Maserati

Maserati
Quattroporte

da 104.891

Lungh./Largh./Alt.

526/195/148 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

530/n.d. litri

Garanzia (anni/km)

3/illimitati
In sintesi

Slanciata e in apparenza meno imponente di quanto i suoi 526 cm di lunghezza lascerebbero supporre, fonde le qualità di un’ammiraglia con la guidabilità e le prestazioni tipiche della produzione sportiva italiana: lo sterzo della Maserati Quattroporte è solido e diretto e gli inserimenti in curva rapidi, a dispetto della massa che supera i 1900 kg. Gli elevati limiti di tenuta laterale permettono di sfruttare al meglio le notevoli prestazioni dei due motori in gamma, un 3.0 V6 da 430 CV a iniezione diretta di benzina e sovralimentato tramite doppio turbocompressore (abbinato alla trazione integrale), e un V6 turbodiesel da 275 CV (o 250, per evitare il superbollo). Il cambio è un rapidissimo automatico-sequenziale ZF a otto rapporti, che offre le modalità di funzionamento Normal oppure Sport, abbinabili anche alla selezione manuale dei rapporti (ma le palette al volante sono di serie soltanto nella V8); e non manca il tasto ICE, che ammorbidisce l’erogazione facilitando la guida sui fondi a scarsa aderenza e riducendo consumi ed emissioni. Riuscito cocktail di eleganza e sportività, l’abitacolo della Maserati Quattroporte offre parecchio spazio per le gambe anche per chi viaggia dietro, tuttavia il posto centrale del divano è sacrificato rispetto agli altri due; fra gli optional c’è la coppia di poltrone posteriori singole, che, però, fanno rinunciare allo schienale frazionato e reclinabile (che, all’occorrenza, permette di ampliare il baule). La larga quanto essenziale consolle è dominata dallo schermo tattile di 8,4 pollici che serve anche il navigatore (di serie) e offre correttamente a portata di mano i comandi del “clima”. D’effetto anche il cruscotto, corredato di uno schermo centrale a colori ad alta definizione che mostra le informazioni di contorno.

 

Versione consigliata

La S Q4 per la trazione integrale, che rende l'auto più versatile e sicura: il suo V6 ha cavalli da vendere. Anche le Diesel, però, vanno decisamente forte: e il "pieno" dura il doppio. In ogni caso la dotazione di base della Maserati Quattroporte è ricca e include anche i fari bixeno con abbaglianti assistiti, i sedili in pelle Poltrona Frau (davanti, con regolazioni elettriche), la retrocamera e le sospensioni attive. Variegate le possibilità di personalizzazione: si va dal “clima” quadrizona (quello di serie è bizona) ai sedili ventilati, all’hi-fi Bower & Wilkins fino ai cerchi di 21 pollici e alle pinze dei freni colorate.

 

Perché sì

Cambio L’automatico ZF riesce a essere tanto dolce quando ci si muove in relax quanto fulmineo nell’uso sportivo, specialmente se azionato tramite le palette al volante.

Guida A dispetto della stazza, offre agilità e aderenza elevatissime: sul “misto” è in grado di regalare soddisfazioni anche ai piloti esigenti.

Materiali L’abitacolo non rinuncia a una nota di sportività, ma i pregiati rivestimenti dei sedili in pelle e le finiture spiccano per ricercatezza.

Prestazioni La 3.0 V6 è una vera purosangue da oltre 280 km/h.

 

Perché no

Guida in città Abbondantemente più lunga di cinque metri e con un passo che supera i tre, negli spazi ristretti la Quattroporte è impegnativa (e il raggio di sterzata ampio non aiuta).

Insonorizzazione Nei viaggi autostradali il rombo del motore è troppo “presente”, come pure i fruscii aerodinamici.

Quinto posto Il divano è comodo ai lati ma piuttosto rialzato al centro (dove si fanno i conti pure col tunnel della trasmissione e con il mobiletto che sbuca fra i sedili).

 

Maserati Quattroporte
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
260
47
13
5
15
VOTO MEDIO
4,6
4.564705
340
Photogallery