bull e Charles Leclerc della Ferrari.

HULKENBERG FUORI - Quando mancano pochi minuti al via, ecco il primo colpo di scena: Nico Hulkenberg, che giovedì ha sostituito l’indisponibile Sergio Perez, è costretto a dare forfait per colpa di un guasto alla sua Racing Point. La partenza fila via senza ribaltoni, con Hamilton che mantiene il primo posto e tiene alle spalle Bottas, Verstappen e Leclerc, ma la fuga del pilota inglese dura pochi minuti: al secondo giro entra la safety car, dopo un contatto fra Albon della Red Bull e Magnussen della Haas, e il gruppo si ricompatta.

KVYAT A MURO - La safety car resta in pista tre giri, ma non passa molto prima che vi ritorni: al tredicesimo passaggio Daniil Kvyat esce di pista e urta violentemente contro le barriere, spargendo detriti in pista. Alla ripartenza, Hamilton allunga su Bottas e quest’ultimo tiene a distanza Verstappen e Leclerc, mentre Romain Grosjean della Haas prova a difendere la quinta posizione, conquistata grazie ad una buona strategia dopo l’incidente di Kvyat: il pilota francese è l’unico infatti a non effettuare il pit stop. Le sue speranze però durano poco e successivamente si vede sfilare dai rivali.

RIBALTONE - Con il passare dei giri, le posizioni si cristallizzano e tutti sembrano aspettare la bandiera a scacchi, ma negli ultimi tre giri succede l’impensabile. Bottas, saldamente secondo, ha un problema alla gomma sinistra ed è costretto a fermarsi ai box per sostituirla, uscendo dalla zona punti; all’ultimo giro hanno il medesimo problema anche Sainz della McLaren e Hamilton, che arriva sul traguardo con un pneumatico completamente sgonfio e lascia a bocca asciutta Verstappen, che sperava nel sorpasso in extremis. La buona sorte non ha di certo aiutato il pilota della Red Bull, fermatosi ai box a due giri dalla fine per cambiare pneumatici e stabilire così il giro veloce, che dà un punto extra per la classifica del campionato: se non fosse rientrato, avrebbe facilmente superato Hamilton.

> GP DI GRAN BRETAGNA: L'ORDINE D'ARRIVO





Aggiungi un commento
Ritratto di Gordo88
4 agosto 2020 - 01:41
Non serve tornare al 2008 per vedere quanto hamilton sia forte.. nel 2017 dal gp di singapore in poi vettel e la ferrari (di certo non inferiore alla mercedes in quel momento) lasciarono campo libero alla vittoria del pilota inglese che colleziono una vittoria dietro l altra oppure nel 2018 anche li ferrari lanciata verso il titolo poi dall errore del gp di germania di vettel tutto crollò ed hamilton senza fare mai errori vinse l ennesimo mondiale. Con questa ferrari non vincerebbe neanche lui sia chiaro ma sicuramente porterebbe a casa più podi di quanti ne porterebbero mai portare vettel o leclerc...
Ritratto di Mark R
3 agosto 2020 - 13:51
@LamboV12: Concordo che i commissari hanno 2 metri di misura, chiaramente a favore delle frecce nere
Ritratto di sergioxxyy
3 agosto 2020 - 16:53
Nulla da dire sulla bravura di Hamilton......ma è anche molto fortunato (cade sempre in piedi) gli fosse depechato il pneumatico nello stesso istante di Bottas sarebbe anche lui arrivato sesto/ottavo. cmq Mercedes due spanne sopra tutti gli altri team.
Ritratto di LamboV12
4 agosto 2020 - 10:49
1
@Mark R: senza nulla togliere ad Hamilton che, da qualche anno ad oggi è il pilota più completo del mondiale, a parità di macchina e, passami il termine, "sorte", è stato battuto da Rosberg. Ora, dubito che Rosberg sia di molto superiore ad Alonso, ma quando la bilancia è in piano, non è solo qualche numero nelle statistiche che cambia. Qua si parla di mondiali...
Pagine

NEWS FORMULA 1