Volkswagen

Volkswagen
up!

da 11.000

Lungh./Largh./Alt.

360/164/150 cm

Numero posti

4

Bagagliaio

251/951 litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati
In sintesi

In vendita dal 2011 e aggiornata nel luglio del 2016 (fra le poche novità, la griglia frontale a nido d’ape e gli inserti neri nel paraurti anteriore) questa citycar (a tre o a cinque porte) ha un aspetto moderno; molto originale il rivestimento in vetro per il portellone. Fra i punti di forza della vettura spiccano gli interni spaziosi (in rapporto alla carrozzeria lunga soltanto 360 cm) e la dotazione di sicurezza: è di serie il sistema che può frenare da solo l’auto per evitare un tamponamento. Nel dettaglio, l’abitacolo della Volkswagen up! si fa apprezzare per le semplici, ma curate, finiture (la fascia al centro della plancia è disponibile in vari colori) e per la radio: si può completare con il supporto per connettersi ai telefonini (scaricata l’app specifica, lo schermo del cellulare può visualizzare informazioni aggiuntive, quali i consumi e le mappe del navigatore). Ok anche la posizione di guida (ben fatto il sedile) e alla strumentazione si può imputare soltanto la mancanza della spia che segnala l’accensione degli anabbaglianti. Nella guida l’auto è gradevole e sicura. Le sospensioni dalla taratura piuttosto solida favoriscono l’agilità, ma non sempre filtrano a dovere le sconnessioni della strada. La scelta dei motori (sono tutti dei tre cilindri dal funzionamento fluido) è estesa e, oltre al cambio manuale (piuttosto preciso e con una frizione leggera da premere), c’è anche quello robotizzato (lento nell’inserire le marce). esistono anche le versioni cross up!, con stile "tipo-suv": rialzate di 1,5 cm, hanno vistose protezioni in plastica nera nella zona inferiore della carrozzeria.

 

Versione consigliata

Fra gli allestimenti della Volkswagen up!, il move up! (col climatizzatore di serie) è quello che offre il miglior rapporto dotazione/prezzo. Per quanto riguarda i motori, la scelta varia a seconda delle esigenze. Per chi bada soprattutto al contenimento dei costi di gestione, la versione a metano può essere la più indicata ma, con soli 68 CV, le prestazioni sono appena sufficienti. Per chi, invece, al volante desidera anche divertirsi, al primo posto c'è la sportiva GTI con 116 CV; ma già le 1.0 TSI, con lo stesso motore turbo depotenziato, garantiscono un notevole brio nonostante i rapporti lunghi del cambio (utilizzati per contenere i consumi). Adeguato al tipo di vettura il “1000” da 75 CV. 

Perché sì

Abitabilità In rapporto alle dimensioni esterne, l’abitacolo è spazioso; e il passo relativamente lungo (242 cm) fa sì che si viaggi comodi anche dietro.

Cura costruttiva Le finiture sono degne di un’auto di categoria superiore e, anche se rigide, le plastiche di plancia e consolle sono gradevoli alla vista e montate con precisione.

Sicurezza. Fra le citycar, il dispositivo di frenata automatica di serie è una rarità.

 

Perché no

Cambio robotizzato Questa trasmissione rende più comoda la guida, ma risponde con lentezza e non è fluida nei passaggi di rapporto.

Quinto posto In quattro si viaggia comodi, ma non si può avere il quinto posto “di fortuna” che alcune rivali offrono (talvolta a pagamento).

Strumentazione. Manca la spia degli anabbaglianti.

Volkswagen up!
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
77
54
49
83
269
VOTO MEDIO
2,2
2.223685
532
Photogallery