BMW

BMW
Serie 6 Gran Coupé

da 88.350

Lungh./Largh./Alt.

501/189/139 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

460/1.265 litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati
In sintesi

Sportiveggiante alternativa alla berlina Serie 7, la Serie 6 Gran Coupé deriva dalla Serie 6 Coupé ormai fuori produzione. In più, rispetto a quest'ultima, offre la comodità delle quattro porte e, anche grazie al passo allungato di 11 cm (per un totale di 297), più spazio a chi viaggia dietro: è omologata per cinque persone, anche se in realtà il posto centrale del divano è di fortuna. Non eccezionali, in rapporto ai 501 cm di lunghezza della vettura, i 460 litri del baule (ma è possibile abbattere gli schienali e arrivare a 1265 litri). Elegante almeno quanto la slanciata carrozzeria, l’abitacolo della BMW Serie 6 Gran Coupé è realizzato con materiali di prima scelta e rifinito con cura certosina: le poltrone riscaldabili in pelle sono di serie assieme al “clima” bizona” (mentre per i rivestimenti in Nappa e il “quadrizona” si paga un sovrapprezzo, come pure per l’head up display che proietta sul parabrezza le principali informazioni del cruscotto). I fari bixeno sono standard anche nella versione “base” (come optional si possono avere quelli a led), e lo stesso vale per i cerchi in lega di 18 pollici (ma a richiesta ce n’è un’ampia scelta anche di 19 o 20 pollici). Sia la 640i a benzina (320 CV) sia la 640d diesel (313 CV) montano dei raffinati sei cilindri turbo che assicurano accelerazione e ripresa da vera sportiva (e 250 km/h di velocità di punta, come al solito autolimitata); in entrambi i casi il cambio è l’automatico-sequenziale a 8 marce. Per gli incontentabili c’è anche la 650i col V8 a benzina da 449 CV, oppure la strapotente M6 con 560 cavalli. Tutte le BMW Serie 6 Gran Coupé, a esclusione della M6, possono avere – oltre alla classica trazione posteriore – anche l’integrale xDrive.

 

Versione consigliata

Scegliendo la versione a gasolio si spende un po’ di più all’acquisto per risparmiare alla pompa, ma non si rinuncia né alle prestazioni, né alla silenziosità. Potendo, meglio optare per la “ricca” Futura, che offre di serie anche lo sterzo con demoltiplicazione variabile e le quattro ruote sterzanti (che aumentano un po’ l’agilità). Scorrendo l’infinita lista degli accessori della BMW Serie 6 Gran Coupé è difficile rinunciare a chicche come il cruise control con funzione Stop&Go (nella marcia in colonna può frenare l’auto fino all’arresto e poi riportarla automaticamente all’andatura preimpostata), mentre chi desidera la massima sportività può acquistare il pacchetto “M”.

 

Perché sì

Comfort L’abitacolo è ampio e arioso, e quattro adulti viaggiano coccolati: l’insonorizzazione è motlo curata e, con le sospensioni elettroniche (optional) regolate su Comfort, si viaggia "sul velluto".

Cura costruttiva Gli interni sono un trionfo di materiali pregiati, i vari elementi assemblati alla perfezione e la cura dei dettagli sopraffina.

Sterzo Oltre a una notevole precisione, il servocomando offre un’eccellente solidità sino alle andature più elevate.

 

Perché no

Dotazione In un’auto di questa classe e prezzo è criticabile dover pagare a parte i fendinebbia (a led), le prese Aux/Usb o i tappetini in velluto.

Agilità Nei percorsi tortuosi la stazza (da 1750 kg in su) si fa sentire, mentre in città “giocano contro” le dimensioni della carrozzeria.

Visibilità Il lunotto è piccolo e inclinato, e in “retro” non resta che affidarsi ai sensori (meglio se integrati dalla telecamera di retromarcia, optional); nelle strette svolte a sinistra disturba il montante del parabrezza.

Quinto posto La BMW la definisce una 4+1: la seduta centrale del divano è stretta e rialzata, e in più si devono fare i conti con il voluminoso tunnel centrale che supporta le bocchette del “clima”.

 

BMW Serie 6 Gran Coupé
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
103
37
20
9
15
VOTO MEDIO
4,1
4.108695
184
Photogallery