Suzuki

Suzuki
S-Cross

da 18.990

Lungh./Largh./Alt.

430/179/158 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

430/1.269 litri

Garanzia (anni/km)

3/100.000
In sintesi

Con la vistosa mascherina cromata e il cofano con due evidenti nervature, la crossover giapponese Suzuki S-Cross appare più muscolosa e importante; le utili protezioni in plastica della parte inferiore della carrozzeria e degli archi passaruota aggiungono un pizzico di grinta. L’abitacolo è ravvivato da numerosi profili color alluminio e, in generale, è abbastanza curato, specie ora che ha un nuovo rivestimento in plastica morbida nella parte centrale della plancia; abbondante lo spazio a disposizione, sia per i passeggeri (inclusi quelli che viaggiano sul divano) sia per i bagagli. La Suzuki S-Cross ha sospensioni dalla taratura turistica: se si va forte in curva il coricamento laterale è evidente, anche se la sicurezza non ne risente. Moderni ed efficienti i due motoriBoosterjet turbo a benzina in gamma: 1.0 da 111 CV e 1.4 da 140. Il più piccolo, a tre cilindri, è abbinato solo alla trazione anteriore 2WD, mentre l'altro può essere acquistato anche con la trazione integrale a controllo elettronico 4WD. Quest’ultima offre quattro modalità di funzionamento impostabili con una manopola nel tunnel: in Sport sfrutta al massimo il sistema 4x4 per migliorare la tenuta di strada, mentre in Auto privilegia la trazione anteriore per contenere i consumi; per i fondi scivolosi c’è il programma Snow (neve), mentre nelle situazioni in cui serve la massima trazione si può bloccare il differenziale centrale (posizione Lock) per avere la coppia equamente ripartita fra i due assi. Quanto al cambio, nella versione 1.0 a benzina è manuale a cinque marce, mentre è a sei marce nella 1.4 Boosterjet; optional il cambio automatico a 6 marce (nella 1.4 solo in abbinamento alla trazione integrale).

 

Versione consigliata

In previsione di un impiego prevalentemente cittadino o a corto raggio della Suzuki S-Cross, prendete in considerazione la 1.0 a benzina: il tre cilindri turbo a iniezione diretta è ben sfruttabile fin dai bassi regimi, è fluido, trasmette poche vibrazioni e non fa troppo rumore. Ma se viaggiate frequentemente a pieno carico e andate spesso in montagna, è la 1.4 4WD a fare al caso vostro: senza essere una fuoristrada pura (la luce a terra non abbonda, e mancano le marce ridotte), non teme sterrati o neve. 

 

Perché sì

Abitacolo Offre parecchio spazio anche dietro e vanta soluzioni pratiche, come gli schienali del divano regolabili nell’inclinazione.

Bagagliaio Ha una capienza di 430 litri: tanti, in rapporto alle dimensioni dell’auto. Inoltre, il piano di carico si può fissare su due diverse posizioni, per sfruttarne tutta l’altezza o ricavare un doppiofondo di 15 cm.

Motori Entrambi abbinano prestazioni brillanti e bassi consumi.

Trazione 4x4 La trasmissione integrale a controllo elettronico delle versioni 4WD migliora il comportamento su asfalto ed è efficace sui fondi viscidi.

Perché no

Cambio automatico Nel 1.4 è abbinabile soltanto alla trazione integrale.

Plastiche I rivestimenti dell'abitacolo non sono particolarmente raffinati.

Sterzo Leggero nelle manovre da fermo, perde precisione quando aumenta la velocità.

Visibilità I sensori di parcheggio sono solo optionali, anche se servono davvero: il lunotto è piccolo, e sono piuttosto ingombranti pure i montanti del tetto.

Suzuki S-Cross
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
70
82
57
45
54
VOTO MEDIO
3,2
3.224025
308
Photogallery