Subaru

Subaru
Impreza

da 19.990

Lungh./Largh./Alt.

446/178/148 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

385/1.310 litri

Garanzia (anni/km)

3/100.000
In sintesi

La nuova generazione della Subaru Impreza ha una linea "muscolosa", caratterizzata da nervature nel cofano e nel paraurti, e, di profilo, dalla base dei finestrini che sale, il tetto che scende deciso e il lunotto inclinato (scelte che però penalizzano la visibilità dietro). Del vecchio modello riprende l’impostazione tecnica (trazione integrale e motore boxer) ma è tutta nuova. Con il baricentro ribassato di 5 mm e la scocca più rigida del 70%, si muove con agilità pure nelle strade ricche di curve, e i fondi a scarsa aderenza non la spaventano. Le sospensioni sono “ferme”, ma le buche vengono assorbite in maniera molto efficace. Preciso, e abbastanza diretto, lo sterzo. Il 1.6, unico motore disponibile, non è certo sportivo, ma non pare mai sottodimensionato per la vettura. L’abbinamento con il cambio automatico a variazione continua di rapporto è piuttosto convincente: il motore non rimane troppo su di giri, contenendo così l' “effetto scooter”, non raro in questo tipo di trasmissione. L'abitacolo appare un po' carente di personalità, ma, diversamente da quello della precedente Subaru Impreza, utilizza plastiche morbide per la plancia e materiali di qualità. Da rivedere la strumentazione: si divide fra il cruscotto, lo schermo di 4,2” sopra la consolle e quello di 8” del sistema multimediale. Inoltre, il volante è affollato di comandi (sono 15, tra pulsanti e levette); poco intuitivi pure i tasti nel soffitto per attivare la frenata automatica d’emergenza e il dispositivo che avverte dell’uscita dalla corsia di marcia. Complici le dimensioni abbondanti della carrozzeria (per una media a cinque porte), lo spazio a bordo è più che buono anche dietro, ma non al centro. Disturba il divano rialzato (che porta le persone più alte di 180 cm a toccare il soffitto con la testa) e il tunnel ingombrante.

Versione consigliata

La gamma della Impreza è, per il momento, ridotta all'osso: c'è solo con il motore 1.6 e il cambio automatico. Se avete a disposizione il budget, conviene la Style Navi ma ha pure il navigatore, la chiave elettronica e gli abbaglianti automatici. Di serie, anche per la Pure (la “base”), il cruise control adattativo.    

Perché sì

Finiture Il progresso rispetto al vecchio modello è notevole. In particolare, convince il rivestimento in plastica morbida della plancia.

Guida La trazione 4x4 e la nuova piattaforma sono efficaci: la tenuta di strada e la stabilità sono di alto livello. Le sospensioni assorbono le asperità senza essere “dondolanti”.

Sicurezza Notevole: di serie, oltre ai sette airbag, i sistemi di ausilio alla guida, tra cui quello che aiuta a mantenere l’auto all’interno della corsia e il cruise control adattativo.

Perché no

Comandi Alcuni, dedicati agli aiuti alla guida, si trovano nel soffitto: per individuare quello giusto è inevitabile distogliere lo sguardo dalla strada. Da rivedere pure il volante, con ben 15 tasti.

Quinto posto Chi siede al centro del divano tocca facilmente il soffitto se è di statura piuttosto alta, e deve fare i conti con il tunnel di trasmissione ingombrante.

Visibilità Il lunotto inclinato e i montanti spessi limitano la visibilità posteriore. In retromarcia, comunque, la telecamera (di serie) aiuta parecchio.

Subaru Impreza
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
32
35
24
12
13
VOTO MEDIO
3,5
3.52586
116
Photogallery