Audi

Audi
R8

da 147.400

Lungh./Largh./Alt.

443/194/124 cm

Numero posti

2

Bagagliaio

112/n.d. litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati
In sintesi

Spigolosa e “cattiva” nell’estetica, la seconda generazione della Audi R8 Coupé è stata rinnovata da cima a fondo senza alterarne l’impostazione originaria, vale a dire quella di una berlinetta a due posti con motore centrale. È una vettura nata per dare il massimo nella guida sportiva, e la si può sfruttare sino in fondo solo in pista, ma è anche sufficientemente comoda e “trattabile” nell’impiego di tutti i giorni. Alta appena 124 cm e lunga 443, nasce da un progetto congiunto con la Lamborghini Huracán ed è basata su una raffinata struttura in fibra di carbonio e alluminio, che ha contribuito al contenimento del peso. Comune a tutte le versioni a listino è il 5.2 V10 FSI a iniezione diretta di benzina, con 540 oppure 610 CV nel caso della più raffinata, performante e costosa Plus; per contenere consumi ed emissioni inquinanti sono previsti sia lo Stop&Start, sia il sistema che disattiva una parte dei cilindri (interviene quando è richiesta una potenza limitata). Il comparto trasmissione è basato su un cambio robotizzato S tronic a doppia frizione (con 7 marce) e sulla trazione solo posteriore o con sistema trazione integrale quattro; quest’ultimo, con differenziale autobloccante al retrotreno, utilizza una frizione elettroidraulica multidisco anteriore (al posto del giunto viscoso della vecchia R8) per ripartire la coppia fra i due assi. Sia l'allestimento “normale” sia quello Plus (che si riconosce anche dai terminali di scarico di colore nero) vantano un abitacolo rifinito di tutto punto, con navigatore e interni in pelle di serie. 

 

Versione consigliata

La Audi R8 Coupé standard è una GT sufficientemente comoda e davvero velocissima, e rispetto alla Plus fa risparmiare una cifra con la quale si può acquistare… una buona berlina di classe media. Ma chi cerca sensazioni estreme preferirà la seconda, non solo per i 70 CV di potenza in più, ma anche per le molte soluzioni esclusive che la caratterizzano: l’assetto è specifico, l’ala posteriore è fissa anziché retrattile, e l’impianto frenante carboceramico è di serie come i fari a led con tecnologia laser e abbaglianti assistiti; inoltre, alle modalità di guida Comfort, Auto, Dynamic e Individual, si aggiunge la pistaiola Performance.

 

Perché sì

Capacità di carico Si può contare su 338 litri suddivisi fra il vano nel cofano anteriore (112 litri) e quello dietro i sedili: non molti in assoluto, ma niente male per una supercar.

Finiture Materiali e cura dei dettagli ricordano più le lussuose berline dello stesso marchio che le rivali altrettanto sportive.

Guida Prevedibilmente gratificante, sorprendentemente sicura: merito dell’equilibrio dell’assetto, oltre che dell’efficace trazione integrale che aiuta a “mettere a terra” i molti cavalli a disposizione (in casi limite può inviare il 100% della coppia a un solo asse).

Prestazioni Sono elevatissime: già la versione standard da 540 CV promette lo “0-100” in 3,5 secondi (che scendono a 3,2 nel caso della Plus).

 

Perché no

Gamma di motori In attesa della variante elettrica e-tron da 462 CV, è previsto soltanto il 5.2 V10: alcune rivali offrono maggiore scelta.

Optional Dato il prezzo di questa supercar, il cruise control, la radio DAB e il sistema di parcheggio assistito con retrocamera dovrebbero essere di serie e non a pagamento.

Ripostigli Anche nell’abitacolo di una sportiva qualche vano aggiuntivo non guasta, ma in questo caso, per averlo si deve acquistare il Pacchetto Portaoggetti.

Visibilità Il posto guida rasoterra non favorisce quella laterale e, soprattutto, quella posteriore.

 

Audi R8
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
126
61
61
26
64
VOTO MEDIO
3,5
3.470415
338
Photogallery