BMW

BMW
X6

da 74.200

Lungh./Largh./Alt.

491/199/170 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

580/1.525 litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati
In sintesi

La BMW X6 è la versione coupé della X5: baratta un po' di praticità con una linea particolare, massiccia come una suv nella zona inferiore e slanciata nella parte alta (il lunotto è quasi orizzontale e i finestrini sottili). Tre i motori a benzina in gamma: un 3.0 a sei cilindri in linea da 306 CV, il poderoso V8 4.4 a benzina da 449 CV e il potentissimo 4.4 biturbo M da ben 575 CV. Tre anche le versioni diesel, basate sul 3.0 a sei cilindri: la 30d da 258 CV (è disponibile anche una versione da 249 CV per aggirare il superbollo che affligge le auto con potenza superiore a 185 kW/251 CV), la 40d da 313 CV e la triturbo M50d che ne eroga ben 381 (con consumi ufficiali ridotti del 14%). Tutte le unità sono abbinate alla trazione integrale e al cambio automatico-sequenziale a 8 rapporti, quest’ultimo capace di coniugare una notevole dolcezza negli innesti alla rapidità necessaria nella guida sportiva (le palette al volante sono ora di serie). L’abitacolo è rifinito in modo sopraffino, e molto spazioso nella zona anteriore; dietro, invece, l’ambiente non è granché arioso a causa del profilo spiovente del tetto, che penalizza pure l’accessibilità. Il particolare taglio della coda fa sì che il bagagliaio sia meno generoso di quello della X5; inoltre, si devono fare i conti con la rilevante distanza della soglia dal terreno. A dispetto della notevole stazza, fra le curve la X6 è agile e bene asseconda la guida sportiva; per contro, l’assetto stradale la rende un po’ impacciata sugli sterrati più sconnessi.

 

Versione consigliata

Per esagerare con la BMW X6 ci sono la 50i a benzina (anche in versione MSport) e la M50d, ma in vista di un impiego a tutto tondo è meglio orientarsi sulla xDrive 30d: con i suoi 258 CV è in grado di assicurare souplesse nei viaggi ma pure prestazioni vivaci quando ci si vuol divertire, peraltro al prezzo di consumi ragionevoli. I prezzi sono elevati, ma la dotazione è di livello: la base offre di serie, fra l’altro, gli interni in pelle, il navigatore, i fari bixeno (a led per le altre), i cerchi in lega di 19”, il portellone elettrico e il limitatore di velocità in discesa; la Extravagance aggiunge le sospensioni adattative Comfort (ma con sovrapprezzo ce ne sono di più evolute), e le M Sport hanno pure i cerchi in lega di 20” compresi nel prezzo.

 

Perché sì

Comfort Si viaggia isolati dai rumori e dalle irregolarità dell’asfalto: poche vetture di prestazioni così elevate sono altrettanto comode.Qualità dinamiche L’assetto equilibrato e lo sterzo preciso (a richiesta, di tipo attivo) ne fanno “un gigante” sorprendentemente agile.

Sicurezza Dalle telecamere perimetrali al sistema di assistenza alla visione notturna, per finire al cruise control con Stop&Go; nella X6 c’è il meglio delle attuali tecnologie (s’intende, a pagamento).

Personalità Alcuni la ritengono sin troppo appariscente, ma la X6, in fatto di originalità, continua a fare scuola.

 

Perché no

Fuori strada La trazione integrale è efficace, ma la X6 è pensata per l’asfalto: meglio limitarsi ai facili sterrati.

Posti dietro Dietro si viaggia abbastanza comodi soltanto in due, e l’aria sopra la testa non abbonda; il quinto posto, pur disponibile, è sacrificato.

Visibilità posteriore La coda è alta, il lunotto piccolo, inclinato e senza "tergi": in “retro” è indispensabile affidarsi a sensori (di serie anche davanti) e telecamere.

Bagagliaio Anche se profondo, in rapporto ai 491 cm di lunghezza della carrozzeria offre una capacità solo discreta, è poco sfruttabile in altezza e ha la soglia a quasi un metro da terra.

 

BMW X6
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
68
25
34
27
72
VOTO MEDIO
3,0
2.95575
226
Photogallery