Kia

Kia
Niro

da 25.500

Lungh./Largh./Alt.

436/181/155 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

427/1.425 litri

Garanzia (anni/km)

7/150.000
In sintesi

La Kia Niro è una crossover ibrida (anche in versione Plug-in, con presa per la ricarica) di dimensioni medie e dalle forme classiche ed equilibrate; notevole l'aerodinamica (il coefficiente di penetrazione Cx, pari a 0,29, è molto buono per il genere di vettura). In rapporto al prezzo, la dotazione non è affatto male: di serie ha sette airbag, il “clima” automatico bizona, il cruise control, l'impianto multimediale con schermo di 7" e navigatore, il sistema che evita le uscite involontarie di corsia e i sedili in pelle e tessuto. Tecnicamente, la Kia Niro è uguale alla berlina Hyundai Ioniq (le due case sono nello stesso gruppo): a muoverla provvede un 1.6 a iniezione diretta di benzina da 105 CV, abbinato a un motore elettrico con 43,5 CV (60,5 per la Plug-in) posizionato subito prima del cambio robotizzato a doppia frizione. Le batterie, poste sotto il divano, sono del tipo ioni-polimero, nelle versioni normali hanno una capacità di 1,56 kWh e si ricaricano automaticamente nei rallentamenti, sfruttando l'inerzia della vettura. Quelle della versione Plug-in, invece, sono ben più capienti (8,9 kWh), e per ricaricarle completamente occorre collegarsi alla rete elettrica; in compenso, la casa promette un'autonomia di 58 km senza usare un goccio di benzina. L'abitacolo è classico e ben realizzato; valida la posizione di guida, piuttosto rialzata, e pratici i comandi (escluso il freno di stazionamento a pedale, scomodo e raggiungibile solo dal guidatore). La plancia ha uno sviluppo orizzontale e include un cruscotto particolare: al tachimetro a lancetta si affiancano un display di 4,2” e un indicatore della potenza elettrica richiesta (o recuperata); niente contagiri per il motore a benzina. La Kia Niro ha spazio da vendere per quattro adulti ed è abbastanza ospitale anche per cinque, mentre il bagagliaio è adeguato, ma non dei più grandi, né dei meglio accessibili. Su strada si apprezza soprattutto il comfort, mentre la guida è sicura e molto facile (grazie anche al supporto del valido cambio robotizzato); i 141 cavalli combinati non devono far pensare a chissà quale grinta, ma l'auto si muove con un certo brio pure in salita.

Versione consigliata

Tra la versione Eco (con ruote più piccole, di 16") e quella "normale" (cerchi di 18") consigliamo la seconda: è vero che consuma di più, ma questo svantaggio è compensato dall'estetica e, soprattutto, dal migliore comportamento in frenata e in curva. La Plug-in? Il costo supplementare è quasi impossibile da recuperare con la minore spesa per il carburante, e per sfruttarla al meglio serve una presa per la corrente dove potersi collegare.     

Perché sì

Comfort L'abitacolo è isolato con cura dal rumore e dalle irregolarità del fondo stradale.

Facilità di guida L'auto ispira immediatamente fiducia, e il cambio robotizzato (di serie) è un ottimo "anti-stress".

Garanzia Sette anni (o 150.000 km) di copertura consentono di dormire sonni tranquilli.

Perché no

Freno di stazionamento Del tipo a pedale, è scomodo, "antiquato" e non garantisce il massimo della sicurezza.

Praticità del bagagliaio Il vano non è molto grande, né ben "attrezzato".

Visibilità posteriore I vetri sono piccoli e scuri (di sera non aiutano). 

Kia Niro
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
44
43
42
23
29
VOTO MEDIO
3,3
3.276245
181
Photogallery