Kia

Kia
Optima

da 29.500

Lungh./Largh./Alt.

486/186/147 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

n.d./n.d. litri

Garanzia (anni/km)

7/150.000
In sintesi

Questa grande berlina che punta molto sul comfort di marcia è ormai alla terza generazione; la prima che viene importata nel nostro paese. La linea della Kia Optima è filante e sobria, ma il grande lunotto, molto inclinato, non consente una buona visuale all’indietro (la telecamera posteriore è però di serie). Il 1.7 turbodiesel da 141 CV è potente per la cilindrata, pronto nella risposta e poco rumoroso. Se abbinato al cambio manuale a sei marce, però, soffre in ripresa per i lunghi rapporti (valido invece l’automatico a sette marce, che equipaggia la versione DCT).  Disponibile pure un motore 2.0 a iniezione diretta di benzina abbinato a un motore elettrico (con batterie ricaricabili anche da una presa di corrente): il 4 cilindri eroga 156 cavalli, mentre la potenza combinata del sistema ibrido raggiunge i 205 CV, con una coppia massima di ben 375 Nm. Lo sterzo è leggero, ma un po' "vago" nella risposta alle alte velocità. L’abitacolo è molto generoso di centimetri, sia per i passeggeri anteriori sia per chi siede dietro (dove tre adulti stanno comodi, e possono allungare le gambe). La plancia è divisa in due zone: quella inferiore, in plastica rigida, è un po' troppo economica; ampi e ben imbottiti i sedili.

Versione consigliata

La 1.7 diesel ha un prezzo concorrenziale, anche con il valido cambio robotizzato a doppia frizione DCT, ed è ben equipaggiata, sia per quanto riguarda la dotazione di sicurezza (sette airbag, avviso di superamento della linea di corsia, telecamera per il riconoscimento dei segnali stradali) sia per il comfort (sedile del guidatore regolabile elettricamente e "clima" bizona).

Perché sì

Abitabilità. Notevole: pure chi si accomoda sul divano ha centimetri in abbondanza in tutte le direzioni. 

Comfort. L’abitacolo è ben insonorizzato e i sedili sono accoglienti.

Motore. Il 1.7 turbodiesel common-rail è potente per la cilindrata, e piuttosto pronto nella risposta al pedale dell’acceleratore.

Perché no

Dettagli. La plancia, nella zona inferiore, evidenzia una certa economia nella scelta dei materiali.. 

Sterzo. È leggero in manovra, ma resta migliorabile il feeling che trasmette a velocità elevata.

Visibilità. Quella posteriore è penalizzata dal lunotto molto inclinato. Un aiuto quasi indispensabile arriva dalla telecamera di retromarcia.

Kia Optima
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
23
33
24
10
17
VOTO MEDIO
3,3
3.327105
107
Photogallery