Mercedes

Mercedes
C SW

da 39.046

Lungh./Largh./Alt.

470/181/146 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

490/1.510 litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati
In sintesi

Lunga appena un centimetro in più della berlina dalla quale deriva (per un totale di 470 cm), la filante Mercedes Classe C SW dispone di un baule di 490 litri (incluso il doppiofondo); reclinando lo schienale – ripartito in tre sezioni con quella al centro che funge da botola per gli sci – la capacità aumenta fino a 1510 litri; volendo, c’è il portellone a sollevamento elettrico bloccabile in qualsiasi posizione. L’abitacolo presenta finiture di lusso e molti dettagli d’effetto, come i profili d’alluminio o il generoso schermo del navigatore (di 7” oppure di 8,4” a seconda dell’allestimento e degli optional installati); buona la praticità, dato che i portaoggetti sono numerosi e lo spazio è adeguato a quattro adulti. Su strada questa tedesca si fa apprezzare per l’agilità – il servosterzo ad assistenza e demoltiplicazione variabili è di serie per tutta la gamma – ed è davvero sicura, ma nemmeno fa mancare il comfort: le sospensioni, senza essere cedevoli, “perdonano” anche lo sconnesso, e l’insonorizzazione è valida pure ad alta velocità. Variegata la scelta di motori, che prevede tre unità turbo a benzina: 1.5 da 184 CV, 3.0 V6 da 390 CV, 4.0 V8 da 476 o 510 CV. La gamma turbodiesel della Mercedes Classe C SW schiera un 1.6 da 122 o 160 CV e un 2.0 da 194 o 245 CV. 

Versione consigliata

La diesel di potenza intermedia, ossia la 200 d da 160 CV, è la più equilibrata fra le Mercedes Classe C SW; non rinunciate al cambio automatico né, potendo, alle sospensioni pneumatiche Airmatic che “rispondono” (come motore e cambio) alle regolazioni del selettore delle modalità di guida (con quattro opzioni, da Eco a Sport+). Per avere inclusi nel prezzo il navigatore, il “clima” bizona, gli interni in pelle ecologica (presenti pure nella Exclusive), i fari bi-led e i cerchi di 18 pollici bisogna orientarsi sul “ricco” allestimento Premium, che esternamente si distingue per la mascherina con due alette invece di tre e con la stella integrata anziché a sbalzo sul cofano.

Perché sì

Finiture Sono frutto di un’attenta scelta dei materiali e di una cura maniacale che interessa anche i dettagli secondari.

Linea Ha una personalità ben definita, non manca di grinta ed è davvero elegante.

Qualità dinamiche Comoda come dev’essere una vettura da famiglia, ha un assetto che asseconda pure la guida brillante.

Sicurezza Di serie o a pagamento, sono previsti tutti i più avanzati sistemi di assistenza alla guida, dall’avviso anti-colpo di sonno alla frenata automatica.

 

Perché no

Comandi Quelli al volante sono parecchi e vicini fra loro: richiedono un po’ di pratica.

Freno a mano A comando elettrico, si attiva da una levetta poco visibile dal posto guida e non raggiungibile dal passeggero in caso di necessità.

Quinto posto Dietro c’è più spazio che nel vecchio modello (grazie anche al passo allungato) e più aria sopra la testa rispetto alla C berlina, ma il posto centrale del divano rimane sacrificato.

Sensori di parcheggio In un’auto così grande e costosa dovrebbero essere di serie anziché optional (costosi, perché abbinati al Park Assist).

GLI INTERNI
Mercedes C SW
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
64
53
30
8
20
VOTO MEDIO
3,8
3.76
175
Photogallery