Caterham

Caterham
Seven

da 30.947

Lungh./Largh./Alt.

338/158/112 cm

Numero posti

2

Bagagliaio

n.d./n.d. litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati
In sintesi

È la discendente diretta della Lotus Seven, che Colin Chapman concepì nel 1957 partendo dal telaio a traliccio tubolare della “Eleven” da corsa, e che iniziò a vendere in kit di montaggio perché così si pagavano meno tasse. Anche la Seven di oggi, prodotta dalla Caterham (distributore delle Lotus fin dal 1967, dal 1973 detiene i diritti di produzione di questo modello) rimane un “giocattolo” per correre, con due sedili, motore, cambio, sospensioni e poco più: parabrezza e finestrini sono optional, e pure la verniciatura dell’esigua carrozzeria. Con un peso che si aggira sulla mezza tonnellata, riesce a dispensare brio a piene mani già col più piccolo dei motori disponibili, il tre cilindri Suzuki turbocompresso da 80 CV che equipaggia le versioni 165. Col più corposo 1.6 quattro cilindri Ford da 136 CV (montato sulle 275), secondo il costruttore il passaggio da 0 a 100 km/h viene liquidato in 5 secondi, mentre ne bastano 4,8 con il 2.0 litri Ford da 175 CV (montato sulla 355), e meno di tre e mezzo con lo stesso motore, ma capace di ben 240 cavalli a 8500 giri, che equipaggia le 485. 

 

Versione consigliata

La 165 è la versione che meglio interpreta la concezione minimalista di questo modello: permette di divertirsi (preferibilmente in una giornata di primavera) senza spendere troppo all’acquisto. Il miglior compromesso fra prezzo e prestazioni lo offre però la 275, mentre conviene lasciare la 485 solo ai più esperti (e facoltosi) piloti dilettanti.

 

Perché sì

Guida Il divertimento è assicurato.

Maneggevolezza Come una citycar.

Open air Solo viaggiando in moto si è più a contatto con l’ambiente esterno.

Prestazioni Scatto e ripresa sono eccezionali anche nelle versioni meno potenti.

 

Perché no

Capacità di carico Non c'è un bagagliaio vero e proprio, ma solo un piccolo ripiano dietro i sedili.

Comfort Questa voce non è stata presa in considerazione dai progettisti.

Dotazione di serie A definirla “povera” si pecca di eccessiva generosità.

Sicurezza Non ci sono "aiuti" elettronici alla guida, né airbag. E il telaio in sottili tubo d'acciaio non protegge un granché in caso d'urto.  

 

Caterham Seven
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
21
10
6
4
15
VOTO MEDIO
3,3
3.32143
56
Photogallery